in collaborazione con Polyphoto

Posa B e posa T: un gioco da ragazzi con lo scatto remoto da smartphone e LiveBulb

Posa B e posa T: un gioco da ragazzi con lo scatto remoto da smartphone e LiveBulb

di Redazione, pubblicata il

“Grazie alla connettività Wi-Fi e all'app dedicata, la nuova Olympus OM-D EM-5 Mark II è comandabile in modo completo dal display touchscreen dello smartphone. Scatto manuale, Art Filter, ma anche LiveComposite e LiveBulb trovano nel telefonino un nuovo compagno creativo”

Avere il controllo completo della fotocamera dal proprio smartphone e tablet: è questa una delle grandi novità che ha portato lo sbarco della connettività Wi-Fi sulle fotocamere. Scaricando l'app messa a disposizione gratuitamente dai produttori, in pochi semplici passi è possibile non solo accedere alle immagini memorizzate sulla scheda di memoria inserita nella fotocamera, ma anche utilizzare il telefonino come telcomando a distanza. Nel caso della nuova Olympus OM-D E-M5 Mark II, di cui continua il nostro percorso all'interno delle funzioni più particolari, di cui trovate una panoramica completa a questo indirizzo, la connessione è molto semplice: la fotocamera visualizza sul display un QR Code (una sorta di codice a barre bidimensionale) che inquadrato con la fotocamera del telefonino offre a quest'ultimo tutti i dettagli per una connessione 1-click.

Sulla nuova Olympus OM-D E-M5 Mark II il controllo tramite l'ampio schermo del telefonino è veramente completo ed è possibile - ad esempio - utilizzare la modalità manuale, selezionando tramite il touchscreen in modo semplice e veloce tutti i parametri di scatto. Non solo: grazie all'ampio display è possibile utilizzare con più consapevolezza i diversi Art Filter, ma anche registrare filmati Full HD e i brevi filmati Movie Clip. Utilizzando zoom motorizzati è possibile - sempre senza toccare la macchina - anche muovere l'obiettivo selezionando la focale desiderata.

Ancora più interessante è la possibilità di utilizzare le funzioni LiveBulb e LiveTime da remoto, senza toccare la macchina ed evitando così di creare la minima vibrazione sulla fotocamera, vedendo in tempo reale l'immagine che si crea sul display del telefonino. Abbiamo parlato di queste funzioni recentemente, mettendo in evidenza come semplifichino molto la vita ai fotografi meno esperti nell'approcciarsi alle lunghe esposizioni, permettendo di ottenere risultati ottimi senza complicati calcoli a priori sul tempo in cui l'otturatore deve rimanere aperto. Averle a portata di mano sul cellulare rende le cose ancora più semplici e intuitive.

Lo scatto remoto via smartphone è certamente una funzionalità che vale la pena di provare, in quanto può aiutare a essere molto creativi, anche approcciando la fotografia da un diverso punto di vista. È utilissima poi per quelle situazioni in cui la presenza del fotografo potrebbe disturbare i soggetti - ad esempio animali selvatici-: con la visualizzazione Live View e lo scatto a distanza è possibile immortalare momenti epici tranquillamente nascosti a metri di distanza dalla fotocamera. Le immagini possono essere poi importate sul telefonino per l'editing e la condivisione immediata sui social network, un altro dei vantaggi di avere una fotocamera connessa al cellulare.

BenQ Monitor