Getty Images e France-Press condannate a risarcire fotografo per $1,2 milioni

Getty Images e France-Press condannate a risarcire fotografo per $1,2 milioni

di Roberto Colombo, pubblicata il

“Getty Images e l'agenzia France-Press condannate a risarcire fotografo Daniel Morel per $1,2 milioni per aver infranto il diritto d'autore di 8 delle sue foto del terremoto di Haiti”

La battaglia legale è durata 3 anni, ma alla fine ha visto prevalere le ragioni del fotografo: la vicenda in sintesi è abbastanza semplice, Daniel Morel ha citato in giudizio l'agenzia France-Presse e Getty Images per aver consapevolmente utilizzato alcune delle sue immagini scattate dopo il terremoto ad Haiti, senza la sua autorizzazione. Si tratta di 8 foto che il fotografo ha condiviso tramite il suo profilo Twitter pochi minuti dopo il sisma.

Il risarcimento stabilito dalla corte per la violazione del diritto d'autore è pari a 1,2 milioni di dollari, il massimo possibile. Si tratta di mille volte la cifra proposta dagli imputati come risarcimento, pari a $275 a foto: la corte ha invece optato per un risarcimento di $275.000 per singola immagine.

La corte deve aver calcato la mano vista la leggerezza con cui Getty Images e AP hanno scaricato, modificato l'identificazione delle immagini e poi rese disponibili in licenza. Probabilmente l'entità della punizione vuole anche essere da esempio e mettere una pietra miliare in questo spinoso tema.


Commenti (6)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: Vampire666 pubblicato il 25 Novembre 2013, 14:54
C'è qualcosa che non mi torna.
Nella news viene indicato che il risarcimento è il massimo possibile: se dovono risarcire 275 mila dollari per ciascuna foto e le foto sono 8 allora il risarcimento dovrebbe essere di 2.2 Milioni (275.000 * 8 = 2.200.000).
Come mai nella news c'è scritto che dovono pagare 1.2 milioni (che sarebbero 150 mila dollari a foto)?
Commento # 2 di: andbad pubblicato il 25 Novembre 2013, 15:25
Originariamente inviato da: Vampire666
C'è qualcosa che non mi torna.
Nella news viene indicato che il risarcimento è il massimo possibile: se dovono risarcire 275 mila dollari per ciascuna foto e le foto sono 8 allora il risarcimento dovrebbe essere di 2.2 Milioni (275.000 * 8 = 2.200.000).
Come mai nella news c'è scritto che dovono pagare 1.2 milioni (che sarebbero 150 mila dollari a foto)?


Anche la fonte indica le stesse cifre (in un virgolettato, tra l'altro).
Ora googlo.

Edit: http://pdnpulse.pdnonline.com/2013/...tty-images.html
In pratica gli avvocati di AFP e Getty avevano proposto una transazione di 275.000 $, ovvero la tariffa base giornaliera di un fotografo (275$) per 1000. La giuria ha pensato diversamente, condannando al massimo consentito dalle norme di legge. Il numero di foto è dunque ininfluente, ma ha pesato non solo l'aver distribuito le immagini (che poteva rientrare nel DMCA), quando aver modificato gli ExIF ed aver lucrato su tali immagini (e poi loro parlano di furto quando la gente si scarica i film...).

By(t)e
Commento # 3 di: MIRAGGIO pubblicato il 25 Novembre 2013, 20:38
già, ma per fare queste cause bisogna espatriare..se no in Italia ti danno i bruscolini.
Commento # 4 di: Vampire666 pubblicato il 26 Novembre 2013, 11:52
Originariamente inviato da: andbad
Anche la fonte indica le stesse cifre (in un virgolettato, tra l'altro).
Ora googlo.

Edit: http://pdnpulse.pdnonline.com/2013/...tty-images.html
In pratica gli avvocati di AFP e Getty avevano proposto una transazione di 275.000 $, ovvero la tariffa base giornaliera di un fotografo (275$) per 1000. La giuria ha pensato diversamente, condannando al massimo consentito dalle norme di legge. Il numero di foto è dunque ininfluente, ma ha pesato non solo l'aver distribuito le immagini (che poteva rientrare nel DMCA), quando aver modificato gli ExIF ed aver lucrato su tali immagini (e poi loro parlano di furto quando la gente si scarica i film...).

By(t)e

Grazie.
Commento # 5 di: ArteTetra pubblicato il 26 Novembre 2013, 12:00
Quindi se la sua paga giornaliera è stimata in 275 $, con 1.2 milioni è a posto per 4363.6 giorni, ovvero praticamente dodici anni. Calcolando solo i giorni feriali (come è giusto che sia) si arriva a quasi diciotto anni. Sono Pazzi Questi (Tribunali) Americani.
Commento # 6 di: AleLinuxBSD pubblicato il 16 Dicembre 2013, 15:51
Potere dissuasivo perché è stata commutata una pena di altissima entità?
Mah, ne dubito fortemente, semmai è più probabile una legittimazione, da parte di cittadini appartenenti a determinati Paesi, a raccogliere molto più di quanto sarebbe giusto.
Dato che sarà pressoché certa una discriminazione, a parità di diritti violati, presso altri cittadini.
BenQ Monitor