Il mercato delle mirrorless mette in seria difficoltà Canon e Nikon

Il mercato delle mirrorless mette in seria difficoltà Canon e Nikon

di Roberto Colombo, pubblicata il

“In Giappone Canon e Nikon hanno perso il 35% di market share a favore delle mirrorless”

Il mercato giapponese è un campo di sfida molto particolare per i produttori: non può essere assimilato alle piazze europee, ma è un interessante banco di prova, permettendo di vedere in anticipo evoluzioni che poi spesso si allargano ai mercati del resto del mondo. Un interessante articolo pubblicato da Bloomberg mette in evidenza come le quote di mercato di Canon e Nikon in Giappone siano in serio pericolo a causa della crescita molto forte dei sistemi mirrorless.

Canon e Nikon aggregate hanno perso il 35% delle loro quote di mercato a causa della crescita delle fotocamere EVIL, con Sony tra i marchi più in crescita nel settore e nei dati di market share. I due storici marchi devono affrontare un periodo di sfide cruciali, con le mirrorless ad insidiare reflex e compatte premium e con la forte pressione degli smartphone sulle vendite delle compatte mainstream.

Al momento la pressione da parte delle Compact System Camera sul mercato delle reflex è forte solo in Giappone e sostenuta in Asia, mentre in Occidente i numeri sono ben diversi, anche se un paese come il Regno Unito negli ultimi tempi ha visto una crescita molto vivace delle mirrorless. Attualmente in Giappone le mirrorless hanno superato il 40% di share tra le ottiche intercambiabili, mentre il dato italiano è almeno dieci volte più piccolo. A livello mondiale le CSC attualmente detengono il 16% del mercato delle ottiche intercambiabili, ma le previsioni danno il 2011 pronto a chiudersi con un dato del 23%.

È presto per dire se anche le piazze europee seguiranno i trend dettati dall'Estremo Oriente, ma sicuramente i leader di mercato devono tenere in seria considerazione quel segmento che inizialmente avevano liquidato come una bolla. Canon in particolare sembra molto restia a pensare prodotti a ottiche intercambiabile senza specchio, mentre Nikon ha già detto di voler essere a brevissimo della partita.

In ogni caso la posizione dei due colossi Canon e Nikon al di fuori del Giappone è molto solida: a livello globale la prima detiene il 45% delle quote di mercato (sempre limitatamente alle ottiche intercambiabili), la seconda il 30%. Il mercato reflex è al momento ancora parecchio remunerativo: Canon secondo gli ultimi dati ha guadagnato 1,5 miliardi di dollari dalla vendita delle fotocamere dotate di specchio (quattro volte tanto i ricavi in entrata dalle compatte), immettendo sul mercato quasi 6 milioni di pezzi e anche Nikon ha fatto segnare per ottiche e reflex guadagni superiori ad ogni altro suo prodotto. Inoltre le previsioni danno il mercato delle reflex in ulteriore espansione nel futuro prossimo a livello globale. Cruciale sarà la mossa di Nikon: molto probabilmente Canon, dalla sua posizione di leader, osserverà bene le reazioni alle novità della casa giallo-nera prima di decidere da che parte muoversi.


Commenti (46)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: JamesTrab pubblicato il 08 Settembre 2011, 17:06
Mi sembra anche sensato che si mangino il settore delle Reflex entry level, che ormai fa leva soltanto su giovani/issimi che vogliono scattare con un po' di qualità per poi condividere sul web. Io ho tenuto al collo per un'intera vacanza una u4/3 e mi ha sorpreso di quanto poco mi ha dato fastidio. ^^
La mia amica con la 1000d si lamentava sempre..

Passata la novità poi magari avranno anche dei prezzi concorrenziali.
Commento # 2 di: MiKeLezZ pubblicato il 08 Settembre 2011, 17:16
ahahah le famose Canon e Nikon che avevano predetto il fallimento delle EVIL e che parlavano di queste macchinette come una nicchietta...
Sì, i numeri per ora ci sono solo in Giappone, ma è facile capire che sia così perché ad oggi solo il Giappone è una nazione tecnologicamente avanti, i famosi "vecchi" continenti lo sono anche per la mentalità della gente che, appunto, crede ancora che per fare foto di buona qualità debba esser necessario uno specchietto che faccia click clack.

Originariamente inviato da: JamesTrab
Mi sembra anche sensato che si mangino il settore delle Reflex entry level, che ormai fa leva soltanto su giovani/issimi che vogliono scattare con un po' di qualità per poi condividere sul web. Io ho tenuto al collo per un'intera vacanza una u4/3 e mi ha sorpreso di quanto poco mi ha dato fastidio. ^^
La mia amica con la 1000d si lamentava sempre..

Passata la novità poi magari avranno anche dei prezzi concorrenziali.
Reflex entry level e M4/3 per fare foto da condividere sul web? Amico o tu frequenti gente altolocata, figli di onorevoli e dottori da 3 lauree, oppure mi sa che non hai ben presente che con tali macchine ci puoi fare servizi di qualità e pure di stampo professionale... l'importante è accoppiarci anche buone capacità e lenti costose. La roba da condividere io la vedo fare con le IXUS e gli iPhone...
Commento # 3 di: Tedturb0 pubblicato il 08 Settembre 2011, 17:20
Ho provato rapidamente una NEX3 di sony

Avevo letto peste e corna dell'autofocus a contrasto, invece sono rimasto sorpreso dalla velocita'

Certo non e' un autofocus con sensore dedicato a contrasto di fase, e a volte si deve fare avanti e dietro, ma per un uso normale non da foto sportiva penso sia piu che ottimo!
Tenevo di mira una possibile 5D mark* , ma aquesto punto credo che aspettero la prima EVIL full frame
Commento # 4 di: Falcon88 pubblicato il 08 Settembre 2011, 17:20
Forza EVIL, mi piace l'idea finalmente di un di un sensore APS-c su corpo macchina compatta.

Portabilità e qualità assieme, spero che aumenti la concorrenza in questo settore per far abbassare un po i prezzi.
Commento # 5 di: citty75 pubblicato il 08 Settembre 2011, 17:29
Originariamente inviato da: MiKeLezZ
ahahah le famose Canon e Nikon che avevano predetto il fallimento delle EVIL e che parlavano di queste macchinette come una nicchietta...
Sì, i numeri per ora ci sono solo in Giappone, ma è facile capire che sia così perché ad oggi solo il Giappone è una nazione tecnologicamente avanti, i famosi "vecchi" continenti lo sono anche per la mentalità della gente che, appunto, crede ancora che per fare foto di buona qualità debba esser necessario uno specchietto che faccia click clack.


O magari gente che crede che per fare belle foto servano anche belle lenti.
Ed una volta che metti una bella lente su una mirrorless ti ritrovi con dimensioni comparabili a quelle delle reflex entry level e (spesso) costi superiori...
Commento # 6 di: kralin pubblicato il 08 Settembre 2011, 17:31
Originariamente inviato da: Falcon88
Forza EVIL, mi piace l'idea finalmente di un di un sensore APS-c su corpo macchina compatta.

Portabilità e qualità assieme, spero che aumenti la concorrenza in questo settore per far abbassare un po i prezzi.


il corpo macchina sarà anche compatto ma le lenti?
l'essenza della portabilità accoppiata alla qualità sta nei sensori 4/3.

Originariamente inviato da: citty75
O magari gente che crede che per fare belle foto servano anche belle lenti.
Ed una volta che metti una bella lente su una mirrorless ti ritrovi con dimensioni comparabili a quelle delle reflex entry level e (spesso) costi superiori...


appunto. ma ci sono lenti di altissima qualità e compatte, ovviamente non per aps-c.
una panasonic g3 + un leica 25mm o un olympus 12mm sono accoppiate di grande qualità, molto compatte. di certo non sono economiche.

cmq in questo pianeta vige da qualche miliardo di anni una
legge da cui non si scappa: "o ti evolvi o ti estingui"
canon e nikon devono capirlo in fretta, o rimarranno relegate all'ambito pro che da guadagni molto molto inferiori a quello consumer.
e non venga nikon a presentarsi con un sensore da compatta, come sembra stia per fare... meno di un 4/3 no grazie.
Commento # 7 di: aald213 pubblicato il 08 Settembre 2011, 17:33
Originariamente inviato da: Falcon88
Forza EVIL, mi piace l'idea finalmente di un di un sensore APS-c su corpo macchina compatta.

Portabilità e qualità assieme, spero che aumenti la concorrenza in questo settore per far abbassare un po i prezzi.


Non te la prendere, ma dovresti documentarti su come funzionano le macchine fotografiche.

La grandezza della lenti e' essenzialmente proporzionale al sensore, percio' che se ne voglia o no, a meno che cambino sostanzialmente i design, le lenti restano comunque ingombranti.
Le macchine sony infatti sono note per avere un corpo macchina fotografico minuscolo con lenti assolutamente sproporzionate.

In tale ottica (hehe), trovo che il m4/3 sia un ottimo compromesso.

Ho avuto una m4/3 e una DSLR, e la differenza al collo e in tasca (dello zaino...) e' notevole.
Commento # 8 di: MiKeLezZ pubblicato il 08 Settembre 2011, 17:35
Originariamente inviato da: citty75
O magari gente che crede che per fare belle foto servano anche belle lenti.
Ed una volta che metti una bella lente su una mirrorless ti ritrovi con dimensioni comparabili a quelle delle reflex entry level e (spesso) costi superiori...
A parte che le EVIL hanno ulteriori pregi, che non semplicemente la compattezza (e difatti la serie alpha translucent della Sony non è un esempio di compattezza), se ti compri una M4/3 con una prime veloce sei completamente smentito (e risparmi la metà di una reflex pur entry level), così come se ti va di montare un cannone da qualche centinaio di mm equivalenti... kg su una reflex, poca roba su una M4/3.
Commento # 9 di: aald213 pubblicato il 08 Settembre 2011, 17:37
Originariamente inviato da: MiKeLezZ
Reflex entry level e M4/3 per fare foto da condividere sul web? Amico o tu frequenti gente altolocata, figli di onorevoli e dottori da 3 lauree, oppure mi sa che non hai ben presente che con tali macchine ci puoi fare servizi di qualità e pure di stampo professionale... l'importante è accoppiarci anche buone capacità e lenti costose. La roba da condividere io la vedo fare con le IXUS e gli iPhone...


Esiste invece un fenomeno interessante invece, che e' quello dei "regali costosi" (quelli che uno fa quando deve necessariamente spendere).
Mi capita in giro di vedere (relativamente) spesso in giro ragazze con DSLR, e sono sicuro che una gran parte di esse sono utenti casuali che o l'hanno ricevuto come "regalo costoso", oppure l'hanno comprata dietro cattivo consiglio.
Mi soffermo sulle ragazze perche' avere 850+ di camera al collo sicuramente pesa molto di piu' per le donne piuttosto che per gli uomini, ma sicuramente il caso vale anche per quest'ultimi.
Quindi in definitiva esiste una fetta piu' o meno consistente di utenti che se la ritrova essenzialmente senza una motivazione qualitativa.
Commento # 10 di: uncletoma pubblicato il 08 Settembre 2011, 18:13
Quando le mirrorless avranno la qualità di una reflex di gamma media od alta (per tacere delle FF), quando avranno un mirino di qualità, quanto comprare un buon corpo più un buon obiettivo non costerà un rene se ne riparlerà.
Se devo spendere preferisco buttarmi su una D700 usata.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor