Amazon espande i test dei droni per le consegne nel Regno Unito

Amazon espande i test dei droni per le consegne nel Regno Unito

di Salvatore Carrozzini, pubblicata il

“Amazon annuncia il nuovo accordo con il governo britannico finalizzato al programma di test dei droni per le consegne aeree. Il colosso dell'e-commerce mira ad effettuare le consegne in soli 30 minuti grazie all'utilizzo dei droni.”

Amazon comunica di aver siglato un importante accordo con il Governo britannico che permetterà al colosso dell'e-commerce di portare avanti i test sulle consegne aeree tramite droni; un progetto che consentirebbe ad Amazon di ridurre ulteriormente l'intervallo di tempo tra l'ordine online e l'effettiva disponibilità del prodotto presso il domicilio dell'acquirente, ma che, prima di essere attivato su larga scala, richiede ulteriori sperimentazioni e approvazioni da parte degli enti preposti.

Drone Amazon

Paul Misener, Vice President of Global Innovation Policy and Communications di Amazon, ha commentato nei seguenti termini la conclusione dell'accordo con il Governo britannico: 

Il Regno Unito è leader nel permettere l'innovazione tramite droni - abbiamo effettuato investimenti nella ricerca su Prime Air e sviluppato il progetto qui da un po' di tempo. Questo annuncio rafforza la nostra partnership con il Regno Unito e porta Amazon più vicino all'obiettivo di utilizzare i droni per consegnare in sicurezza in 30 minuti i pacchetti ai clienti nel Regno Unito e in qualsiasi altra parte del mondo.

Ad occuparsi di portare avanti il progetto, sarà un team supportato dalla CAA (l'Autorità per l'Aviazione Civile) del Regno Unito che consentirà da Amazon di portare avanti i test su tre fronti: 

  • Operazioni con i droni oltre la line of sight nelle aree rurali e suburbane
  • Testare le prestazioni dei sensori per verificare che i droni siano in grado di identificare ed evitare gli ostacoli 
  • Voli in cui una sola persona può controllare molteplici droni altamente automatizzati

Un progetto portato avanti a quattro mani con il quale da un lato Amazon raccoglierà importanti dati sulle tecnologie necessarie per effettuare in sicurezza i voli, dall'altro le autorità governative britanniche potranno ricavare i giusti feedback per predisporre la normativa necessaria a disciplinare i voli dei droni "fattorini" di Amazon e, più in generale, di servizi di consegna analoghi.

Un progetto con ricadute importanti non soltanto per la clientela di Amazon, come sottolinea Misener:

Utilizzare piccoli droni per la consegna dei pacchetti migliorerà la customer experience, creerà nuovi posti di lavoro in un settore in rapida crescita e darà inizio a nuovi metodi di consegna sostenibili per soddisfare la domanda futura. Il Regno Unito sta tracciando un passo in avanti per la tecnologia dei droni da cui trarranno beneficio i consumatori, l'industria e la società

Per trasformare le consegne aeree tramite droni in un servizio fruibile da tutti su vasta scala occorrerà ancora del tempo, ma Amazon è tra i soggetti più attivi nell'emergente settore.


Commenti (6)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: gd350turbo pubblicato il 26 Luglio 2016, 12:20
Se lo portano in Italia, in una settimana gli abbiamo fatto sparire tutti i droni !

Se li ritrovano riverniciati su subito punto it !
Commento # 2 di: AlPaBo pubblicato il 26 Luglio 2016, 15:36
Originariamente inviato da: gd350turbo
Se lo portano in Italia, in una settimana gli abbiamo fatto sparire tutti i droni !

Se li ritrovano riverniciati su subito punto it !


Sinceramente questa affermazione ha stancato. Se vai a vedere la documentazione ufficiale europea (http://ec.europa.eu/eurostat/statis...cs_YB2014.xlsx), ti accorgi che in Italia si hanno: molti meno crimini che nel Regno Unito, un quarto dei crimini violenti (quelli più gravi), meno omicidi, meno rapine, meno casi di traffico di droga. L'unico crimini in cui siamo effettivamente in "vantaggio" è il furto d'auto.
In conclusione, la sperimentazione sarebbe più sicura da noi che nel Regno Unito. Il fatto è che voi vi lasciate infinocchiare dai media, che da noi drammatizzano molto di più i casi di criminalità, facendoli sembrare più gravi di quanto effettivamente vero (vedi il commento in http://www.taurinorum.net/opinioni/...tri-paesi.html).
Commento # 3 di: Persilù pubblicato il 26 Luglio 2016, 15:38
Non vedo l'ora che arrivi anche in Italia un servizio simile.
Io che ordino spesso ricambi di vario genere, non mi dispiacerebbe affatto ordinarli la mattina, e riceverli prima di mezzogiorno con buona parte della giornata ancora a disposizione per montarli..
Commento # 4 di: gd350turbo pubblicato il 26 Luglio 2016, 16:06
Originariamente inviato da: AlPaBo
Sinceramente questa affermazione ha stancato. Se vai a vedere la documentazione ufficiale europea (http://ec.europa.eu/eurostat/statis...cs_YB2014.xlsx), ti accorgi che in Italia si hanno: molti meno crimini che nel Regno Unito, un quarto dei crimini violenti (quelli più gravi), meno omicidi, meno rapine, meno casi di traffico di droga. L'unico crimini in cui siamo effettivamente in "vantaggio" è il furto d'auto.
In conclusione, la sperimentazione sarebbe più sicura da noi che nel Regno Unito. Il fatto è che voi vi lasciate infinocchiare dai media, che da noi drammatizzano molto di più i casi di criminalità, facendoli sembrare più gravi di quanto effettivamente vero (vedi il commento in http://www.taurinorum.net/opinioni/...tri-paesi.html).



La faccina non ti suggerisce nulla ?

E fatevela una risata ogni tanto !
Commento # 5 di: mirkonorroz pubblicato il 26 Luglio 2016, 16:47
Piu' che altro, sarebbe bello che oltre la news, qualche volta, si seguisse anche l'evoluzione dei fatti, tipo come fa Report. Ad esempio le altre sperimentazioni in corso come stanno andando?
Commento # 6 di: MaxFabio93 pubblicato il 26 Luglio 2016, 18:42
Originariamente inviato da: AlPaBo
Sinceramente questa affermazione ha stancato. Se vai a vedere la documentazione ufficiale europea (http://ec.europa.eu/eurostat/statis...cs_YB2014.xlsx), ti accorgi che in Italia si hanno: molti meno crimini che nel Regno Unito, un quarto dei crimini violenti (quelli più gravi), meno omicidi, meno rapine, meno casi di traffico di droga. L'unico crimini in cui siamo effettivamente in "vantaggio" è il furto d'auto.
In conclusione, la sperimentazione sarebbe più sicura da noi che nel Regno Unito. Il fatto è che voi vi lasciate infinocchiare dai media, che da noi drammatizzano molto di più i casi di criminalità, facendoli sembrare più gravi di quanto effettivamente vero (vedi il commento in http://www.taurinorum.net/opinioni/...tri-paesi.html).


Concordo su tutto, si fa troppo pessimismo in questo paese e bisogna finirla di piangersi addosso, gente che non ha un minimo di cervello, si indigna ma non si informa adeguatamente su quello che gli succede attorno. Sembra tutto una catastrofe

Comunque sia quella di gd350turbo era una battuta, ho riso anche io alla fine

Tornando in tema, quella di Amazon sembra essere una cosa seria, se riuscisse a prendere piede sarebbe una rivoluzione del settore!
BenQ Monitor