Valentina Cusano su fotografidigitali.it

Valentina Cusano su fotografidigitali.it

di Alessandro Bordin , pubblicato il

“Inauguriamo con questo articolo un filone di interviste ai professionisti della fotografia, un campo mai come oggi pieno di problemi e contraddizioni, ma che offre grandi stimoli e opportunità anche grazie all'avvento del digitale. Valentina Cusano, fotografa e creativa a tutto tondo, ci parla del suo percorso artistico e professionale, con qualche consiglio per chi inizia.”

Un mondo che cambia in fretta

Al giorno d'oggi pochi ambiti posso essere considerati così ricchi e stimolanti come la fotografia, forte di una componente creativa molto importante. Il periodo è fra i più intriganti, contraddittori e fecondi di sempre, complice la rivoluzione digitale che ha provocato un vero e proprio terremoto nel campo, stravolgendo schemi, macchinari di ripresa e di stampa, oltre alla la professione stessa del fotografo. Pochi, pochissimi gli sconti fatti a chi non ha saputo vivere dall'interno questa convivenza di cultura ultracentenaria e scatto digitale, in un processo di cambiamento in pieno divenire.

Troppe rivoluzioni e troppo in fretta: web, fotocamere digitali, tracciatura GPS sono solo alcuni degli elementi di stimolo e disturbo arrivati di prepotenza nella vita dei professionisti di una decina di anni fa, magari dopo una carriera trentennale passata fra camere oscure e un modo ultra-consolidato di fare fotografia, più lento ma anche più ragionato. Oltre a questo troviamo anche una barriera generazionale, che ha reso la vita molto difficile a chi, anche volendo, non ha saputo adeguarsi all'utilizzo di un computer e a una migrazione al digitale veramente difficile da mandar giù in così breve tempo.   

Il digitale però non deve essere visto come una soluzione definitiva a molti dei problemi della fotografia "classica", quanto come un mezzo differente che deve armonizzarsi con i tratti del fotografo professionista. Questa figura, è bene ricordarlo, è tale a prescindere da ciò che porta al collo, anche oggi. Il fotografo attinge dal bagaglio culturale offerto dalla storia della fotografia, utilizza regole che la professione impone per un determinato tipo di lavoro, sa come muoversi in ogni circostanza, più mille altri particolari influenzati poco o nulla dalla scelta dei bit al posto delle emulsioni.

Rimane però innegabile che sono veramente pochi, come accennato in precedenza, i fotografi professionisti che ad oggi non fanno uso del digitale. Lo scatto digitale ha portato in dote una fruizione immediata dell'immagine, bruciato i tempi  in ogni aspetto della fotografia e, non ultimo, rilanciato una passione a livello globale per questa professione avvolta da un innegabile fascino. 

Ecco quindi l'importanza di capire come si muovono, in uno scenario così articolato, i professionisti di oggi. Iniziamo questo viaggio nelle vite dei fotografi professionisti con una figura che vanta una gavetta analogica e una maturità digitale, avendo vissuto in pieno il passaggio al nuovo millennio cogliendo i benefici di oggi armonizzati con insegnamenti del passato. Stiamo parlando di Valentina Cusano, fotografa free lance con una carriera molto ricca alle spalle e un futuro pieno di progetti, come ci dirà lei stessa nell'intervista riportata nelle pagine a seguire.

BenQ Monitor