Il sistema Canon EOS compie 25 anni: ecco i primi passi

Il sistema Canon EOS compie 25 anni: ecco i primi passi

di Roberto Colombo, pubblicata il

“Canon ha festeggiato i 25 anni del sistema EOS con l'annuncio di Canon EOS 5D Mark III: ripercorriamo i primissimi passi dell'Electro Optical System e della baionetta EF”

Canon ha scelto il mese di marzo per la presentazione della sua nuova reflex full frame Canon EOS 5D Mark III, che come abbiamo visto non 'scaccia' dalla gamma il precedente modello EOS 5D Mark II, ma lo affianca posizionandosi più in alto come costo di accesso. La scelta del mese di marzo non è casuale e segue una importante ricorrenza, i 25 anni del sistema Canon EOS.

Lanciato nel marzo del 1987 EOS è l'acronimo di 'Electro Optical System', appellativo scelto per identificare il debutto di un sistema autofocus totalmente elettronico nel mondo delle baionette con un richiamo alla divinità greca. Il sistema vide l'introduzione, non certo indolore per gli utenti Canon, della nuova linea di ottiche Canon EF, in sostituzione del sistema FD che equipaggiava le precedenti SLR del produttore giapponese. Visto il tiraggio più lungo di due millimetri (44 per EF e 42 per FD) non era nemmeno possibile per i possessori di obiettivi FD utilizzare il proprio parco ottiche sul nuovo sistema tramite adattatori solo meccanici: l'unica possibilità erano gli adattatori equipaggiati con lente per modificare il tiraggio delle ottiche e adattarlo al nuovo sistema, con ricadute però sulla qualità dell'immagine finale.

La scelta fu molto coraggiosa, ma alla lunga sembra essere stata quella giusta: al giorno d'oggi il sistema EOS è quello che vanta più ottiche prodotte al mondo, oltre 70 milioni. La prima uscita fu la reflex Canon EOS 650, accompagnata da tre ottiche, tra cui lo zoom EF35-70mm f/3.5-4.5. Nonostante fossero i tempi della pellicola i tecnici Canon amano dire che impiegava già a quell'epoca un sensore CMOS, anche se solo per la valutazione dell'esposizione.


Commenti (6)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: tulifaiv pubblicato il 08 Marzo 2012, 10:08
Auguri da un Nikonista!
Commento # 2 di: the_joe pubblicato il 08 Marzo 2012, 10:12
E in questo caso posso dire "io c'ero" e vendetti il corredo FD per passare alla EOS600 che conservo ancora.....
Commento # 3 di: pin-head pubblicato il 08 Marzo 2012, 11:18
io ho ancora la eos 650 con il 35-70, quanti ricordi
Commento # 4 di: minatoreweb pubblicato il 08 Marzo 2012, 13:59
Altre ottiche...

Il bello del sistema EOS è anche il tiraggio limitato, che permette di usare diversi tipi di ottiche in step down.

Io uso anche ottiche con attacco nikon (un angenieux), ottiche zeiss con attacco contax/yashica, e ottiche leica R.

Commento # 5 di: ziozetti pubblicato il 08 Marzo 2012, 14:54
Taaanti anni fa io e il mio babbo (lui, soprattutto) eravamo indecisi fra un FD 35-105 e una EOS con zoom standard... ho ancora nell'armadio la vecchia A1 con lo zoom insieme ad una più moderna EOS 30.
Commento # 6 di: jagemal pubblicato il 09 Marzo 2012, 15:41
Originariamente inviato da: minatoreweb
... in step down.


stOp down .. non stEp

step down significa posso indietro, a volte indicato per dire licenziarsi
BenQ Monitor