Solida e orientata al mondo video: la nuova Panasonic Lumix GH3

Solida e orientata al mondo video: la nuova Panasonic Lumix GH3

di Roberto Colombo, pubblicata il 18 Settembre 2012, alle 10:25

“Molto attesa dai possessori di GH2 la nuova Panasonic Lumix GH3 ha le carte in regola per essere un prodotto convincente: corpo in lega di magnesio, autofocus rinnovato, supporto video Full HD fino a 72Mbps”

Come successo per altri prodotti di recente presentazione anche per Panasonic Lumix GH3 i rumors avevano già delineato le caratteristiche del prodotto e la presentazione ufficiale avvenuta a Photokina non ha destato troppe sorprese. La nuova Panasonic Lumix GH3 è quella che gli appassionati Lumix volevano e si aspettavano e rappresenta la richiesta evoluzione di Lumix GH2. Questo modello Micro Quattro Terzi ha trovato diversi estimatori in ambito video e Lumix GH3 ha cercato di evolversi per continuare a soddisfare anche questo tipo di esigenza.

Il cuore del sistema è rappresentato dal sensore in formato Quattro Terzi Live MOS da 16,05 megapixel e dal processore d'immagine Venus Engine. Il tutto è racchiuso da un corpo in lega di magnesio che fa uso di guarnizioni per la protezione contro polvere e schizzi d'acqua. L'ambito video è quello che riserva le novità più succose con il supporto 1080 50p Full HD AVCHD con bitrate di 28 Mbps o, in alternativa, H.264, oppure ancora, come richiesto da diversi videomaker MOV da 72 Mbps in formato ALL-I (all indexed senza compressione).

Panasonic ha ridisegnato il filtro antialiasing per ottenere una migliore nitidezza delle immagini e ha scelto di far lavorare la macchina a sensibilità comprese tra 200 ISO e 12800 ISO. Per l'autofocus il produttore giapponese ha scelto di continuare sull'evoluzione della tecnologia a contrasto, senza buttarsi su soluzioni ibride fase/contrasto, strada scelta da diversi concorrenti. Il sistema di messa a fuoco lavora ora a 240fps e dovrebbe garantire dei miglioramenti rispetto alle generazioni precedenti.

Si tratta di un prodotto che strizza l'occhio ai fotografi più esperti, anche grazie all'integrazione di ben tre ghiere di regolazione. Inoltre Panasonic ha studiato tra gli accessori anche un'impugnatura verticlae. Il puntamento può avvenire tramite mirino elettronico o tramite il display posteriore da 3,0": entrambi utilizzano la tecnologia OLED. Il primo offre 1.744K punti il secondo 614K pixel ma è orientabile. La nuova Lumix GH3 offre l'integrazione della connettività Wi-Fi, con supporto, tramite l'app Lumix Link, al controllo remoto della fotocamera.

La resistenza a spruzzi e polvere della macchina è condivisa anche dalla nuova ottica 35-100mm F2.8 costante, che con una focale equivalente di 70-200mm di presenta come lo zoom da medio tele a tele tipico della tradizione. Nel solco della tradizione si inseriranno da qui al 2014 anche le ottiche 42,5mm f/1.2 (85mm equivalenti) e 150mm f/2.8 (150mm equivalenti)


Commenti (1)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: Raghnar-The coWolf- pubblicato il 18 Settembre 2012, 10:48
display 600k pixel OLED? Per una mirrorless? Stanno scherzando?