Due nuovi obiettivi Canon: EF 24-105mm f/4L IS II USM e EF 16-35mm f/2.8L USM III

Due nuovi obiettivi Canon: EF 24-105mm f/4L IS II USM e EF 16-35mm f/2.8L USM III

di Alessandro Bordin, pubblicata il

“Non solo Canon EOS 5D Mark IV: dal produttore nipponico arrivano anche due nuovi obiettivi che ne fanno da commplemento, pensati per il parco macchine full frame e dalle focali di 24-105mm e 16-35mm. Vediamoli più da vicino ”

Canon, oltre ad aver presentato la nuova reflex full frame Canon EOS 5D Mark IV, presenta oggi anche due obiettivi pensati per il mondo full frame: EF 24-105mm f/4L IS II USM e EF 16-35mm f/2.8L USM III.


Canon EF 24-105mm f/4L IS II USM

Canon EF 24-105mm f/4L IS II USM è un obiettivo zoom che copre le focali da 24 a 105mm, caratterizzato dall'apertura massima in tutta la sua escursione a f/4. Il nuovo nato si aggiorna sotto diversi aspetti, fra cui il nuovo schema EDM per un controllo del diaframma silenzioso durante la registrazione dei filmati. Oltre a questo troviamo uno stabilizzatore IS di nuova generazione che promette di superare i limiti teorici per il mosso di 4 stop; lo schema ottico prevede 17 elementi in 12 gruppi, diaframma a 10 lamelle, i filtri adottabili hanno un diametro di 77mm e il peso ferma la bilancia a 795 grammi.


Canon EF 16-35mm f/2.8L USM III

Canon EF 16-35mm f/2.8L USM III è uno zoom - grandangolo che l'azienda, nel comunicato stampa, sente di consigliare a matrimonialisti e fotoreporter che amano lavorare molto vicini ai propri soggetti. Anche in questo caso l'apertura massima è fissa per tutta l'escursione, da 16 a 35mm, ma con l'apprezzato valore di f/2.8. Come per molti obiettivi dalla focale relativamente corta, non è presente un sistema si stabilizzazione dell'immagine. Lo schema ottico è costituito da 16 elementi in 11 gruppi, diaframma a 9 lamelle, i filtri adottabili hanno un diametro di 82mm e il peso di 790 grammi.

Riga rossa, in casa Canon, è sinonimo di qualità e prezzo elevato. Sulla prima serviranno delle prove ma non abbiamo alcun motivo di dubitare, mentre sul secondo ci sono le conferme che giungono direttamente da Canon: gli obiettivi EF 16-35mm f/2.8L USM III e EF 24-105mm f/4L IS II USM e  saranno disponibili rispettivamente a partire da novembre e dicembre,  al prezzo suggerito al pubblico di € 2689,99 (16-35mm)  € 1289,99 (24-105mm).


Commenti (6)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: Rubberick pubblicato il 25 Agosto 2016, 13:41
Sarei molto curioso di sapere cosa è cambiato tra 16-35 II e 16-35 III in termini di qualità dell'immagine e di schema ottico.
Commento # 2 di: Alessandro Bordin pubblicato il 25 Agosto 2016, 14:40
Qualità di immagine è presto per dirlo, a livello di schema ottico ho visto che il II ha 16 elementi in 12 gruppi (il III ne ha 16 in 11 gruppi, quindi dentro cambia sicuro), inoltre il II ha 7 lamelle di diaframma, il III ne ha 9. Il III pesa 120-130 grammi in più.
Commento # 3 di: frankie pubblicato il 25 Agosto 2016, 16:05
Come per molti obiettivi dalla focale relativamente corta, non è presente un sistema si stabilizzazione dell'immagine.


Il fratello con f4 è IS...

In ogni caso il 24-105 era segnalato come da aggiornare da molto tempo, certo che il prezzo è salito di molto, la prima versione la si trova in street price a meno di 800€
Commento # 4 di: Rubberick pubblicato il 25 Agosto 2016, 22:22
Originariamente inviato da: Alessandro Bordin
Qualità di immagine è presto per dirlo, a livello di schema ottico ho visto che il II ha 16 elementi in 12 gruppi (il III ne ha 16 in 11 gruppi, quindi dentro cambia sicuro), inoltre il II ha 7 lamelle di diaframma, il III ne ha 9. Il III pesa 120-130 grammi in più.


ciao

guarda principalmente c'era una piccolissima cosa che affliggeva il II, un leggero blur intorno a f4 sui 24-28mm

se l'hanno corretto ben venga, a f/8 è una lama.. diciamo che è l'apertura ideale per grandi panoramiche

se l'aggiornamento è fatto solo avere vantaggi in coppia con la 5d R allora non c'e' una gran necessità di fare cambi
Commento # 5 di: a.debernardi pubblicato il 26 Agosto 2016, 08:22
Originariamente inviato da: Rubberick
Sarei molto curioso di sapere cosa è cambiato tra 16-35 II e 16-35 III in termini di qualità dell'immagine e di schema ottico.


La principale ragione dell'aggiornamento è stata la ricerca di una maggiore nitidezza ai bordi. Come ha detto Alessandro, è presto per dire se lo scopo è stato raggiunto o meno; quello che è certo è che Canon ha sfruttato il know-how acquisito con la progettazione dell'11-24mm.
Commento # 6 di: Rubberick pubblicato il 26 Agosto 2016, 09:46
Originariamente inviato da: a.debernardi
La principale ragione dell'aggiornamento è stata la ricerca di una maggiore nitidezza ai bordi. Come ha detto Alessandro, è presto per dire se lo scopo è stato raggiunto o meno; quello che è certo è che Canon ha sfruttato il know-how acquisito con la progettazione dell'11-24mm.


ah.. però se ricordo era già abbastanza affilato in confronto a tanti altri prodotti.. forse per 50Mpixel della 5d R cominciava ad esserci carenza
BenQ Monitor