Ecco le reflex Canon EOS 760D e 750D, sorelle un po' diverse

Ecco le reflex Canon EOS 760D e 750D, sorelle un po' diverse

di Alessandro Bordin, pubblicata il

“Non un'erede per la reflex EOS 700D ma due, EOS 760D e 750D, accomunate però dall'integrazione di un sensore da 24Mpixel, Wi-Fi, schermo orientabile e persino NFC, nonché un nuovo sistema ibrido di messa a fuoco”

Canon ha presentato due nuovi modelli di fotocamere reflex della famiglia EOS, 750D e 750D, che prenderanno il posto della nota EOD 700D. Siamo di fronte a modelli consumer evoluti, posizionandosi fra i modelli base e quelli definiti prosumer, con codice identificativo a due cifre (EOS 70D, per fare un esempio). Il sensore è ovviamente nel formato APS-C, accresciuto però fino a 24Mpixel per entrambi i modelli.

Sono molti infatti i punti in comune fra le due macchine, che andremo brevemente ad elencare. Da segnalare è sicuramente il nuovo sistema di messa a fuoco ibrido Hybrid CMOS AF III, che combina le letture per la messa a fuoco a contrasto con quelle a ricerca di fase (fotodiodi dedicati sul sensore, come nella recente produzione Canon). Il processore chiamato a gestire la realizzazione degli scatti (e dei video) è ora il Digic 6, mentre da citare è anche la gamma ISO che va da 100 a 12800, estendibile a 25600. Offre connettività Wi-Fi e NFC, così come 19 punti di messa a fuoco e lo shutter speed massimo di 1/4000 (ormai è obbligatorio dichiararlo).

Ora c'è anche il sistema di rilevamento del flickering di derivazione EOS 7D Mark II.  Cosa cambia quindi? Cerchiamo di capire le mosse di Canon, che a nostro avviso sono condivisibili.


Canon EOS 750D


Canon EOS 750D - retro

Canon EOS 750D può essere considerata come l'aggiornamento in senso stretto del modello 700D, con sensore che passa da 18 a 24Mpixel, integrazione Wi-Fi e tutto quanto citato in precedenza. A livello costruttivo e di chassis nulla cambia rispetto al precedente modello.


Canon EOS 760D


Canon EOS 760D - retro

Ben più interessante è il modello EOS 760D per alcuni accorgimenti pratici. Il primo è la presenza di un display nella parte superiore del corpo, come nei modelli di rango più elevato. Inoltre fanno la loro comparsa una seconda ghiera e alcuni tasti dedicati assenti sulla EOS 750D. Con questo modello si può anche contare sull'HDR anche in ripresa video. Insomma, se fino ad oggi l'appassionato alla ricerca di una fotocamera con doppia ghiera e pulsanti di scelta rapida doveva per forza rivolgere le attenzioni alle reflex di fascia superiore a questa, oggi si può valutare un'alternativa in più, sicuramente più economica una volta che i prezzi saranno "a regime".

Per acquistarle è necessario attendere il mese di maggio, quando faranno il loro ingresso nei listini al prezzo dichiarato di 760,00 Euro e 820,00 Euro rispettivamente per EOS 750D e 760D.


Commenti (20)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: roccia1234 pubblicato il 06 Febbraio 2015, 15:32
Ma vista la differenza ridicola di prezzo (60€ su 800€)... chi diavolo si piglia la 750D?

Seconda cosa... a quel prezzo non entra in concorrenza interna con la 70D, che vedo fuori a 890€?
750D -> 760€
760D -> 820€
70D -> 890€

Mi sembra ci sia un po' troppa folla...
Commento # 2 di: HSH pubblicato il 06 Febbraio 2015, 15:44
vabbè i prezzi di uscita sono sempre da prendere con le pinze. bisogna vedere dopo un mesetto di assestamento come saranno

cmq 890 per la 70d con obiettivo è un prezzone :-)
Commento # 3 di: roccia1234 pubblicato il 06 Febbraio 2015, 17:09
Originariamente inviato da: HSH
vabbè i prezzi di uscita sono sempre da prendere con le pinze. bisogna vedere dopo un mesetto di assestamento come saranno

cmq 890 per la 70d con obiettivo è un prezzone :-)


No, è solo corpo su amazon, come i prezzi indicati per 750d e 760d.
Commento # 4 di: illidan2000 pubblicato il 06 Febbraio 2015, 18:03
760d = 60d ?
non mi pare ci stiano grosse differenze...
Commento # 5 di: Sanger pubblicato il 06 Febbraio 2015, 18:04
Con la 70d ad un prezzo su strada molto vicino agli 800€ i primi tempi saranno molto duri per queste macchine, salvo che la nuova accoppiata sensore e processore faccia miracoli.
Commento # 6 di: torgianf pubblicato il 06 Febbraio 2015, 18:22
perfetti per il pollo da mediaworld
Commento # 7 di: ArteTetra pubblicato il 06 Febbraio 2015, 21:17
Originariamente inviato da: torgianf
perfetti per il pollo da mediaworld


Che problemi hai con queste macchine?
Commento # 8 di: Aenil pubblicato il 07 Febbraio 2015, 00:52
Originariamente inviato da: ArteTetra
Che problemi hai con queste macchine?


Se non c'hai il full frame non sei nessuno
Commento # 9 di: frankie pubblicato il 07 Febbraio 2015, 11:02
Premesso che sono prezzi al lancio che poi si stabilizzeranno, ma la differenza tra 760 e 70 secondo me sta nei materiali e nel peso:
760D Alluminio - policarbonato 565g
70D Alluminio e resina in policarbonato 755g
pensavo materiali diversi per 70D...
Beh 190g in più ci sono, e non sono negativi, ma positivi, provate a metterci un 18-55f2.8 o un 15-85, il bilanciamento dei pesi ringrazia (provato).
Commento # 10 di: torgianf pubblicato il 07 Febbraio 2015, 13:20
Originariamente inviato da: ArteTetra
Che problemi hai con queste macchine?


nessuno, sono belliffime come tutte le canon

Originariamente inviato da: Aenil
Se non c'hai il full frame non sei nessuno


non saprei, uso formati ancora piu' piccoli dell' aps c..... pero' sti plasticotti canon mi strappano sempre un sorriso, geniale poi l' idea di lanciarne due in contemporanea
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor