Risultati trimestrali per Canon: in calo i volumi di reflex e compatte

Risultati trimestrali per Canon: in calo i volumi di reflex e compatte

di Roberto Colombo, pubblicata il

“In calo i volumi di compatte e reflex in casa Canon: la forza dello YEN, la stagnazione economica in diversi mercati hanno abbassato la domanda e il ritardo di alcuni prodotti ha tolto competitività al marchio biancorosso”

Nei giorni scorsi Canon ha annunciato i suoi risultati trimestrali: nonostante il mercato delle ottiche intercambiabii veda una crescita a livello globale le reflex EOS del produttore nipponico non sono riuscite a stare al passo del mercato e hanno visto un calo dei volumi. Da un lato Canon incolpa la crisi che attraversa diversi mercati mondiali, tra cui quello europeo, e la forza dello YEN, dall'altro il produttore nipponico non nasconde che il ritardo nel lancio e nella disponibilità commerciale di alcuni prodotti abbia avuto un impatto negativo sui risultati delle fotocamere con il marchio biancorosso. Il mercato dovrebbe comunque continuare a crescere nell'ambito delle ottiche intercambiabili e Canon punta a recuperare competitività nel prossimo trimestre.

In ambito compatte vendono bene le compatte di alta gamma, mentre in generale Canon ha visto un calo dei volumi anche in questo settore: la domanda del pubblico sulle compatte è stagnante e solo i prodotti con alcune caratteristiche di qualità riescono a convincere gli utenti ad aprire il portafoglio. Questo trend dovrebbe confermarsi anche per il prossimo trimestre.

Migliori i risultati in ambito stampanti inkjet, dove i modelli di gamma media e di gamma alta hanno registrato volumi in crescita. Nel complesso Canon ha visto, rispetto allo stesso trimestre dell'anno precedente, un calo di fatturato del 12,8% con 10,3 miliardi di dollari, calo che sale al valore di 42,2% nel caso dei ricavi, scesi a 908 milioni di dollari.

In nessuna parte del documento Canon cita la crescita dei camera phone come causa di perdita di volumi di vendita, mentre a detta di molti analisti, soprattutto in ambito compatte, gli smartphone stanno erodendo importanti fette delle fasce più basse del mercato. Canon guarda avanti con ottimismo al mercato delle ottiche intercambiabili, anche per l'arrivo in massa sul mercato delle nuove EOS M e nel settore delle compatte conta di avere importanti carte da giocare nel settore premium.


Commenti (9)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: raptus pubblicato il 30 Ottobre 2012, 09:51
Belle spiegazioni da parte di Canon, in parte logiche e condivisibili.
Sarebbe bello confrontarle con la controparte Nikon. Non so perchè ma a loro è andata meglio, con i loro stessi problemi. Qualcuno può smentirmi?
Commento # 2 di: gege886 pubblicato il 30 Ottobre 2012, 10:20
chi sa perché non menzionano mai che i loro prodotti a pari della concorrenza hanno prezzi piu alti, ma!chi sa??????
Commento # 3 di: SuperMariano81 pubblicato il 30 Ottobre 2012, 10:25
Originariamente inviato da: gege886
chi sa perché non menzionano mai che i loro prodotti a pari della concorrenza hanno prezzi piu alti, ma!chi sa??????

in realtà sono in linea con la concorrezza, ma fino a qualche tempo fa erano più economici.
Commento # 4 di: the_joe pubblicato il 30 Ottobre 2012, 10:26
Originariamente inviato da: gege886
chi sa perché non menzionano mai che i loro prodotti a pari della concorrenza hanno prezzi piu alti, ma!chi sa??????


Al momento l'unica vera concorrente di Canon per il settore reflex è Nikon e non mi pare che le 2 si facciano guerra di prezzi......

La realtà è che Nikon è stata molto più veloce di Canon nel proporre nuovi modelli che sono realmente un passo avanti a quelli vecchi mentre Canon ha riproposto le solite migliorie di poco conto in un mercato che invece ha fame di novità, diciamo che stavolta Nikon ha lasciato Canon al palo.....
Commento # 5 di: CrapaDiLegno pubblicato il 30 Ottobre 2012, 10:27
Non so i numeri di Nikon, ma parlando in generale ci sono 2 modi per vendere:
- uno vendi al prezzo che vuoi per ottenere un determinato guadagno
- due vendi per mantenere una parte del mercato, a discapito del guadagno

I numeri di vendita quindi normalmente non dicono molto. Per assurdo, se Nikon mettesse le proprie fotocamere nelle patatine potrebbe vantare numeri dei vendita enormi, ma guadagni negativi per ogni pezzo regalato.

Il primo caso lo fanno normalmente le aziende leader che possono permettersi di vendere al prezzo migliore perché hanno punti di vantaggio rispetto alla concorrenza. Il secondo caso lo usano le aziende che inseguono e cercano di sopravvivere rimanendo visibili sul mercato o che, avendo introiti di altro tipo che bilanciano le perdite, vogliono ammazzare la concorrenza in un settore con prezzi bassissimi (così detto dumping).

Solo quando numeri di vendita e guadagni netti sono alti la strategia è mantenibile a lungo termine. Se i numeri di vendita sono alti ma i guadagni nulli vuol dire che il modello non è sostenibile e quindi non ha senso considerare quei numeri come un problema per gli altri a meno che non si ha a che fare il dumping di una azienda che alle spalle ha grandissimi capitali e può permettersi di uccidere le altre mantenendo prezzi stracciati per lunghissimo tempo.

Detto questo, il mese scorso ho acquistato una stampante di medio livello di Canon (Pixma 5350) e devo dire che è un gioiellino per quello che costa (meno di 80 euro su Amazon).
Forse sarebbe anche da rivedere un po' la questione prezzi delle reflex. Non è possibile che le entry level di oggi costino come le medie di qualche tempo fa e che i nuovi modelli di fotocamere e obiettivi costino sempre il 50% di più di quelli che vanno a rimpiazzare (per esempio il 70-200 F2.8 II o la 5D markIII).
Commento # 6 di: aoaces pubblicato il 30 Ottobre 2012, 12:13
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Link alla notizia: http://www.fotografidigitali.it/new...atte_44438.html

In calo i volumi di compatte e reflex in casa Canon: la forza dello YEN, la stagnazione economica in diversi mercati hanno abbassato la domanda e il ritardo di alcuni prodotti ha tolto competitività al marchio biancorosso

Click sul link per visualizzare la notizia.


Disponibilità e prezzo.
Annunciano prodotti che poi vedi arrivare sul mercato a distanza di circa un anno oppure in alcuni casi di più (vedi 200-400).
I prezzi delle nuove lenti, soprattutto la serie L, sono lievitati sensibilmente.
Pertanto e soprattutto in una situazione di mercato come questa chi vuole acquistare non vuole spendere troppo.
Commento # 7 di: Tedturb0 pubblicato il 30 Ottobre 2012, 12:37
Le ragioni a mio modo di vedere sono semplici:

prima le canon costavano meno della concorrenza, e andavano meglio
adesso costano uguale o di piu, e non hanno piu il margine di vantaggio tecnologico che avevano prima.

Metti anche che la concorrenza si e' popolata di nuovi players (Sony in primis) e che hanno perso il treno delle EVIL che e' il nuovo boom, ed ecco spiegati i fatti.

Sulle compatte hanno ancora un po di margine, con le serie S che sono piccole ma performanti, ma anche nelle compatte ormai si equivalgono un po tutte, e anche questo settore sara' eroso dalle evil (ho preso una panasonic gx1 con ottica a circa 350€ con il cambio, fatevi un po i conti..)
Commento # 8 di: metallaro1980 pubblicato il 29 Novembre 2012, 05:04
mah

forse la gente si è stufata di tutte queste reflex che vengono aggiornate dopo tot anni (3 o 4) e di continuo ... e a molti..la storiella della 5d2 e' un cibo piuttosto difficile da digerire! e che ancora non riescono a digerire!
nel senso che è assurdo pagare 2000euro per una reflex che non ha tutti i punti a croce (tipo 5d2 e 6d) quando una misera 40d o 50d li ha tutti !
ecco! quei pochi tirano avanti con l'attrezzatura che hanno!
per non parlare delle croppate..ormai 18megapixel per un sensore croppato...è troppo denso! ormai basta!
poi per me il gps in una reflex è inutile!
la 5d3 sarà anche un'ottima reflex ... ma Canon è fissata con tutti sti punti AF ammassati al centro!
avrà anche un ottimo AF e guadagna 1 stop dalla 5d2 ma se fossi stato in Canon ... avrei evitato di presentare la 5d2 a suo tempo !
io invece mi spiace..ma prima di comprare un'altra Reflex Canon! ciao ciao! invece ne ho visti un casino di personaggi che hanno sostituito la 5d2 con la mark 3)...poi a parte il fatto che le serie xxD e le xxxD vengono aggiornate troppo e di continuo! se po ci aggiungiamo che c'e' crisi!
Commento # 9 di: metallaro1980 pubblicato il 29 Novembre 2012, 05:19
mah

poi chi è quel pollo che compra un serie L con la paura di ritrovarsi tra le mani un obiettivo che ha problemi di autofocus e/o disallineamento lenti etc?
e Sigma non è che sia messa meglio di Canon..allora è per quello che puntano sugli obiettivi economici !
la 6d poi è una sorta di aggiornamento sensore / elaboratore immagine della 5d2 con ancora un autofocus ridicolo (1 solo punto centrale a croce)
la mark III ottima ma a parere mio a parte l'autofocus + veloce e lo stop in termini di iso maggiore rispetto la 5d2 ... 3000euro per solo corpo mi sembra un tantino esagerato!
BenQ Monitor