Canon EOS-1D X: la nuova ammiraglia

Canon EOS-1D X: la nuova ammiraglia

di Roberto Colombo , pubblicato il

“Canon presenta la sua nuova ammiraglia, che fonde insieme le precedenti serie 1D e 1Ds: Canon EOS-1D X offre sensore CMOS full frame da 18,1 megapixel e un rinnovato sistema autofocus, che promette di essere il vero punto di forza”

Un nuovo sistema autofocus molto evoluto

Uno dei punti di forza della nuova EOS-1D X è certamente il nuovo sistema autofocus che combina il sensore AF a 61 punti a un sensore di misurazione della luce e a un nuovo algoritmo AF per assicurare una maggiore precisione e un migliore inseguimento dei soggetti in movimento. Il sensore AF a 61 punti dispone di 45 punti a croce e 5 punti a doppia croce. In combinazione con il sistema EOS iTR system (intelligent Tracking and Recognition) per rilevare il colore del soggetto e i volti, il sistema di inseguimento AF promette notevoli miglioramenti.

Invece di utilizzare unicamente le informazioni AF, la fotocamera utilizza anche le informazioni sui colori rilevate dal nuovo sensore di misurazione RGB per inseguire i soggetti. Questo regala al modulo autofocus anche la capacità di rilevare con precisione i volti, capacità fino ad oggi limitata ai sistemi di messa a fuoco basata sul contrasto, ad esempio con una maggiore precisione nell'inseguire un viso messo a fuoco inizialmente senza il rischio che il punto AF possa focheggiare un altro soggetto se dovesse entrare nell’inquadratura.

La nuova Canon EOS 1D X offre ben sei modalità di messa a fuoco dedicati alle situazioni più difficili, ecco come le descrive il comunicato stampa:

  • Modello 1 – È una versatile impostazione multiuso: il “settaggio” classico ideale per la maggior parte delle scene e dei soggetti.
  • Modello 2 – Consente l’inseguimento continuo dei soggetti, ignorando possibili ostacoli: progettato per continuare a monitorare il soggetto persino quando lo stesso si sposta momentaneamente fuori dai punti AF. Ideale per foto d’azione con soggetti in movimento nell’inquadratura, come sci freestyle, tennis e nuoto a farfalla.
  • Modello 3 – Messa a fuoco istantanea di soggetti che entrano improvvisamente sui punti AF: questa impostazione consente di focheggiare istantaneamente il soggetto rilevato. È molto efficace quando si desidera fotografare soggetti differenti uno dopo l’altro, come nello sci alpino o alla partenza di una gara ciclistica.
  • Modello 4 – Per soggetti che accelerano o rallentano velocemente: ideato per l’inseguimento di soggetti in movimento che potrebbero variare velocità e direzione repentinamente, come negli sport motoristici in curva o nel rugby.
  • Modello 5 – Per soggetti con movimento irregolare in ogni direzione: da utilizzare solo con AF e selezione automatica a 61 punti, Zone AF e modalità di espansione dei punti AF. Questo settaggio è ideale per l’inseguimento continuo di soggetti che possono muoversi rapidamente su e giù e a destra e sinistra durante lo scatto. La fotocamera continua a monitorare il soggetto selezionando automaticamente il punto AF più vicino. Le situazioni di ripresa più comuni comprendono il pattinaggio e le gare aeree.
  • Modello 6 – Per soggetti che cambiano velocità e si muovono in modo irregolare: da utilizzare solo con AF e selezione automatica a 61 punti, Zone AF e modalità di espansione dei punti AF. Questa impostazione è simile a quella del modello 4, ma viene impiegata quando si utilizzano più punti AF. Consente l’inseguimento del movimento del soggetto selezionando automaticamente i punti AF. Ideale per il basket o la ginnastica ritmica.

AI Servo AF usa una forma d’intelligenza artificiale (AI) per determinare la velocità e la direzione dei soggetti in movimento e focheggiare l’obiettivo alla posizione prevista in modo da aumentare la probabilità di ottenere uno scatto nitido durante l’esposizione. EOS-1D X ora impiega un microprocessore AF e un microcomputer AE assistito da un processore DIGIC 4 (quello che una volta era il cuore di intere fotocamere, reflex e compatte), per gestire l'elaborazione della grande quantità di dati prodotti dai diversi sensori che formano il nuovo sistema AF. Il modulo di lettura della luce si basa 252 zone e impiega un sensore RGB da 100.000 pixel con il processore DIGIC 4 dedicato a formare il nuovo sistema di misurazione EOS iSA (Intelligent Subject Analysis).

BenQ Monitor