Leica Summaron 28mm f/5.6 rinasce in versione M

Leica Summaron 28mm f/5.6 rinasce in versione M

di Roberto Colombo, pubblicata il

“Le caratteristiche che lo rendono apprezzato dai fotografi Leica sono l'estrema profondità di campo, il contrasto naturale, l'ottima resa dei dettagli e la vignettatura evidente, un mix particolarmente vintage che richiama alla mente la fotografia analogica. Nella sua nuova versione, ancora più ridotta all'essenziale Summaron-M 28 mm f/5.6 è l'obiettivo più piccolo del Sistema M, con una lunghezza complessiva inferiore ai 2 cm”

Le mirrorless hanno portato con sé un rinnovato interesse per le ottiche vintage, in particolare per la resa che esse offrono, a volte difficilmente replicabile con la semplice post produzione su PC. Questo fenomeno in Leica esiste da molti più anni e non di rado si vedono fotografi appassionati del marchio tedesco girare per le strade con uno degli ultimi corpi digitali accoppiato a ottiche 'storiche'.

Un modello che appartiene alla storia delle Leica con innesto a vite e molto apprezzato dai fotografi viene ora riproposto in versione moderna con baionetta M dando così vita al nuovo LEICA SUMMARON-M 28 mm f/5.6. Il nuovo Summaron-M prende a modello un obiettivo con attacco a vite prodotto nella fabbrica Leitz a Wetzlar dal 1955 al 1963.

Le caratteristiche che lo rendono apprezzato dai fotografi Leica sono l'estrema profondità di campo, il contrasto naturale, l'ottima resa dei dettagli e la vignettatura evidente, un mix particolarmente vintage che richiama alla mente la fotografia analogica. Nella sua nuova versione, ancora più ridotta all'essenziale Summaron-M 28 mm f/5.6 è l'obiettivo più piccolo del Sistema M, con una lunghezza complessiva inferiore ai 2 cm.

Pur avendo dimensioni ridotte, Leica ha lavorato sulla sua ergonomia, rendendo la rotazione della ghiera di messa a fuoco particolarmente lunga e con la chiara scala della profondità di campo, per un pre-focheggiamento 'a occhio' molto preciso. Un obiettivo che quindi gioca al meglio le sue carte nella Street Photography. Lo schema ottico prevede 6 elementi in 4 gruppi disposti in modo simmetrico rispetto al diaframma.


Commenti (1)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: eco pubblicato il 28 Ottobre 2016, 11:01
Obiettivo insulso nel parco ottiche leica m.
Si vede che non sapevano come impiegare il tempo 😃
BenQ Monitor