Non c'è pace in casa Nikon: problemi di strane immagini fantasma per Nikon D750

Non c'è pace in casa Nikon: problemi di strane immagini fantasma per Nikon D750

di Roberto Colombo, pubblicata il

“Arriva la conferma in una nota Nikon: la casa giapponese sta investigando il problema delle bande chiare dalla forma innaturale che appaiono scattando in controluce con Nikon D750”

Non c'è pace per le Full Frame di casa Nikon: dopo la vicenda dell'otturatore che sporcava il sensore che ha caratterizzato i primi mesi di vita di Nikon D600 (tanto da vederla completamente sostituita nel giro di un anno da Nikon D610), ora è Nikon D750 a essere al centro dell'attenzione.

[HWUVIDEO="1616"]Nikon D750: eccola dal vivo da Photokina 2014[/HWUVIDEO]

L'erede designata di Nikon D700, reflex 35mm con sensore da 24 megapixel e caratteristiche da secondo corpo professionale, ha dimostrato di soffrire di un particolare fenomeno di immagini fantasma quando scatta in controluce. In queste condizioni, quando la fonte di luce dietro il soggetto è molto forte, ad esempio in controsole con luce radente, i fotografi vedono apparire nelle foto una grossa banda chiara dalla forma innaturale nella parte alta del fotogramma.

Alcuni dei fotografi affetti dal problema hanno provato ad investigare la vicenda e pare che le fotocamere affette dal problema siano quelle in cui il montaggio del sensore autofocus non è perfetto e in cui quest'ultimo sporge più del dovuto all'interno del corpo. Il conseguente riflesso di luce sulla parte sporgente sarebbe la causa delle immagini fantasma nell'inquadratura.

Nikon ha rilasciato una nota ai suoi utenti comunicando che in seguito alla ricezione di diverse segnalazioni in merito si è messa al lavoro per trovare contromisure al problema. Ulteriori dettagli verrano resi noti non appena verrà trovata la soluzione al problema.


Commenti (2)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: GiovanniGTS pubblicato il 30 Dicembre 2014, 10:37
solo di recente prima l'olio, poi questo problema ..... se fosse successo a pentax o sony tutti a dire che i due principali marchi sono sempre i più affidabili .... e meno male che questo è il loro core business .... un'altra magra figura .... a chi spende certe cifre queste cose non devono succedere
Commento # 2 di: AlexSwitch pubblicato il 30 Dicembre 2014, 17:27
Come non quotarti Giovanni.... Purtroppo è così, come per Apple, esiste anche l'aurea del binomio Canikon... Se fosse capitato a qualche altro produttore, per una reflex che costa intorno ai 2000 Euro solo corpo macchina, sarebbe stato semplicemente spellato vivo da fior di critici ( parrucconi e un po' scoreggioni ) che riscuoto la marchetta annuale dai big boss!!

La verità è che sia Canon per un verso che Nikon per un altro vanno avanti solamente nel settore super professionale, dove, per quanto riguarda i 35 millimetri, non hanno praticamente concorrenza ( prima che qualcuno si strappi le vesti, preciso che le ammiraglie Canikon valgono quanto costano fino all'ultimo centesimo ); ma negli altri settori arrancano rispetto a Sony, Pentax, Fujifilm ( le vere rivelazioni del 2014 sia in ambito Aps-c che FF ) ed Olympus.
BenQ Monitor