Canon PowerShot G1X, la compatta prosumer si fa grande (nel sensore)

Canon PowerShot G1X, la compatta prosumer si fa grande (nel sensore)

di Alessandro Bordin, pubblicata il

“Canon, in questi giorni di euforia da CES di Las Vegas, presenta la nuova prosumer compatta PowerShot G1 X, dotandola di un sensore ben più grande di quello dell'apprezzata PowerShot G12”


Canon ha presentato una nuova fotocamera compatta destinata agli appassionati, che sercano il massimo da questa tipologia di prodotto e che va a scontrarsi, in un certo senso, con le mirrorless dei concorrenti. Canon PowerShot G1 X fa un grosso passo avanti rispetto all'apprezzata PowerShot G12 partendo dal cuore, un sensore CMOS progettato per offrire la qualità d’immagine e il controllo tipici di una reflex, in una macchina d’acciaio maneggevole e dalle dimensioni contenute.

Si tratta della prima compatta Canon a essere caratterizzata da un grande sensore CMOS da 14,3 megapixel formato 4:3 – 18,7 x 14 mm, simile in altezza al sensore APS-C usato in alcuni modelli EOS. Un sensore più grande di quello dei formato Quattro Terzi usato sule reflex Olympus e Panasonic (finché le faceva) insomma, e grande poco meno di quelli APS-C. 

Canon G1X

In abbinamento al processore DIGIC 5, questo sensore permette alla nuova fotocamera di lavorare in un range ISO da 100 a 12800 con una qualità superiore rispetto a ogni compatta in circolazione, e superando quello che era uno dei limiti più grandi della PowerShot G12, che ha un sensore 6,3 volte più piccolo. La fotocamera più evoluta di quelle prodotte da Canon fino ad ora, insomma, che vanta inoltre un'ottica stabilizzata 15,1 – 60,4 mm (35mm equiv.: 28 - 112 mm), con aperture rispettive di f/2,8 - 5,8.

La stabilizzazione di immagine è particolarmente evoluta: quando è rilevato un movimento di panning viene attivata la modalità Panning IS e lo stabilizzatore agisce in una sola direzione per una resa più artistica del movimento in tutta l'inquadratura;  la tecnologia Hybrid IS consente invece di catturare soggetti macro senza l’effetto mosso riducendo anche le vibrazioni parallele al piano sensore.
L'obiettivo include anche un filtro a densità neutra (ND), che permette l'utilizzo di aperture maggiori per ottenere una minore profondità di campo a parità di luce, o di utilizzare tempi di posa più lenti per una sfocatura intenzionale del movimento.

Oltre ai controlli storicamente offerti dalla serie G, PowerShot G1 X offre il pieno controllo manuale, con ghiere di modalità di scatto e compensazione dell'esposizione per un accesso rapido e intuitivo a una serie di impostazioni. Per il massimo controllo sull'immagine finale, PowerShot G1 X supporta l'acquisizione RAW a 14 bit.

Da segnalare anche la tecnologia High Speed Burst HQ, che permette di catturare sei scatti a piena risoluzione a 4,5 fotogrammi al secondo. In alternativa, è possibile scattare raffiche a 1,9 fps in formato JPEG fino al riempimento della scheda di memoria per registrare sequenze più lunghe. Scontata la presenza di funzionalità video: PowerShot G1 X supporta la registrazione di filmati Full HD (1080p) a 24fps, tramite un pulsante dedicato.

Sul retro della fotocamera troviamo un grande schermo LCD ad angolazione variabile da 7,5 centimetri (3,0”) PureColor II con risoluzione di 920.000 punti, sebbene non manchi il mirino ottico (OVF) con regolazione diottrica per la composizione dell'immagine in reflex style. Un nuovo flash manuale integrato retrattile offre la possibilità di illuminare la scena e, utilizzando la slitta, è possibile anche utilizzare flash esterni Canon Speedlite.

Veramente numerose le scene di scatto avanzate messe a disposizione dell'utente, fra cui segnaliamo HDR in camera e Handheld Night Scene, che cattura una sequenza di scatti ad alta velocità, combinando i dati per produrre un’immagine ben esposta con un effetto mosso ridotto al minimo. Abbiamo parlato all'inzio di concorrenza con le mirrorless, ed ecco perché: PowerShot G1 X sarà disponibile da febbraio 2012 a un prezzo indicativo suggerito al pubblico di 710 euro IVA inclusa. 


Commenti (64)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: roccia1234 pubblicato il 10 Gennaio 2012, 08:45
Una gran bella macchina, non c'è che dire. Se la facessro pagare 500€ al posto dei 710€, si prenderebbe solo lei tutto il mercato delle cosiddette compatte premium ma anche delle bridge più costose (ed è forse proprio questo il motivo di quel prezzo tanto elevato).

Che sia un preludio/prova tecnica per le future mirrorless canon a ottiche intercambiabili?

Non ho idea di quanto sia il tiraggio di questa macchina, ma guardate quanto è piccola l'ottica, nonostante sia uno zoom 4x e un sensore leggermente più piccolo di un aps-c ma più grande di un 4/3.
Nikon ne esce a dir poco malissimo da questo: ha ridotto il sensore delle sue mirrorless per fare ottiche più compatte... ma alla fine sono grosse più o meno come l'ottica di questa canon, che ha un sensore ben più grosso.

Anche sony non ne esce bene in quanto a compattezza delle ottiche. Il suo 18-55 è enorme rispetto a quest'ottica, per non parlare del 50ino .

Complimenti a canon!
Commento # 2 di: the_joe pubblicato il 10 Gennaio 2012, 08:56
Il prodotto è sicuramente interessante, ma come al solito, il reparto marketing si è riservato alcune migliorie da inserire nei prossimi modelli per poterlo ri-vendere in futuro, come ad esempio l'ottica un po' più luminosa in tele o il grandangolo più aperto dei 28mm equivalenti che ad oggi sono un po' scarsini o il full hd a solo 1080p 24fps.....

Il prezzo è elevato in assoluto, ma sicuramente calerà quando in commercio.
Commento # 3 di: moon182 pubblicato il 10 Gennaio 2012, 09:05
sicuramente seguirò le prime prove sul campo e se poi confermerà le aspettative penso proprio che verso l'estate potrebbe accasarsi a casa mia...
Commento # 4 di: ]Rik`[ pubblicato il 10 Gennaio 2012, 09:05
gran macchinetta, peccato il prezzo..mi stuzzica l'idea di avere una roba simile sempre dietro, cosa che non riesco a fare con la reflex
Commento # 5 di: moon182 pubblicato il 10 Gennaio 2012, 09:09
Originariamente inviato da: ]Rik`[
gran macchinetta, peccato il prezzo..mi stuzzica l'idea di avere una roba simile sempre dietro, cosa che non riesco a fare con la reflex


infatti, anch'io vedo che la mia reflex spesso resta a casa proprio perché non ho voglia di portarmi a presso la borsa con tutto dentro, e la compattina della mia morosa mi sta proprio stretta...
Commento # 6 di: demon77 pubblicato il 10 Gennaio 2012, 09:24
Apperò!!
Adesso sì che con le caratteristiche si ragiona!

Però MALE sul prezzo.. 710 euro è fuori mercato.. con molto meno mi prendo una EVIL.
Avrebbe senso al massimo a 450-500.
Commento # 7 di: ]Rik`[ pubblicato il 10 Gennaio 2012, 09:31
Originariamente inviato da: demon77
Però MALE sul prezzo.. 710 euro è fuori mercato.. con molto meno mi prendo una EVIL.


sicuro che sia meglio avere una evil con 18-55 straingombrante piuttosto che questa?
Commento # 8 di: SingWolf pubblicato il 10 Gennaio 2012, 09:32
ma che gli costava mettere direttamente il 3:2 delle attuali aps-c?
Commento # 9 di: nick091 pubblicato il 10 Gennaio 2012, 09:33
bravi quelli della canon

passare la serie G ad un quasi aps-c invece che sparare la parola magica "mirrorless" è una scelta da fotografi
Commento # 10 di: X3n0 pubblicato il 10 Gennaio 2012, 09:41
bell'aggeggio!

avessi soldi da spendere e potessi permettermi una reflex di fascia alta prenderei anche questa per le situazioni in cui serve qualcosa di piccolo e leggero.

Comunque grande canon, questa è una direzione seria!
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor