Nik Collection gratis, Google offre il free download (Windows e Mac)

Nik Collection gratis, Google offre il free download (Windows e Mac)

di Alessandro Bordin , pubblicato il

“Una gradita sorpresa per gli appassionati di fotografia e post-produzione: da oggi i noti strumenti offerti nella Nik Collection non sono più a pagamento ma completamente gratuiti, sia per piattaforme Windows sia Mac. Ecco una rapida rassegna di quello che possono offrire questi strumenti ”

La passione per la fotografia è vecchia quanto la sua invenzione: il forte potere comunicativo, unito alle infinite possibilità di "fissare" un istante, hanno reso questa ultra centenaria disciplina una delle più gradite opere umane in tutto il mondo, senza eccezioni. Se alle origini era una questione di pochi, il tempo ha reso popolarissima la pratica della fotografia anche con poche risorse a disposizione, fino ad arrivare al giorno d'oggi dove basta un telefono.

Certo, c'è fotografia e fotografia, ma parlando in senso generale è innegabile che fare foto è oggi davvero alla portata di tutti, tralasciando il come. Con l'avvento della fotografia digitale sono cambiate moltissime dinamiche nel processo che dallo scatto porta alla stampa o alla foto "fluida", a cui si è aggiunto un elemento dirompente, ovvero la post produzione digitale. Se un tempo l'operazione di sviluppo e regolazioni per ottenere foto d'effetto erano competenze di pochi, oggi PC e smartphone hanno esteso enormi potenzialità in questo senso praticamente a tutti.


Dopo                                                 Prima

Questo non significa che tutti possono essere esperti e capaci nell'opera di post produzione; serve gusto, mestiere e tanto, tanto tempo, ma è innegabile che il digitale ha reso alla portata di tutti operazioni che un tempo non lo erano affatto. Fra gli strumenti di post produzione desktop i più acclamati e diffusi sono sicuramente quelli realizzati dalla ex Nik Software, azienda di San Diego nata nel 1995 che ha saputo costruirsi negli anni una solida reputazione fra gli appassionati. Problema: la suite costava alle origini 500 dollari USA quindi, salvo addentrarsi del mondo del download illegale, non era certo alla portata di tutti.

La bontà delle soluzioni proposte attirò l'attenzione di Google, sempre più attenta al mondo delle immagini, che nel settembre del 2012 comprò Nik Software e propose in seguito la suite a circa 150 Dollari. Si tratta di strumenti mirati per l'ottimizzazione delle immagini, nella forma di plug-in che vanno ad integrarsi in famosissimi software come Adobe Lightroom, Photoshop e Photoshop Elements, nonché Aperture di Apple.

La buona notizia giunta nelle scorse ore è che Nik Collection (il nome con cui viene indicata attualmente) viene ora distribuita nella forma di download gratuito, sia per piattaforma Windows che per Mac.

Download diretto Nik Collection per Windows - .exe, dimensione file 429MB

Download diretto Nik Collection per Mac - .dmg, dimensione file 590MB

Se non sapete di cosa stiamo parlando, ecco un breve riassunto degli strumenti messi a disposizione dalla Nik Collection, preceduto da una gallery di esempi.

- Analog Efex Pro

Un set di strumenti per simulare i processi di camera oscura e il "carattere" di determinate pellicole. Sono ben 14 i preset su cui intervenire andando a modificare lo scatto originale come per esempio la quantità di bokeh, aggiunta di graffi, vignettatura, tonalità delle varie emulsioni del passato e via dicendo, con la possibilità di modificare singolarmente i parametri e quindi andando ben oltre le impostazioni base. Insomma, stile effetti Instagram.

- Color Efex Pro

Strumento estremamente potente contenente 55 filtri molto diversi fra loro, che garantiscono un enorme margine di intervento sotto ogni punto di vista.  E' il plugin più completo di tutta la suite, che permette enormi margini di intervento su contrasto, temperatura colore, passaggio a bianco e nero, aree a singolo e doppio tono, ognuno dei quali con una serie di barre a scorrimento e opzioni che permettono di intervenire praticamente su ogni parametro.

- Silver Efex Pro

Plugin specifico per passare dal colore al bianco e nero, oppure per modificare con strumenti specifici immagini già in bianco e nero. Sono circa 20 i tipi di pellicole in bianco e nero simulate, con margini di intervento su luci, contrasti, rumore e tanto altro ancora. Non mancano gli effetti come lastra antica, per aggiungere quel gusto retrò tanto gradito dal grande pubblico.

- Viveza

Plugin specializzato nella modifica solo di alcune aree della foto e non nella sua interessa. Interventi mirati attraverso punti di controllo nei quali agire su luminosità, saturazione, struttura, temperatura, singoli canali colore via dicendo, con la possibilità di inserirne diversi nella stessa fotografia.

- HDR Efex Pro

Il nome di questo plugin lascia ben poco all'immaginazione: si tratta di uno strumento tutto incentrato sull'HDR, High Dynamic Range, in grado di recuperare le alte luci perdute, estrarre dettagli dalle ombre e agire con grandi margini nella calibrazione del colore. Si va dall'applicazione del filtro con un click al controllo totale sul singolo parametro, lasciando quindi all'utente grandi margini di intervento (e di danno).

- Sharpener Pro

Pensato esclusivamente con uno scopo, ovvero aumentare la nitidezza delle immagini. E' possibile inserire dei punti di controllo per agire solo su alcune parti dell'immagine, oppure affidarsi a pattern preimpostati per ottenere risultati in modo molto rapido.

- Dfine

Uno strumento pensato per la rimozione del rumore dagli scatti. Anche in questo caso si va da impostazioni predefinite al controllo totalmente manuale del plugin, con la possibilità di intervenire selettivamente solo su alcune parti e dosando l'effetto nella maniera desiderata. Uno strumento potente, nonché uno dei più apprezzati dai professionisti.


Commenti (27)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: DukeIT pubblicato il 25 Marzo 2016, 17:02
Funzionano come stand alone od hanno bisogno di integrarsi in un software quale Photoshop? Nel caso, si integrano con Gimp?
Altrimenti è inutile averli gratis, quando poi devi pagare (esageratamente) il sw Adobe...
Commento # 2 di: Alessandro Bordin pubblicato il 25 Marzo 2016, 17:24
Io so che sono plugin che si integrano nei sw Adobe e Apple, ma ho letto in rete ora che c'è chi li usa con Gimp

(http://bernhardhuber.blogspot.it/20...re-in-gimp.html)
Commento # 3 di: DukeIT pubblicato il 25 Marzo 2016, 17:30
Ah, allora diventano veramente interessanti
Commento # 4 di: fraquar pubblicato il 25 Marzo 2016, 17:49
Originariamente inviato da: DukeIT
Funzionano come stand alone od hanno bisogno di integrarsi in un software quale Photoshop? Nel caso, si integrano con Gimp?
Altrimenti è inutile averli gratis, quando poi devi pagare (esageratamente) il sw Adobe...


Se ti serve per lavorare ti assicuro che la creative suite è di fatto regalata.
Se invece la vorresti per sviluppare foto di merda fatte con il cellulare beh allora forse il costo non vale la candela no?
Commento # 5 di: demon77 pubblicato il 25 Marzo 2016, 18:07
Originariamente inviato da: DukeIT
Funzionano come stand alone od hanno bisogno di integrarsi in un software quale Photoshop? Nel caso, si integrano con Gimp?
Altrimenti è inutile averli gratis, quando poi devi pagare (esageratamente) il sw Adobe...


Ha ragione Fraqar!
A conti fatti photoshop è il prodotto principe per il fotoritocco professionale.. e come tutti i prodotti professionali ha un costo.. ed è decisamente basso perchè se sei professionista una licenza di photoshop te la paghi in un attimo.

Se invece sei solo un appassionato che smanetta per i fatti suoi a casa sua.. puoi usare gimp che a confronto è una cacca secca o te lo scarichi a sgamo e ci smanetti che con queste premesse è chiaro che non danneggi nessuno.
Commento # 6 di: DukeIT pubblicato il 25 Marzo 2016, 18:37
Originariamente inviato da: fraquar
Se ti serve per lavorare ti assicuro che la creative suite è di fatto regalata.
Se invece la vorresti per sviluppare foto di merda fatte con il cellulare beh allora forse il costo non vale la candela no?
Ma non esistono solo professionisti e utenti che fanno foto di merda. Esistono anche persone con decenti apparecchi fotografici, che però non li utilizzano per guadagnarci.
Tra le altre cose... conosco moltissime persone che ci lavorano con le immagini, ma non è che i guadagni siano poi così alti da permettersi le cifre chieste da Adobe, se tu ci riesci e trovi la suite addirittura regalata, mi fa piacere per te.
Commento # 7 di: drBat pubblicato il 25 Marzo 2016, 19:04
Originariamente inviato da: DukeIT
Ma non esistono solo professionisti e utenti che fanno foto di merda. Esistono anche persone con decenti apparecchi fotografici, che però non li utilizzano per guadagnarci.
Tra le altre cose... conosco moltissime persone che ci lavorano con le immagini, ma non è che i guadagni siano poi così alti da permettersi le cifre chieste da Adobe, se tu ci riesci e trovi la suite addirittura regalata, mi fa piacere per te.


Quoto alla grande... sono un semplice appassionato di fotografia, dalle mie foto non guadagno un centesimo. Ho comprato lightroom 5 e l'aggiornamento al 6 quando ho preso una d7200 (i cui raw il 5 non gestisce), di photoshop onestamente non ne sento l'esigenza. Peraltro mi sento anche abbastanza preso in giro dalla politica adobe che mette certe feature solo sulle versioni in abbonamento (vedi dehaze, che non esiste sulla versione a licenza perpetua)...
Commento # 8 di: demon77 pubblicato il 25 Marzo 2016, 19:30
Originariamente inviato da: DukeIT
Ma non esistono solo professionisti e utenti che fanno foto di merda. Esistono anche persone con decenti apparecchi fotografici, che però non li utilizzano per guadagnarci.
Tra le altre cose... conosco moltissime persone che ci lavorano con le immagini, ma non è che i guadagni siano poi così alti da permettersi le cifre chieste da Adobe, se tu ci riesci e trovi la suite addirittura regalata, mi fa piacere per te.


Hai ragione. Sicuramente, adesso in particolare, i professionisti sono molto bistrattati. Figurati poi che io sto nel ramo edilizia..
Ma è anche vero che come software professionale non è carissimo.. Che poi adesso si fa fatica a fatturare vabeh..
Commento # 9 di: MadMax of Nine pubblicato il 25 Marzo 2016, 21:45
Ora Photoshop, Bridge e Lightroom CC costano 11 euro al mese, mi sembra un prezzo davvero basso, io li pago volentieri

La suite Nik Collection la uso da anni ormai ed è molto comoda, alla fine non sono altro che degli automatismi, tutte cose che un utente medio/esperto con photoshop è in grado di fare ugualmente, solo che con questa suite è tutto automatizzato e in pochi click ottieni quello che ci avresti messo in molto più tempo.

Non costava molto, se non erro la pagai poco comunque, e anche li, soldi spesi bene.
Commento # 10 di: StePunk81 pubblicato il 26 Marzo 2016, 10:59
Originariamente inviato da: DukeIT
Funzionano come stand alone od hanno bisogno di integrarsi in un software quale Photoshop? Nel caso, si integrano con Gimp?
Altrimenti è inutile averli gratis, quando poi devi pagare (esageratamente) il sw Adobe...


io lo uso standalone, basta andare su programmi/google/nik e fai partire gli exe
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor