Nuove XQD Sony da 168MB/s: la CompactFlash è battuta

Nuove XQD Sony da 168MB/s: la CompactFlash è battuta

di Roberto Colombo, pubblicata il 05 Luglio 2012, alle 12:31

“Con le nuove schede XQD S Series Sony va oltre il limite attuale del formato CompactFlash: transfer rate fino a 168MB/s”

Al momento le schede di memoria in formato XQD sono utilizzabili solo sulla regina di casa Nikon, la reflex full frame Nikon D4, ma potrebbero rappresentare il futuro in campo professionale, unendo diversi vantaggi dei sistemi Secure Digital e CompactFlash. Sony ha appena annunciato la nuova gamma S Series di schede XQD, arrivando ora a una velocità di trasferimento dati in lettura e scrittura pari a 168MB/s, 1MB/s più veloce del limite dell'attuale standard CompactFlash Revision 6.0 UltraDMA Mode 7.

Le nuove schede saranno rese disponibili nei formati da 64GB, da agosto, e 32GB, dall'autunno. I prezzi faranno certo trasalire i più: per la versione da 32GB si parla di circa $500, che salgono a circa $750 per quella da 64GB. Qualcuno interpreta l'annuncio di Sony come una conferma indiretta dell'annuncio per l'estate della nuova full frame del colosso giapponese.

Alpha A99 dovrebbe adottare la tecnologia SLT e puntare tutto sulla raffica a 10-12fps a piena risoluzione con autofocus sempre attivo: schede performanti saranno compagne obbligate per gestire il flusso di dati in arrivo dal sensore a 24 megapixel.


Commenti (18)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: ]Rik`[ pubblicato il 05 Luglio 2012, 12:46
economiche!
Commento # 2 di: La Paura pubblicato il 05 Luglio 2012, 12:50
scusa a questo punto mettetemi un'interfaccia sata 3 alimentata e mi compro un disco a stato solido che è molto più performante e infinitamente più economico.
Commento # 3 di: calabar pubblicato il 05 Luglio 2012, 13:03
@La Paura
XQD usano PCI-E come interfaccia per il trasferimento dati.

Rispetto alle classiche CF pare guadagni in compattezza, ma a parte Sony pare che le altre realtà non creano molto in questo formato e ho idea che farà la fine dei formati proprietari che Sony ha cercato di propinarci nei propri apparecchi in passato.
Commento # 4 di: roccia1234 pubblicato il 05 Luglio 2012, 13:06
1 mb/s su 160 e passa non conta praticamente nulla .
Sfido a trovare la differenza. Ah si, in 60 secondi di raffica puoi scrivere 10,08 gb al posto di soli 10,02 gb .
Comunque, al posto della velocità di picco sarebbe più utile conoscere la velocità reale a card vuota, mezza piena, quasi piena, ecc ecc.

Poi che abbia altri vantaggi rispetto alle CF non discuto, ma come velocità (massima di picco teorica ) al momento sono pari.

Poi, come al solito, sony non aiuta con i prezzi . Sento puzza di memory stick.
Commento # 5 di: roccia1234 pubblicato il 05 Luglio 2012, 13:13
Originariamente inviato da: calabar
@La Paura
XQD usano PCI-E come interfaccia per il trasferimento dati.

Rispetto alle classiche CF pare guadagni in compattezza, ma a parte Sony pare che le altre realtà non creano molto in questo formato e ho idea che farà la fine dei formati proprietari che Sony ha cercato di propinarci nei propri apparecchi in passato.


ecco, appunto .

Imho la sola compattezza non giustifica un esborso del genere, specie se pensi che solo la D4 le supporta, mentre le CF sono supportate da praticamente tutte le top di gamma/professionali.
Commento # 6 di: Dumah Brazorf pubblicato il 05 Luglio 2012, 13:33
L'asterisco in parte al 168 è una chiara presa in giro legalizzata.
Commento # 7 di: marchigiano pubblicato il 05 Luglio 2012, 13:51
bah... avevano inventato le CFast che erano delle CF con interfaccia sata, l'hanno affossate per queste che ha il pci-e...

entrambe hanno dei vantaggi e svantaggi ma finchè non ne esce un formato vincitore sarà un casino come quando c'era il bluray e il hd-dvd, prezzi rimarranno alti finchè non ci sarà il supporto dei grandi produttori e concorrenza
Commento # 8 di: ziozetti pubblicato il 05 Luglio 2012, 14:15
Originariamente inviato da: roccia1234
1 mb/s su 160 e passa non conta praticamente nulla .
Sfido a trovare la differenza.

La CF è standard e la XQD è Sony.
La differenza è palese, inutile dire quali delle due è migliore!
Commento # 9 di: efrite15 pubblicato il 05 Luglio 2012, 14:31
Si va bé, mi costa di meno agganciarci un SSD XD ... e ce ne sono anche di molto compatti (anche se non a questo livello che io sappia).
Commento # 10 di: DKDIB pubblicato il 05 Luglio 2012, 14:44
Fra articoli (non questo) e commenti (come questi), mi pare che Hardware Upgrade stia diventando più puerile di Tom's Hardware (che, oltre ad essere diventate una testata più affidabile, continua a far ridere per la schiettezza di molti articoli).
Comunque dovrò aggiornarmi: pensavo fosse passato di moda trollare su Sony e che ormai ci si dedicasse solo ad Apple...


Giusto per chiarezza, visti i molti che non hanno nemmeno letto l'articolo:
* XQD uno standard ratificato dalla CompactFlash Association (ed ideato da Nikon, Sony e Sandisk);
* XQD è talmente proprietario di Sony, che l'unica fotocamera ad adottarlo è una Nikon...


Da ultimo, non pretendete che una scheda da 168 MB/sec, di quelle dimensioni e con un taglio elevato (per una scheda di memoria), costi quanto un disco da 2.5'' oppure come un pendrive Lexar da 4 GB a forma di Titti...

Taglio e velocità di picco sono ai limiti della tecnologia attuale, con un formato fra i più piccoli in circolazione (poco più grande di una SD).
È ovvio che ci saranno moltissimi scarti per produrre una scheda del genere e solo alcuni potranno essere recuperati marchiandoli come versioni da 32 GB.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »