Aquilone + fotocamera = fotografia aerea low cost

Aquilone + fotocamera = fotografia aerea low cost

di Michele Tarantini, pubblicata il

“Tecnica utilizzata già verso fine '800, la fotografia aerea con l'aquilone è una tecnica in grado di produrre risultati straordinari”

Chiunque si avvicini alla fotografia non appena (o forse anche prima) aver imparato come gestire tempi e diaframmi si rende conto del'importanza di un fattore spesso sottovalutato: l'inquadratura. Tra le tante regole da imparare -per poi infrangere- sul come ottenere un'inquadratura coerente con ciò che si ha in mente, sicuramente esistono alcune tecniche che per loro stessa natura sono ingrado di avere un impatto più forte di altre. Tra queste spicca senza dubbio la fotografia aerea.  

Se fino a qualche anno or sono l'unico metodo o quasi per realizzare delle riprese dall'alto era quello di noleggiare un elicottero, con tutte le spese del caso, negli ultimi anni il fenomeno si è decisamente ampliato grazie al proliferare di elicotteri radiocomandati in grado di trasportare in aria compatte e DSLR. Anche questa è tuttavia una strada che richiede un investimento sia in termini di denaro che di tempo (la curva di apprendimento di come comandare un elicottero radiocomandato non è propriamente uno scherzo).

Una tecnica decisamente più antica e meno onerosa è sicuramente quella della fotografia aerea con l'aquilone: utilizzata già oltre un secolo fa la tecinca in questione consiste nella possibilità di catturare immagini dall'alto collegando la fotocamera ad un semplice aquilone. Ovviamente questo è il concetto base, per realizzare veramente un servizio in questa maniera è necessario imparare come gestire una situazione tanto precaria.

Naturalmente la possibilità di posizionare la fotocamera nel cielo offre una quantità di spunti non indifferente ed i risultati possoo essere decisamente d'effetto. A questo indirizzo è possibile visualizzare altre immagini catturate da appassionati della cosiddetta Kite Aerial Photography.


Commenti (16)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: Paganetor pubblicato il 07 Maggio 2013, 08:34
molto interessante! Ma la sicurezza? Se casca un aquilone non fa un grande danno, ma se casca da un centinaio di metri un aquilone con su mezzo chilo di roba che cosa succede?
Commento # 2 di: Matalf pubblicato il 07 Maggio 2013, 09:01
certo "low-cost" con una leica da 8000 e passa €uro proprio non vanno d'accordo...
Commento # 3 di: *tony* pubblicato il 07 Maggio 2013, 09:10
Originariamente inviato da: Paganetor
molto interessante! Ma la sicurezza? Se casca un aquilone non fa un grande danno, ma se casca da un centinaio di metri un aquilone con su mezzo chilo di roba che cosa succede?




Succede che sono cazzi....
Per me è troppo instabile e incontrollabile come sistema di ripresa.

Per la fotografia aerea in tutta sicurezza e senza spendere un capitale un minidirigibile gonfiato ad elio con attaccato un pantografo radiocomandato(per permettere rotazioni di 360° e inclinazioni di +- 180° con su una bella reflex(e non una compatta come quella dell'articolo)sono una soluzione di gran lunga più efficiente e versatile.
Commento # 4 di: Paganetor pubblicato il 07 Maggio 2013, 09:15
sì ok, ma allora tutto il discorso del "low cost" se ne va a ramengo! Già il dispositivo che permette l'orientamento della fotocamera non dev'essere economico, figuriamoci tutto l'accrocchio.

Comunque la reflex non credo sia la soluzione più adatta in termini pratici: avresti la focale fissa (mentre con una pseudo-compatta forse si può comandare da remoto) e un peso decisamente maggiore...
Commento # 5 di: *tony* pubblicato il 07 Maggio 2013, 09:24
Originariamente inviato da: Paganetor
sì ok, ma allora tutto il discorso del "low cost" se ne va a ramengo! Già il dispositivo che permette l'orientamento della fotocamera non dev'essere economico, figuriamoci tutto l'accrocchio.

Comunque la reflex non credo sia la soluzione più adatta in termini pratici: avresti la focale fissa (mentre con una pseudo-compatta forse si può comandare da remoto) e un peso decisamente maggiore...



Perché quello che vedi nell'articolo non è forse un pantografo radiocomandato?
A parte che non ci vuole una scienza per costruirlo.
Servono 2 servomotori con un radiocomando a 2 canali reperibili in qualsiasi negozio di modellismo.
Quello che costa è il minidirigibile gonfiato ad elio ma costa comunque meno di un qualsiasi drone radiocomandato.
Per il peso è ovvio che una reflex su un'aquilone non la tiri su ma con un minidirigibile ad elio hai voglia a tirar su roba e la comandi anche quella da remoto con tanto di monitor video a terra di quello che inquadri...
Per le foto dall'alto la focale è irrilevante,hai ampi spazi per avvicinarti e allontanarti dall'oggetto come e quando vuoi.
Una bella focale da 20/35mm e sei a posto.
Commento # 6 di: Paganetor pubblicato il 07 Maggio 2013, 09:25
boh, allora non mi è chiaro cosa si intenda con "economico" per un dispositivo così... se escludiamo la fotocamera, quando è ammesso spendere? 500 euro bastano?
Commento # 7 di: SpyroTSK pubblicato il 07 Maggio 2013, 09:45
Originariamente inviato da: Paganetor
boh, allora non mi è chiaro cosa si intenda con "economico" per un dispositivo così... se escludiamo la fotocamera, quando è ammesso spendere? 500 euro bastano?


ci arrivi a pelo ma ti bastano:
http://www.kapshop.com/ infatti non è tanto lowcost secondo me.
Commento # 8 di: *tony* pubblicato il 07 Maggio 2013, 09:52
Originariamente inviato da: Paganetor
boh, allora non mi è chiaro cosa si intenda con "economico" per un dispositivo così... se escludiamo la fotocamera, quando è ammesso spendere? 500 euro bastano?


Quello è già fatto e se lo fanno pagare profumatamente.
Io non ho difficoltà a costruirmi il sistema di ripresa,le ho nella costruzione del pallone per portare su l'attrezzatura.
In ogni caso questo aquilone può costare anche 200€ che io ci attaccherei solo una webcam giusto per divertirmi.
Un'aquilone non è facile da pilotare e il rischio di buttare tutto è troppo elevato secondo me.
Commento # 9 di: .:Sephiroth:. pubblicato il 07 Maggio 2013, 10:14
fotografia aerea low cost con una leica montata sopra? ahahah simpatici!
Commento # 10 di: JackZR pubblicato il 07 Maggio 2013, 12:21
Secondo me è un idea idiota ma sarò io...
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor