Fotocamere: la modifica degli accordi doganali potrebbe togliere il limite video di 30 minuti

Fotocamere: la modifica degli accordi doganali potrebbe togliere il limite video di 30 minuti

di Roberto Colombo, pubblicata il 21 Maggio 2012, alle 11:01

“L'allargamento alle videocamere dell'Information Technology Agreement da parte del WTO potrebbe fa cadere la motivazione economica al limite di 29:59 per la lunghezza dei filmati registrati con le fotocamere”

Ci sono molti motivi per cui le fotocamere non possono registrare video della lunghezza maggiore di 30 minuti e si devono fermare a 29:59. Un motivo è prettamente doganale: se superassero questo limite dovrebbero rientrare nella categoria merceologica delle videocamere, che hanno oneri doganali maggiori del 5,4% in molti Paesi, compresi quelli europei.

In questo ambito le cose potrebbero però cambiare, anche se con tempi non rapidissimi. Il WTO, World Trade Organisation, ha avviato le discussioni per allargare il numero di prodotti coperti dall'Information Technology Agreement (ITA) , un accordo in vigore dal 1996 che ha azzerato i dazi doganali su un ampio numero di prodotti tencologici, per favorirne il commercio.

Se anche le videocamere fossere incluse nell'elenco verrebe a cadere la differenza di trattamento doganale tra esse e le fotocamere e non ci sarebbe nessuna ragione 'monetaria' per mantenere il limite di 30 minuti. Il WTO è però un organismo dalle dimensioni pachidermiche e anche piccoli passi richiedono molto tempo e tanta burocrazia, la svolta potrebbe quindi non essere dietro l'angolo.

Rimarrebbero poi alcune limitazioni tecniche: ad esempio le fotocamere che utilizzano file system FAT32 devono comunque fronteggiare la dimensione massima dei singoli file posta a 4GB e inoltre diversi produttori limitano la durata massima delle clip video per evitare che i sensori vadano incontro a fenomeni di eccessivo riscaldamento.


Commenti (23)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: StefanoA pubblicato il 21 Maggio 2012, 11:28
Beh, in molti casi la versione non-eu delle camere registra fino a quando c'è memoria libera, quindi i limiti di dimensione e surriscaldamento in qualche modo devono essere superabili.

... certo che scontrarsi con questo genere di limitazioni nel 21° secolo ...

Commento # 2 di: MiKeLezZ pubblicato il 21 Maggio 2012, 12:00
Originariamente inviato da: StefanoA
Beh, in molti casi la versione non-eu delle camere registra fino a quando c'è memoria libera, quindi i limiti di dimensione e surriscaldamento in qualche modo devono essere superabili.

... certo che scontrarsi con questo genere di limitazioni nel 21° secolo ...
Non è una limite, è una misura protezionistica introdotta dalla comunità europea peraltro non molto tempo fa (si parla, mi sembra di 4-5 anni) atta a preservare il mercato delle videocamere (allora in declino, come adesso, d'altronde). Mi auguro questo venga prima o poi eliminato, anche se sono dubbioso (4-5 anni fa lo inseriscono, e poi ora lo levano? perché mai?).
Commento # 3 di: Coyote74 pubblicato il 21 Maggio 2012, 12:11
Comunque quello dei 30 minuti resta un limite-non limite. Chi è che effettua riprese continuative così lunghe? Giusto in pochi ambiti come conferenze et simila può avere un suo perchè, per tutto il resto le riprese devono comunque durare solo pochi secondi che verranno poi ulteriormente tagliati in fase di montaggio.
Commento # 4 di: Opteranium pubblicato il 21 Maggio 2012, 12:57
da tempo mi chiedevo il perché le macchine fotografiche (da molti anni ormai in grado di competere con le videocamere quanto a qualità del video, superandole nettamente in versatilità, avessero tali limiti nella ripresa. Adesso mi è tutto chiaro, si tratta solo di burocrazia.
Spero che risolvano una buona volta queste assurdità
Commento # 5 di: Emin001 pubblicato il 21 Maggio 2012, 16:01
Originariamente inviato da: Coyote74
Comunque quello dei 30 minuti resta un limite-non limite. Chi è che effettua riprese continuative così lunghe? Giusto in pochi ambiti come conferenze et simila può avere un suo perchè, per tutto il resto le riprese devono comunque durare solo pochi secondi che verranno poi ulteriormente tagliati in fase di montaggio.



Se mi devo sparafleshare i video delle vacanze come se fossi in disco preferisco un endovena di candeggina, ci manca solo che diventi epilettico.

Da un video di pochi secondi che viene ulteriormente tagliato ci esce un fotogramma, a questo punto meglio una foto che un puzzle video.
Commento # 6 di: umby85 pubblicato il 21 Maggio 2012, 16:06
Comunque per sopperire a quel problema bastava rilasciare firmware aggiornati online.
Molto spesso questo limite viene imposto anche per motivi economici: "vuoi più minuti di registrazione video sulla tua fotocamera? Allora compra il modello più costoso!"
Commento # 7 di: Davis5 pubblicato il 21 Maggio 2012, 16:49
la mia nikon d5100 si ferma a 20 minuti perche' in fullHD ha raggiunto appunto i 4 giga e ha schienato una batteria... (non esarita... ma accusa il colpo)

non ci saranno vantaggi dalla rimozione dazio...
Commento # 8 di: sinadex pubblicato il 21 Maggio 2012, 17:30
anni fa avevo una casio z750 e l'unico limite di durata nella registrazione video era la capienza della SD, la z1000 presa successivamente ha il limite di [B][U]10[/U][/B] minuti, altro che 30 ....
Commento # 9 di: Ryoga85 pubblicato il 21 Maggio 2012, 19:06
La mia nikon d3100 ha il limite di 10, ma non è un problema... raramente si usano tanti minuti assieme sopratutto se si vuole girare un film
Commento # 10 di: kossar pubblicato il 21 Maggio 2012, 20:04
un film con la D3100? mi vengono i brividi...
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »