Kenko-Tokina commercializza l'ottica Tokina SD 17-35mm F4 AT-X PRO FX

Kenko-Tokina commercializza l'ottica Tokina SD 17-35mm F4 AT-X PRO FX

di Alessandro Bordin, pubblicata il

“Mostrata in forma di prototipo al Photokina, prende la via della commercializzazione la nuova lente zoom grandangolare Tokina SD 17-35mm F4 AT-X PRO FX pensata per le fotocamere full frame ”

Kenko-Tokina, dopo averlo mostrato in anteprima al Photokina, commercializza proprio in questi giorni il nuovo grandangolo SD AT-X 17-35mm F4  PRO FX, pensato per le fotocamere digitali full frame e che va ad affiancare il pregiato AT-X 16-28mm F2.8 PRO FX già presente in listino. La fonte è Tokina stessa sul proprio sito giapponese, di cui proponiamo il link direttamente tradotto dal giapponese.

Tokina

Il nuovo nato in casa Kenko-Tokina è di fatto un grandangolo non spinto, che si propone a un prezzo inferiore rispetto al 16-28mm appartenente alla stessa famiglia. La stessa Tokina precisa che è stata volutamente scelta un'apertura massima di F4, poiché ciò permette di contenere i problemi di aberrazione che si hanno con lenti di maggiori dimensioni tipiche dei pregiati F2.8, mantenendo inoltre i prezzi su livelli più bassi.

Una lente all'interno del gruppo che equipaggia l'ottica Tokina SD 17-35mm F4 AT-X PRO FX è del tipo a bassissima dispersione, con un comportamento comparabile a quelle in fluorite, mentre dal punto di vista del motore autofocus troviamo il meglio della casa, un SD-M (Silent Drive Module) che garantisce velocità e silenziosità al tempo stesso.

Difficile trovare cenni sul prezzo, un punto chiave per il successo o meno dell'unità. In base a una ricerca effettuata online, si deduce qualcosa di prossimo ai 600-650 Euro, forse troppo vicino ai circa 850,00 Euro con cui è possibile portarsi a casa il fratello F2.8 di maggior pregio, soprattutto se si considera che verranno montati quasi esclusivamente su macchine full frame da un'utenza molto esigente. Si tratta comunque di dati non ufficiali, motivo per cui occorrerà attendere ancora un po' di tempo per sapere la cifra di commercializzazione ufficiale.


Commenti (26)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: Manublade pubblicato il 27 Giugno 2011, 11:16
E da quando un 17mm "pensato per le fotocamere digitali full frame" è un grandangolo non spinto?
Commento # 2 di: zyrquel pubblicato il 27 Giugno 2011, 11:51
il "vantaggio" di avere un f:4 è anche un peso inferiore [ circa 350g in meno ] che su una reflex FF "leggera" si sentono abbastanza, se poi si decidessero a fare delle FF davvero leggere ancora meglio...in più in questa versione è presente la filettatura per i filtri, anche se 82mm non sono proprio pochi

insomma se poi costasse anche solo 200€ in meno* i motivi per preferire questo f:4 al più "ingombrante" f:2,8 non sono pochi

*anche il prezzo è importante, perchè altrimenti l'utenza "esigente" [ che magari si è presa una canon 5Dold usata o attende di prendersi una D700 altrettanto usata ] avrebbe preso senza farsi troppi problemi un obbiettivo canon o nikon originale
Commento # 3 di: diabolik1981 pubblicato il 27 Giugno 2011, 12:19
Vorrei capire quale è questa FF leggera...
Commento # 4 di: PaveK pubblicato il 27 Giugno 2011, 12:42
Originariamente inviato da: Manublade
E da quando un 17mm "pensato per le fotocamere digitali full frame" è un grandangolo non spinto?

Esatto
Commento # 5 di: uncletoma pubblicato il 27 Giugno 2011, 12:42
E da quando un 17mm "pensato per le fotocamere digitali full frame" è un grandangolo non spinto?

Concordo... però è meno spinto del 16mm
Commento # 6 di: zyrquel pubblicato il 27 Giugno 2011, 13:43
Originariamente inviato da: diabolik1981
Vorrei capire quale è questa FF leggera...

una a900 o 5D o D700 pesano "solo" 900-1000g, circa 2-300g in meno delle "ammiraglie", un risparmio complessivo quindi di almeno 6-700g che potrebbe aumentare considerevolmente nel momento in cui si decideranno a fare una reflex da portare a spasso e non da piantare chiodi

ovviamnte il "leggera" intendeva anche "meno ingombrante"
Commento # 7 di: tuttodigitale pubblicato il 27 Giugno 2011, 13:57
Originariamente inviato da: articolo]Il nuovo nato in casa Kenko-Tokina è
ah ah. se un 17mm non è un ultra-grandangolo (pari ad 11mm su APS-C) devo intendere che l'unico vero grandangolo spinto è il 12-24 sigma (o il corrispettivo per formato dx 8-16mm).

Non per entrare in polemica ma state rifilando delle gaffe uno peggio dell'altra.

[QUOTE=articolo]Olympus (o per meglio dire Zuiko) potrebbe però puntare ancora più in alto

cioè cosa significa? Vi rendete conto dell'abominio che avete scritto?
Sarebbe come dire che AMD (o per meglio dire Radeon) potrebbe però puntare ancora più in alto.

Trovare un bravo articolista che sappia di cosa si parla no?

Originariamente inviato da: zyrquel
una a900 o 5D o D700 pesano "solo" 900-1000g, circa 2-300g in meno delle "ammiraglie", un risparmio complessivo quindi di almeno 6-700g che potrebbe aumentare considerevolmente nel momento in cui si decideranno a fare una reflex da portare a spasso e non da piantare chiodi

ovviamnte il "leggera" intendeva anche "meno ingombrante"

Quella del peso è una fissa secondo me. Ho già detto che nella mia città c'è una ragazza che esce spesso armata della D3 e 70-200 VR?

Imho il vero vantaggio di questo obiettivo è nell'escursione focale decisamente più ampia, se la versione f/2,8 sarebbe stata un 17-35 dubito che qualcuno in nome della leggerezza (pochi grammi e centimetri) rinunci ad uno stop di apertura relativa.
Non c'è dubbio che 650 euro non sono per niente male per un ottica del genere (prezzo se conformato vedrebbe questo obiettivo come diretto concorrente di un ormai vestuto Canon 17-40 f/4 L e credo che saranno molti i fotografi disposti a sacrificare la tropicalizzazione a favore di una resa ai bordi migliore).
Commento # 8 di: zyrquel pubblicato il 27 Giugno 2011, 14:16
Originariamente inviato da: tuttodigitale
Ho già detto che nella mia città c'è una ragazza che esce spesso armata della D3 e 70-200 VR?

quindi??
Commento # 9 di: diabolik1981 pubblicato il 27 Giugno 2011, 14:24
5d e d700 pesano meno delle ammiraglie? Ovvio, manca l'impugnatura per la presa verticale, che nella 1d e nalle D3 è inclusa, quindi i pesi sono identici.
Commento # 10 di: tuttodigitale pubblicato il 27 Giugno 2011, 14:36
Originariamente inviato da: zyrquel
quindi??


lo stavo motivando... sei stato troppo tempestivo.
Quindi? Per la stragrande maggioranza delle persone quei 400 grammi in più non son niente. Ti assicuro che questo è dovuto all'ergonomia della Nikon d700 , d3 e aggiungo anche canon 1ds M3 (l'unica Canon con cui mi ci sono trovato) che fa riposare le articolazioni.
Non ti conosco quindi non so quale sia la tua esperienza, ed il peso e il feeling con una macchina fotografica sono del tutto personali ( per me è ingiustificato alleggerire il peso dell'attrezzatura quando siamo intorno ai 2-3 Kg).
Magari ci sono persone che hanno avuto in passato danni alle articolazioni (uno fra tutte frattura del polso).

Però, e questo è il mio pensiero, il limite del Tokina 16-28 è l'escursione focale e una resistenza al flare non certo sbalorditiva (sembra proprio un limite di un progetto ottico tanto raffinato, basti pensare che ne è afflitto anche il ben più caro 14-24 nikkor) dalle foto che ho visto.

Il Tokina 17-35 può essere preferibile su questi punti (e la resistenza al flare per ottiche di questo tipo è un parametro importantissimo per molti), ma il peso non sarà determinante secondo me nella scelta fra le due ottiche.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor