Nikon D7000, primo contatto e primi scatti

Nikon D7000, primo contatto e primi scatti

di Alessandro Bordin , pubblicato il

“In occasione del Photokina di Colonia abbiamo avuto modo di fare qualche scatto in anteprima con la reflex Nikon D7000, in uscita nel corso del mese di ottobre”

La macchina

Presso lo stand Nikon del Photokina abbiamo avuto modo di avvicinarci maggiormente alla nuova fotocamera Nikon D7000, della quale avevamo già parlato in occasione dell'annuncio di qualche giorno fa. Ricordiamo brevemente le caratteristiche della macchina e il possibile posizionamento nel mercato, per meglio contestualizzare il tutto. Nikon D7000 è il nome della nuova macchina fotografica digitale reflex che andrà a posizionarsi appena al di sopra della fascia di prezzo della D90, portando in dote un nuovo sensore e la possibilità di filmare in full HD, 1080p a 24 frame al secondo.

Di contro, le principali caratteristiche la avvicinano molto al modello D300s, pur adottando una nomenclatura da "entry level", come testimoniano le 4 cifre utilizzate per ora su modelli di rango inferiore. La gamma ISO parte da 100 per arrivare a 6400, estendibili a 12800 e 25600 in modalità HI1 e HI2. Avevamo promesso approfondimenti sulla questione e la partecipazione al Photokina ha permesso di rispondere ad alcuni quesiti, non ultimi quelli delle prove sul campo. Ci arriviamo dopo.

Nikon conferma che presto il modello D90 sparirà dal mercato e non sono attese novità reflex da qui all'anno nuovo. Questo significa che Nikon D7000 è di fatto l'erede del modello D90 e non un qualcosa di differente come collocazione. Facendo un breve ripasso, si tratta del terzo modello partendo dal fondo del listino, quello meno caro, che vede la entry-level D3100 posta al di sotto della D5000. Troviamo poi la D7000, appunto, e appena sopra la D300s che vanta la tropicalizzazione come principale differenza con il nuovo modello.

Avevamo inizialmente indicato la D7000 come un modello con un livello blando di tropicalizzazione, ma una indagine mirata in proposito ci ha smentito. Ci scusiamo per l'errore, che è stato corretto anche nella news dei giorni scorsi.

La macchina non "ricicla" un sensore già utilizzato altrove dalla casa giallo-nera, ma ne propone uno tutto nuovo, un CMOS da 16,2Mpixel, supportato dall'imaging engine EXPEED 2. Lo stesso sensore della Sony Alpha 55? Per deduzione logica sì, vista la coincidenza del numero di pixel, dimensioni sensore e considerando che Sony fornisce a Nikon i sensori per le proprie reflex. Citiamo per comodità quanto detto nella news dei giorni scorsi.

Introdotta la possibilità di filmare al 1080p a 24 fotogrammi al secondo, alternativi ai 720p a 30 frame al secondo. Nikon dunque allarga anche a questa macchina le funzionalità già introdotte di recente col modello D3100. La lunghezza dei filmati sale a 20 minuti, contro i 5 minuti della generazione di macchine Nikon precedenti che potevano filmare solo per 5 minuti.

A differenziarsi in maniera netta dalle serie D3000 e D5000 è la scocca, molto più simile a quella della D90 ma con importanti aggiornamenti. Come sulla D90 troviamo la doppia ghiera tempi/diaframma, così come le dimensioni più generose rispetto alle entry-level.I punti di fuoco sono ben 39, di cui 9 a croce. Si tratta in questo caso di una scelta che pone la D7000 fra la D90 e la D300s, mentre per la raffica si parla di 6 frame al secondo massimi, ovvero fra i 4,5 e i 7 rispettivamente per D90 e D300s. La commercializzazione è attesa per metà ottobre a un prezzo stimato di 1200 Dollari USA.

Nella pagina seguente parleremo di impressioni d'uso e potranno essere scaricati alcuni scatti effettuati presso lo stand Nikon, dove abbiamo utilizzato valori di ISO differenti. Disponibili anche i file .NEF, il RAW di casa Nikon.

BenQ Monitor