AWARE-2: la super fotocamera da un gigapixel

AWARE-2: la super fotocamera da un gigapixel

di Roberto Colombo, pubblicata il

“960 megapixel, pari a 0,96 gigapixel: questa è la risoluzione che è in grado di riprendere AWARE-2 la super fotocamera composta da 98 su-fotocamere da 14 megapixel ciascuna”

In ambito fotografico abbiamo visto ripartire con un certo slancio la corsa ai megapixel, ma ci sono applicazioni dove questa gara è molto più avanti, spingendosi al limite del gigapixel. L'agenzia per la ricerca del Dipartimento della Difesa statunitense ha infatti messo a punto un apparecchio in grado di riprendere immagini a 0,96 gigapixel, pari a 960 megapixel.

I ricercatori hanno dovuto optare per un'apparecchiatura composta da una grossa lente sferica e da decine di singole fotocamere, in quanto il design a singolo sensore e singola ottica incontrerebbe problemi al momento insormontabili, dati anche da limiti fisici. La strada dell'utilizzo di più fotocamere può portare tranquillamente, secondo i ricercatori della Duke University di Durham, in Nord Carolina, ad apparecchi in grado di raggiungere i 50 gigapixel di risoluzione.

Il dispositivo di ripresa ha dimensioni non certo tascabili, misurando 0,75x0,75x0,5 metri, ma la miniaturizzazioe dell'elettronica potrà portare a strutture più compatte: la parte relativa all'ottica e ai dispositivi di ripresa è infatti responsabile di solo il 3% del volume dell'apparecchiatura, pesante al momento 93 kg. AWARE-2, questo il nome della super fotocamera, al momento è in grado, utilizzando 98 fotocamere da 14 megapixel ciascuna, di riprendere immagini con angolo di visione 120°x42°, ma completando le posizioni disponibili con 220 sub-fotocamere, potrà arrivare a coprire un'immagine circolare di 120°, arrivando a circa 2 gigapixel di risoluzione. A causa della sovrapposizione di alcune porzioni dell'immagine e dell'eliminazione delle zone periferiche meno illuminate, la risoluzione delle immagini risulta inferiore alla somma dei pixel messi a disposizione dalle singole fotocamere.

Non si tratta solo di un colosso dal punto di vista delle dimensioni: AWARE-2 è un apparecchio anche avido di energia, la ripresa di un singolo scatto richiede 430W di energia. Ogni immagine è la combinazione di tre scatti a 8-bit uniti con tecnologie HDR in un file a 32-bit, poi riportato a 8-bit tramite tecnologie di tone mapping.


Commenti (42)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: MadMax of Nine pubblicato il 25 Giugno 2012, 10:49
Probabilmente finirà su qualche drone da ricognizione, interessante... chissà poi in ambito civile come verranno usate queste tecnologie...
Commento # 2 di: kuru pubblicato il 25 Giugno 2012, 10:50
Accipicchiolina, su un traliccio spiano mezza città come l'occhio di Sauron!
Commento # 3 di: soulinafishbowl pubblicato il 25 Giugno 2012, 13:01
Pure in neretto l'avete scritto...

430W di energia


I Watt NON sono un'unita' di misura dell'energia!!!!
Commento # 4 di: gomax pubblicato il 25 Giugno 2012, 13:12
La monteranno sicuramente sul prossimo Nokia simbyan

Ciao
Commento # 5 di: polkaris pubblicato il 25 Giugno 2012, 14:51
"un singolo scatto richiede 430W di energia" ...se sono 430 Watt di potenza l'energia dipenderà linearmente dalla durata dello scatto... :/ oppure i 430 sono Watt * ora?
Commento # 6 di: moriarty pubblicato il 25 Giugno 2012, 15:03
al massimo potevate dire che uno scatto di un secondo consuma 450 J
Commento # 7 di: MARROELLO pubblicato il 25 Giugno 2012, 15:57
Ihih e non è neanche un errore di battitura... è proprio ignoranza di base.
Commento # 8 di: lucusta pubblicato il 25 Giugno 2012, 20:57
un cerino quanta energia esprime?
non e' che lo puoi accendere 2 volte.
una lampadina da 100W consuma 100W/h, ma se la tieni accesa 10 minuti quanto consuma?

uno scatto di tale obbiettivo consuma 430W di potenza (si, proprio di potenza, non una misura in lavoro, ma in potenza, anche se e' poco elegante scriverlo), in un infinitesimo (o quanto e' temporizzato il diaframma);
se metti uno dietro l'altro tanti scatti al secondo per un ora, alla fine hai 430W/h, ma devi scattare un solo scatto al secondo (il joule e' W/s).

quindi, anche se e' poco elegante esprimerlo in watt, e' la cosa piu' giusta, in quanto dovresti sapere il tempo impiegato per svolgere il lavoro e derivarlo per 1 ora intera.

se il diaframma fosse regolato a 1/250 consumerebbe 23GWh e rotti.

Commento # 9 di: soulinafishbowl pubblicato il 25 Giugno 2012, 23:57
Originariamente inviato da: lucusta
un cerino quanta energia esprime?
non e' che lo puoi accendere 2 volte.
una lampadina da 100W consuma 100W/h, ma se la tieni accesa 10 minuti quanto consuma?

uno scatto di tale obbiettivo consuma 430W di potenza (si, proprio di potenza, non una misura in lavoro, ma in potenza, anche se e' poco elegante scriverlo), in un infinitesimo (o quanto e' temporizzato il diaframma);
se metti uno dietro l'altro tanti scatti al secondo per un ora, alla fine hai 430W/h, ma devi scattare un solo scatto al secondo (il joule e' W/s).

quindi, anche se e' poco elegante esprimerlo in watt, e' la cosa piu' giusta, in quanto dovresti sapere il tempo impiegato per svolgere il lavoro e derivarlo per 1 ora intera.

se il diaframma fosse regolato a 1/250 consumerebbe 23GWh e rotti.


EH?

Una lampadina da 100W accesa per 10 minuti consuma 100W*600s=60000 Joule.
L'energia (Joule, con la J maiuscola) e' potenza (Watt) PER tempo (secondo), non diviso tempo.
Tutto il resto, anche se e' poco elegante scriverlo, e' puro nonsense, ad essere generosi.
Commento # 10 di: Baboo85 pubblicato il 26 Giugno 2012, 09:23
edit
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor