DJI Matrice 600, il drone per riprese aeree con cineprese cinematografiche come la RED

DJI Matrice 600, il drone per riprese aeree con cineprese cinematografiche come la RED

di Roberto Colombo, pubblicata il

“Il nuovo esacottero DJI Matrice 600 (M600) con sospensione cardanica gimbal Ronin-MX ha un carico utile di 6kg ed è in grado di mantenersi in volo per 15 minuti portando a bordo una cinepresa RED”

L'utilizzo dei droni è una delle piccole rivoluzioni che ha interessato il mondo delle riprese video negli ultimi anni: non dobbiamo pensare solo alle riprese aeree, ma molte situazioni dove prima venivano utilizzate videocamere montate su veicoli o anche semplicemente delle gru oggi trovano una soluzione molto più semplice nell'uso di un drone. Uno dei punti critici di questo tipo di apparecchi è certamente il carico utile trasportabile, per cui sulle versioni più piccole possiamo montare solo action camera e compatte, mentre già per portare una mirrorless con un'ottica di qualità, una videocamera professionale o una reflex servono veivoli multirotore di maggiori dimensioni, potenza e portata. Quando poi si parla di cineprese digitali cinematografiche il discorso si complica ulteriormente, anche per il fatto che agganciare una cinepresa da diverse migliaia di euro a un drone vicino al suo carico limite potrebbe essere un'idea poco saggia.

DJI, produttore cinese sulla cresta dell'onda per quanto riguarda la produzione attuale di droni, ha una soluzione anche per questo problema con il nuovo esacottero Matrice 600 (M600) di cui l'altra novità, la sospensione cardanica gimbal Ronin-MX, è la perfetta compagna per portare in volo cineprese come la RED. Si tratta di un veivolo con carico utile di 6kg, in grado di mantenersi in volo, anche grazie alla presenza di ben 6 batterie, per ben 35 minuti con la la testa più leggera con action camera integrata e per 15 minuti con la nuova Ronin-MX e una cinepresa RED. Il drone viene guidato con il radiocomando A3 Flight Wave Controller (che può essere aggiornato alla versione A3 Pro) e offre uscita 3G-SDI (1080p fino a 60 fps usando Lightbridge 2), ma anche USB e mini-HDMI.

I dati di targa parlano di una velocità massima di 18 m/s e di un'altitudine massima sul livello del mare di 2500 metri. Il drone pesa poco più di 9kg e in campo libero ha un raggio d'azione di 5km (3,5km in Europa). I prezzi sono da attrezzatura professionale: $4.599 per il drone Matrice 600 e $5.999 per la versione con gimbal Ronin-MX.


Commenti (7)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: Rubberick pubblicato il 19 Aprile 2016, 12:16
Notevole ma trovo che 15 minuti di autonomia siano veramente troppo pochi.. se ti viene male un cut o 2 lo devi portare a terra.. cambiare batteria.. naah.. devono migliorare in efficienza e batteria in tal senso..

Le batterie sono un grande problema di questo decennio :\ e ancora non c'e' nulla al posto del litio..
Commento # 2 di: pingalep pubblicato il 19 Aprile 2016, 12:25
disse la volpe all'uva
Commento # 3 di: +Benito+ pubblicato il 19 Aprile 2016, 12:35
non so, ho l'impressione che con un microgeneratore glow potrebbero averne ben di più che con una batteria, strano che nessuno ci stia lavorando.
Commento # 4 di: AleLinuxBSD pubblicato il 19 Aprile 2016, 12:40
Penso che limitazioni di natura legislativa avranno un'impatto maggiore rispetto alla scarsa autonomia di questi sistemi, dovuti alla mancanza di innovazioni sostanziali nell'ambito delle batterie.
Peccato.

Nota:
Senza considerare i prezzi, altamente discutibili, per soluzioni con determinate portate.
Commento # 5 di: +Benito+ pubblicato il 19 Aprile 2016, 15:41
Originariamente inviato da: AleLinuxBSD
Penso che limitazioni di natura legislativa avranno un'impatto maggiore rispetto alla scarsa autonomia di questi sistemi, dovuti alla mancanza di innovazioni sostanziali nell'ambito delle batterie.
Peccato.

Nota:
Senza considerare i prezzi, altamente discutibili, per soluzioni con determinate portate.


chiama un elicottero per avere un risultato peggiore e dimmi quanto vai a spendere
Commento # 6 di: adapter pubblicato il 19 Aprile 2016, 15:45
Originariamente inviato da: +Benito+
chiama un elicottero per avere un risultato peggiore e dimmi quanto vai a spendere


Si ma...cosa me ne faccio dell'elicottero se poi non posso fare riprese al pari del drone?
Oggi un drone non lo fai volare come ti pare sopra una città.
Quindi, anche ammesso di avere autonomia maggiori, sono ben altre le limitazioni.
Commento # 7 di: +Benito+ pubblicato il 19 Aprile 2016, 22:23
Suvvia...non ti devo certo spiegare che se ti serve un panning di 5 km sopra Vienna non usi un drone...
BenQ Monitor