LAB-BOX: minilab italiano per sviluppare in casa le pellicole

LAB-BOX: minilab italiano per sviluppare in casa le pellicole

di Roberto Colombo, pubblicata il

“Ancora pochi giorni prima che il crowdfunding su Kickstarter si chiuda: se volete fare parte dei supporter del progetto avete ancora diversi livelli di ricompensa a disposizione a partire da 89. LAB-BOX un mini-laboratorio per sviluppare in casa senza camera oscura pellicole 135 e 120 a Roma ”

C'è nell'aria del mercato fotografico un'innegabile voglia di ritorno al passato: non è solo una questione di hipsteria vintage, ma per molti tornare al 'come si facevano le cose una volta' rappresenta l'occasione per scoprire le radici della fotografia. Fa parte di questo processo anche il ritorno alla pellicola, con due movimenti ben separati: da un lato chi torna alla pellicola 35mm per curiosità, dall'altro chi opta per il medio formato analogico per una questione di maggiore accessibilità rispetto a quello digitale.

Si indirizza a entrambe le categorie il progetto attualmente in crowdfunding su Kickstarter LAB-BOX. Si tratta di un mini-laboratorio per sviluppare pellicole 135 e 120, sviluppato dal VIVO Design Studio, di Roma. A fronte di una cifra target di €70.000 il progetto ha superato abbondantemente il mezzo milione di euro e ha aggiunto strada facendo nuovi obiettivi per stimolare gli investitori.

Il prototipo è chiaramente figlio della stampa 3D. Il sistema funziona come un mini-lab utile per chi non ha una camera oscura e dovrebbe semplificare molto la vita di chi vuole sviluppare in casa le proprie foto. Naturalmente il progetto prevede anche i reagenti per lo sviluppo. Monobath è il mezzo più semplice, che in bagno solo permette di sviluppare e fare il fissaggio. Troviamo poi kit multi-componente, sia per il bianco e nero, sia per le pellicole a colori. C'è poi anche Caffenol, il kit di reagenti eco-friendly.

Mancano solo sei giorni alla chiusura della campagna Kickstarter, se volete fare parte dei supporter del progetto avete ancora diversi livelli di ricompensa a disposizione a partire da 89€.


Commenti (8)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, cos da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: vidal1986 pubblicato il 22 Marzo 2017, 19:27
Cos'avrebbero inventato, scusate? Semplificare di molto la vita per lo sviluppo in casa?
Perché farlo con le solite tank era complicato? Tolti i 5 secondi di buio in cui devi infilare il rullino nella spirale (che per altro basta far dentro ad una sacca!), si è sempre sviluppato alla luce del sole.
Commento # 2 di: secerot pubblicato il 22 Marzo 2017, 21:52
Ho sempre lavorato nei laboratori fotografici di un certo livello e attualmente abbiano 2 minilab per lo sviluppo del 135 , a mio avviso, dopo la scimmia iniziale, si accorgeranno in tanti della macchinosità e degli scarsi risultati, oltre che dei costi necessari ... e abbandoneranno presto il giocattolo!
Commento # 3 di: AleLinuxBSD pubblicato il 23 Marzo 2017, 07:27
Io tendo a vedere favorevolmente qualsiasi iniziativa relativa alla pellicola.

Ora considerando l'enorme successo avuto dalla campagna, che dimostra un'enorme interesse sull'argomento, nonostante sia del tutto snobbato dai produttori tradizionali, non sarebbe pure l'ora che qualcuno si decida a sviluppare delle medioformato a pellicola (totalmente manuali) con attacchi capaci di usare le tante ottiche passate?
In modo da avere garanzia, assistenza ed affidabilità senza scavare nell'usato, spesso inflazionato?
Ed anche pellicola per il grande formato, considerando i rincari a doppia cifra effettuati dai pochi produttori rimasti?
Commento # 4 di: azetaelle pubblicato il 23 Marzo 2017, 08:54
l'ennesima scoperta dell'acqua calda. E a proposito appunto di acqua calda, il controllo delle temperature? nessun cenno? versi la brocca e via così alla spera in Dio? chissà che bei risultati, in particolare col colore
Commento # 5 di: secerot pubblicato il 23 Marzo 2017, 10:09
Originariamente inviato da: AleLinuxBSD
Io tendo a vedere favorevolmente qualsiasi iniziativa relativa alla pellicola.

Ora considerando l'enorme successo avuto dalla campagna, che dimostra un'enorme interesse sull'argomento, nonostante sia del tutto snobbato dai produttori tradizionali, non sarebbe pure l'ora che qualcuno si decida a sviluppare delle medioformato a pellicola (totalmente manuali) con attacchi capaci di usare le tante ottiche passate?
In modo da avere garanzia, assistenza ed affidabilità senza scavare nell'usato, spesso inflazionato?
Ed anche pellicola per il grande formato, considerando i rincari a doppia cifra effettuati dai pochi produttori rimasti?

io non penso che le tue richieste siano errate o inpossibili da affrontar... Ma esiste un mercato dai numeri così ampi da permettere investimenti? secondo me no e bisogna rassegnarsi a questa situazione.
Commento # 6 di: secerot pubblicato il 23 Marzo 2017, 10:10
Originariamente inviato da: azetaelle
l'ennesima scoperta dell'acqua calda. E a proposito appunto di acqua calda, il controllo delle temperature? nessun cenno? versi la brocca e via così alla spera in Dio? chissà che bei risultati, in particolare col colore


Straquoto, se pensi che 2 gradi di sviluppo in meno rovinano immediatamente e per sempre la pellicola... sviluppare le pellicole non è come fare il pane.. piuttosto bisogna essere un pasticciere come Iginio Massari!
Commento # 7 di: alegallo pubblicato il 23 Marzo 2017, 11:09
Originariamente inviato da: azetaelle
E a proposito appunto di acqua calda, il controllo delle temperature? [...] chissà che bei risultati, in particolare col colore


Si, ci avevo pensato anch'io, ma ho guardato su kickstarter e hanno previsto un termometro fra 25000 circa.
Cmq concordo con la scoperta dell'acqua calda: robette del genere esistevano anche 30 anni fa, me le ricordo bene.
Altro è l'interesse per la pellicola, e a me incuriosisce la storia del caffé, non l'avevo mai sentita
Commento # 8 di: secerot pubblicato il 23 Marzo 2017, 12:36
CAFFè , SODA E VITAMINA C,, se vuoi giocare va benissimo.. ma siamo seri per cortesia, il Rodinal è efficacissimo e costa di meno!
BenQ Monitor