Nikon D800, 36 Megapixel con e senza filtro Low-pass

Nikon D800, 36 Megapixel con e senza filtro Low-pass

di Alessandro Bordin , pubblicato il

“Finalmente è arrivata. Dopo anni di voci, smentite e conferme, prende la via dei negozi la nuova reflex professionale full frame D800, macchina da studio e cerimonia che si affianca all'ammiraglia Nikon D4 nell'offerta del produttore nipponico”

Nikon D800 e D800E, un filtro di differenza

Quasi tutte le fotocamere digitali integrano un filtro low-pass per combattere il fastidioso effetto moiré, pagando un prezzo di leggerissima sfocatura a livello di pixel. Per avere la massima definizione possibile, Nikon ha pensato di offrire D800 anche in versione senza filtro low-pass, commercializzandola con la sigla D800E.

Gli scatti saranno afflitti molto più facilmente dall'effetto indesiderato, ma a guadagnarne è la nitidezza generale, che può essere necessaria in alcuni ambiti di utilizzo. Nikon, con il software a corredo, promette di aver messo a punto gli strumenti necessari (inclusi in Capture NX2 fornito in dotazione), per ridurre il moiré dai RAW (NEF, in casa Nikon), influendo in minima parte sulla nitidezza generale, che risulterà in tutti i casi migliore di quella ottenuta con fotocamere con filtro low-pass.

La disponibilità delle nuove reflex D800 è attesa per marzo, mentre circa un mese più tardi sarà possibile mettere le mani sul modello D800E. I prezzi USA sono da fotocamera professionale, per quanto la metà della D4: si parla infatti di circa 3000 Dollari USA per la D800 e 3300 per la D800E.

Occorre comunque precisare che con D800 Nikon intende offrire ai professionisti un nuovo strumento, che supera di certo alcune limitazioni della D700, divenuta ormai anziana (3 anni e mezzo sulle spalle sono tanti, con il digitale e nel settore professionale). In primis il sensore, che raggiunge livelli di pixel mai raggiunti da una reflex professionale, che mette in condizione di utilizzare ottiche DX con scatti da 15,3 Mpixel, mentre con la D700 ci si doveva accontentare di soli 5 Mpixel.

La gamma di ISO, seppur di poco, è superiore a quella della D700, mentre il processore Expeed 3 costituisce un passo avanti nella gestione generale della qualità degli scatti. Con la D800 Nikon intende fare molti passi avanti rispetto alla reflex full frame "base" del passato, anche sul fronte video. Uno strumento pensato, è bene ricordarlo, per riprese da studio e cerimonia, lasciando gli altri campi all'ammiraglia D4.

Adesso non resta che attendere la risposta di Canon, ma è nostra convinzione che vi saranno molte similitudini fra la D800 e la futura EOS 5D Mark III o C che dir si voglia, in un gioco di rincorsa che vede i due marchi rivali presentare a fasi alterne modelli mai troppo differenti in base al target scelto.

Nel frattempo, l'utenza professionale Nikon avrà di che pensare, grazie alla presentazione di un modello che farà discutere, certamente, ma con moltissime frecce al proprio arco, non ultima quella che mira al cuore del medio formato.


Commenti (128)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: bollicina31 pubblicato il 07 Febbraio 2012, 12:42
aspetto di vedere un pò di foto prima di giudicare.
Però già di base 36mpx. sono davvero tanti vedremo cosa saprà fare il sensore in primis, e il processore.
Poi se iniziamo a giudicare foto passate al Ps. e piallate ecc...
all'ora è un'altro discorso.
Ci vuole che tutti sti Mpx. sia supportati da ottime lenti e che il sensore riesca effettivamente a catturare tutti i dettagli del caso
Commento # 2 di: giofal pubblicato il 07 Febbraio 2012, 12:54
Ha la stessa densità di sensori della D7000 che si comporta già in modo egregio in fatto di rumore.

Quindi a parità di tecnologia, questa Nikon avrà almeno un EV di vantaggio sul rumore a causa del minor ingrandimento necessario.

Riguardo le lenti, stesso discorso. Per sfruttare a fondo il sensore dovranno sostenere la stessa frequenza spaziale della D7000 e anche qui i risultati saranno comunque migliori a causa dei minori ingrandimenti necessari.

L'unico vero problema sarà lo spazio di archiviazione necessario per i nef (sperando che vi siano i nef ridotti come fa Canon).

Se potessi, l'avrei subito....
Commento # 3 di: Donagh pubblicato il 07 Febbraio 2012, 13:00
unico "neo" i troppi MP
nel "mio" uso 12-16 sono anche troppi
poi ovvio se ce l impostazione Sraw o simile ok

e giustamente come dice giofag facilmente troppo spazio occupato dalle foto stesse...
Commento # 4 di: ficofico pubblicato il 07 Febbraio 2012, 13:17
Quindi a parità di tecnologia, questa Nikon avrà almeno un EV di vantaggio sul rumore a causa del minor ingrandimento necessario.

Concordo

Riguardo le lenti, stesso discorso. Per sfruttare a fondo il sensore dovranno sostenere la stessa frequenza spaziale della D7000 e anche qui i risultati saranno comunque migliori a causa dei minori ingrandimenti necessari.

No, i risultati nella zona aps-c della d800 saranno praticamente identici a quelli della d7000 (stessa densità relativa), mentre nella restante zona full frame ci vorranno ottiche spaventose per riuscire ad avere bordi molto ben definiti, il 14-24 sicuramente e i fissi pregiati, ma questo è normale...
Commento # 5 di: Notturnia pubblicato il 07 Febbraio 2012, 13:22
sono Canon-ista ma questa è una bella macchina..
l'unico neo sono i commenti sui MPixel.. tutti ingegneri pronti a lamentarsi che la tecnologia avanza e loro no..

36,3 Mpixel sono tanti/pochi/troppi/troppo pochi a seconda degli utilizzi.. ma vorrei sapere da chi la comprerà se sono troppi.. non da chi comunque non ha intenzione di comprarla..

io ho intenzione di comprare la 5D MKII (o MkIII se esce a breve) e non ritengo pochi o troppi i MPixel.. se la resa c'è ottimo.. se la gamma dinamica è a posto e si puo' usare bene da 100 a 1600 iso per il resto avere più MPixel non è che un enorme aiuto.. posso usare un 70-200 e croppare al posto di comprare un 400 e ho delle foto "equivalenti".

basta lagnarsi che l'uva non è matura...

ben fatto nikon.. speriamo che canon si muova :-D ho fretta..
Commento # 6 di: Raven pubblicato il 07 Febbraio 2012, 13:48
Certo però... la versione con filtro costa X.... la versione SENZA (quindi a cui MANCA qualcosa) costa X PIU' Y!!!... ho capito che la versione senza filtro è la novità, ma, in teoria, dovrebbe costare meno (o al limite, uguale)...
Commento # 7 di: MadMax of Nine pubblicato il 07 Febbraio 2012, 13:53
Sarei curioso di vederla con ottiche DX, potrei farmi un buon corredo 2.8 con la tranquillità di tenerle se un giorno decidessi di passare a FF...

Vedremo le prove sul campo...
Commento # 8 di: Duncan pubblicato il 07 Febbraio 2012, 13:55
Non è che è senza filtro, lo ha diverso, non mangia i dettagli più fini e rimane però soggetto al moirè
Commento # 9 di: (IH)Patriota pubblicato il 07 Febbraio 2012, 14:03
Sarebbe tutto molto bello se non fosse che le ottiche con copertura FF sui bordi soffrono anche con 21Mpix.

Per il momento su 5D/1DsmkIII si salvano una manciata di vetri, il distagon 21, il 135/2, il 70-200/4 IS, il 300/2.8 e poco, pochissimo altro.

Per avere bordi decenti servirà diaframmare ma attenzione a non esagerare perché la diffrazione, aumentando la densità, interviene prima.

Anche il target che l' articolo definisce per matrimonialisti/studio non mi quaglia tanto.

In studio per fare still life/studio hai bisogno spesso di tanta PDC e serve diaframmare, le ottiche per 35mm hanno aperture minime di F16 per i fissi luminosi ed F32 per gli zoom sgrausotti, con queste densità (senza fare i conti ma andando a naso) già ad F11/F13 la diffrazione comincia a vedersi (facendo perdere il vantaggio dei 36mpix).
C'è poi la questione della gamma cromatica per i passaggi tonali, hasseblad fa un bracketing di 4 foto spostando il sensore per poter raccogliere informazioni sui passaggi tonali (e lo fa su un sensore enorme), 36mpix in questo non aiutano anche senza filtro low pass.

Per i matrimonialisti la questione ci può' anche stare ma non è del tutto vero che non servono ISO alti (le chiese non sono normalmente molto luminose ed è li che ti devi giocare le carte "vincenti" in aggiunta poi alla quantità di dati da stoccare visto che 800/1000 foto per un matrimonio non è che siano tante (vengono fuori 50Gbyte di roba ??).

Dopo aver invidiato i 12Mpix della D700/D3 questo giro non posso che essere contento di sapere che Canon ha scelto per la 1DX "solo" 18Mpix. sicuramente a questo giro non mi passerà per la mente di scappare da Canon per Nikon.
Commento # 10 di: St1ll_4liv3 pubblicato il 07 Febbraio 2012, 14:08
Originariamente inviato da: (IH)Patriota
Sarebbe tutto molto bello se non fosse che le ottiche con copertura FF sui bordi soffrono anche con 21Mpix.

Per il momento su 5D/1DsmkIII si salvano una manciata di vetri, il distagon 21, il 135/2, il 70-200/4 IS, il 300/2.8 e poco, pochissimo altro.

Per avere bordi decenti servirà diaframmare ma attenzione a non esagerare perché la diffrazione, aumentando la densità, interviene prima.

Anche il target che l' articolo definisce per matrimonialisti/studio non mi quaglia tanto.

In studio per fare still life/studio hai bisogno spesso di tanta PDC e serve diaframmare, le ottiche per 35mm hanno aperture minime di F16 per i fissi luminosi ed F32 per gli zoom sgrausotti, con queste densità (senza fare i conti ma andando a naso) già ad F11/F13 la diffrazione comincia a vedersi (facendo perdere il vantaggio dei 36mpix).
C'è poi la questione della gamma cromatica per i passaggi tonali, hasseblad fa un bracketing di 4 foto spostando il sensore per poter raccogliere informazioni sui passaggi tonali (e lo fa su un sensore enorme), 36mpix in questo non aiutano anche senza filtro low pass.

Per i matrimonialisti la questione ci può' anche stare ma non è del tutto vero che non servono ISO alti (le chiese non sono normalmente molto luminose ed è li che ti devi giocare le carte "vincenti" in aggiunta poi alla quantità di dati da stoccare visto che 800/1000 foto per un matrimonio non è che siano tante (vengono fuori 50Gbyte di roba ??).

Dopo aver invidiato i 12Mpix della D700/D3 questo giro non posso che essere contento di sapere che Canon ha scelto per la 1DX "solo" 18Mpix. sicuramente a questo giro non mi passerà per la mente di scappare da Canon per Nikon.


quoto al 100%.

se la 5d3 è una reflex sportiva (leggasi: buon autofocus e non più di 21mpixel, oltre ad una buona raffica), direi che canon ha fatto centro.

La d800 ha snaturato completamente la d700...
a conti fatti, la D4 fa il lavoro della ex D700, e la D3x è stata sostituita dalla D800.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor