XQD, in arrivo l'erede del formato di memory card CompactFlash

XQD, in arrivo l'erede del formato di memory card CompactFlash

di Alessandro Bordin, pubblicata il

“Farà il suo esordio l'anno prossimo un nuovo formato di card memoria, pensato per il mondo delle fotocamere professionali. Basato su interfaccia PCI Express, XQD prenderà il posto della gloriosa CompactFlash”

Nella giornata di mercoledì, come riportato da Arstechnica, la CompactFlash Association (CFA da adesso in poi per comodità di esposizione) ha annunciato la standardizzazione di un nuovo formato di card pensato per il mondo delle fotocamere professionali, che andrà sotto il nome di XQD.

XQD

Il nuovo formato avrà una dimensione che sarà circa 3/4 dell'attuale CompactFlash, realizzata con altri rapporti. Le dimensioni ufficiali sono di 38.5 x 29.8 x 3.8mm, mentre ci sono ovviamente novità dal punto di vista dell'interfaccia, poiché si vuole mettere le basi a qualcosa di veloce e con una prospettiva di vita ben più lunga rispetto al modello che intende sostituire. Ecco quindi fare la sua comparsa la compatibilità con l'interfaccia PCI Express, nella versione con picco di 2,5Gbps.

Questo permetterà di realizzare, teoricamente, schede memoria XQD con transfer rate fino a 250MB al secondo, sebbene le prime versioni si assesteranno su un comunque ottimo 125MB al secondo. Previsto inoltre, per il futuro, il passaggio all'interfaccia PCI Express 5Gbps, sebbene ad oggi tale velocità sia ben lontana dall'essere necessaria, anche considerando i filmati fullHD e le velocissime raffiche di scatto di cui son capaci le reflex top di gamma.

La nascita di un nuovo standard si è resa necessaria in quanto il vecchio formato CompactFlash è giunto quasi a fine vita, con pochissimi margini di miglioramento a livello prestazionale. Di contro, si vuole spingere per un formato professionale alternativo alle seppur ottime SD (ovviamente comprendendo i formati SDHC e SDXC), che offra maggiore spazio fisico e, ovviamente, la possibilità di fare ottimi margini di guadagno su un nuovo formato che nasce per il settore pro.

XQD

Il nuovo formato XQD verrà ufficialmente presentato a febbraio nel corso del CP+ trade show, che si terrà in Giappone. Non è dato sapere, in ogni caso, quando Canon e Nikon intenderanno adottare il nuovo standard nelle proposte high-end, e se tale formato sarà presente in esclusiva o se verrà affiancato a uno slot CompactFlash per venire incontro al professionista che già dispone di un buon numero di CF.


Commenti (17)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: kimlop pubblicato il 09 Dicembre 2011, 13:05
altro "standard" inutile, le sd esistono già da tempo e hanno vinto la battaglia dei formati! ma volete una volta tanto semplificare la vita a noi utenti??
Commento # 2 di: Therinai pubblicato il 09 Dicembre 2011, 13:37
a quando un bel controller sata anche nelle reflex? A questo punto facciamo prima così
Commento # 3 di: frankie pubblicato il 09 Dicembre 2011, 14:19
da quanto sembra il SATA lo bypassano, direttamente su PCIEx
Commento # 4 di: AUTOMAN pubblicato il 09 Dicembre 2011, 14:35
C'era proprio bisogno di un'altro nuovo formato???? Le compact flash sono relegate solo a pochi modelli professionali (e in alcuni condividono anche lo slot SD)e le SD sono arrivate ad essere altrettanto veloci.
Commento # 5 di: avvelenato pubblicato il 09 Dicembre 2011, 14:40
altro standard inutile, fosse stato almeno sata avrebbe giovato di economie di scala, accomunando il design dei controller con quelli usati per gli ssd desktop.

così è veramente fiacco, sì c'è del volume in più a voler incrementare il numero dei chip nand, ma a questo punto valeva la pena nelle macchine fotografiche pro mettere due slot sdxc. Sono convinto che sarebbe costato meno dell'implementazione di un secondo slot proprietario dalla diffusione risicatissima (sicuramente questo slot, da solo in una macchina fotografica no ce lo mettono).
Commento # 6 di: jappilas pubblicato il 09 Dicembre 2011, 14:58
Originariamente inviato da: kimlop
altro "standard" inutile, le sd esistono già da tempo e hanno vinto la battaglia dei formati! ma volete una volta tanto semplificare la vita a noi utenti??

Originariamente inviato da: avvelenato]altro "
a volte mi domando se si sappia leggere, o se si pensi che esiste ben altro al di là del mercato consumer fatto di compattine, evil e dslr dal costo di (relativamente) pochi euro... nella notizia è scritto [QUOTE]si vuole spingere per un formato professionale alternativo alle seppur ottime SD (ovviamente comprendendo i formati SDHC e SDXC), che offra maggiore spazio fisico

maggiore spazio fisico è richiesto per implementare più chip (vs quello tipicamente singolo che può trovare posto in una card SD, la cui capacità è adeguata agli utilizzi consumer e prosumer ma non high end) perchè su macchine come questa, o le RED, o... , che anche se magari producono filmati HD, internamente registrano a 2/4/8/.. K (magari in raw, utilizzabili in postproduzione) lo spazio non è mai troppo...
Commento # 7 di: roccia1234 pubblicato il 09 Dicembre 2011, 15:16
Originariamente inviato da: kimlop
altro "standard" inutile, le sd esistono già da tempo e hanno vinto la battaglia dei formati! ma volete una volta tanto semplificare la vita a noi utenti??


Originariamente inviato da: AUTOMAN
C'era proprio bisogno di un'altro nuovo formato???? Le compact flash sono relegate solo a pochi modelli professionali (e in alcuni condividono anche lo slot SD)e le SD sono arrivate ad essere altrettanto veloci.


Già al momento farebbero estremamente comodo. Stando nell'ambito fotografico, guardate solo la nuova canon 1dx con 12 o 14 fps in raw, magari non compresso.
Stando sull'ottimistico, sono 18-20 mb a raw, ossia 216 mb al secondo (12 fps * 18 mb). La macchina può scattare 36 raw prima di riempire il buffer, quindi siamo a 3 secondi di raffica a 12 fps. Una scheda del genere consentirebbe di svuotare il buffer in tempi ridottissimi rispetto ad una qualunque SD.
A quanto scrivono al max le SD attuali? 35-40 mb/s? per svuotare il buffer di una raffica come quella ipotizzata sopra ci impiegherebbe ben 16 secondi e qualcosa, contro i 5 secondi di una scheda come queste da 125mb/s o 2,5 secondi di quelle future da 250mb/s. Oppure potrebbero allungare una raffica i qualche secondo, sarebbe comunque un progresso enorme per i fotografi sportivi o naturalisti o comunque d'azione.
Per non parlare della maggiore capacità e quindi della maggior velocità necessaria per scaricare le foto sul pc.

Ovvio che per una entry level sono inutili...
Commento # 8 di: ArteTetra pubblicato il 09 Dicembre 2011, 18:08
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
sebbene ad oggi tale velocità sia ben lontana dall'essere necessaria, anche considerando i filmati fullHD e le velocissime raffiche di scatto di cui son capaci le reflex top di gamma.


Vabbé un utente, ma voi certi errori non li dovete fare. Come ha già detto qualcuno, una raffica da 20MB*10fps produce 200MB/s da scrivere sulla scheda.
Anche una reflex entry level, con 25MB(RAW+jpeg)*4fps necessita di un centinaio di MB/s. Anche perché il buffer tiene pochissimo.
Commento # 9 di: Mauro82 pubblicato il 09 Dicembre 2011, 22:43
si riferivano alla versione da 5Gb/s
Commento # 10 di: avvelenato pubblicato il 09 Dicembre 2011, 22:45
Originariamente inviato da: jappilas
a volte mi domando se si sappia leggere, o se si pensi che esiste ben altro al di là del mercato consumer fatto di compattine, evil e dslr dal costo di (relativamente) pochi euro... nella notizia è scritto
maggiore spazio fisico è richiesto per implementare più chip (vs quello tipicamente singolo che può trovare posto in una card SD, la cui capacità è adeguata agli utilizzi consumer e prosumer ma non high end) perchè su macchine come questa, o le RED, o... , che anche se magari producono filmati HD, internamente registrano a 2/4/8/.. K (magari in raw, utilizzabili in postproduzione) lo spazio non è mai troppo...


forse dovevo esplicitare meglio, ma la mia opinione è che un formato distinto in un mercato oramai assestato non riuscirà a generare volumi a sufficienza, in quanto ora che si diffonde lo standard l'impaccamento sulle sdxc salirà.
Adesso siamo a 128gb per scheda, di massimo, il limite per lo standard è 2tb, dove serve ancora più spazio si usano gli hard disk, il doppio slot sdxc permetterebbe di arrivare ad un massimo di 256gb di spazio disponibile, sono d'accordo con te che "lo spazio non basta mai", ma il doppio slot sdxc è una cosa che un produttore può implementare su un nuovo modello in maniera rapida e indolore, questo nuovo standard ora che arriverà sul mercato capisci che l'impaccamento dei dati sulle sdxc aumenterà ulteriormente, rendendo il vantaggio del formato sulle sdxc molto molto meno rilevante.

Di cose più sensate se ne potevano fare, perché l'informatica è un mondo frenetico e in 6 mesi di tempo cambia tutto. Ad esempio supportare l'mSata? ci vuol tanto?
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor