Premio Nobel per la Fisica ai Signori della Luce: fibre ottiche e CCD

Premio Nobel per la Fisica ai Signori della Luce: fibre ottiche e CCD

di Roberto Colombo, pubblicata il

“Il Nobel 2009 per la fisica ha premiato gli inventori del sensore CCD e uno scienziato che diede un importantissimo contributo allo sviluppo delle fibre ottiche ”

Il comunicato stampa che annuncia il premio Nobel per la Fisica 2009 ha un titolo decisamente azzeccato: "Masters of Light", i Signori della Luce. Scienziati in grado di imbrigliarla e farla viaggiare per centinaia di chilometri e capaci di raccoglierla, trasformarla in segnale elettrico e ricostruire con essa delle immagini.

Stiamo parlando di Charles K. Kao e di Willard S. Boyle e George E. Smith: il primo ha riceuto il premio per i suoi innovativi passi avanti nel campo della trasmissione della luce nelle fibre ottiche, i secondi due per l'invenzione del sensore CCD.

Nel 1966 Charles K. Kao riusci a calcolare come trasmettere luce su lunghissime distanza utilizzando fibre ottiche di elevata purezza, in un periodo in cui la radiazione elettromagnetica riusciva invece nelle fibre a percorrere al massimo una ventina di metri. Gli studi di Kao misero in fermento tutto l'ambiente accademico e della ricerca, che riusì nel 1970 a produrre la prima fibra ottica ultrapura, aprendo un nuove porte alle comunicazioni, dando in pratica il via al mondo che conosciamo oggi.

L'invenzione del CCD (Charge-Coupled Device) risale invece al 1969, quando Boyle e Smith lavoravano presso i laboratori Bell. Sfruttando l'effetto fotoelettrico, teorizzato da Einstein e per il quale fu insignito del Premio Nobel nel 1921, è possibile trasformare la luce in segnali elettrici; la sfida vinta da Boyle e Smith fu quella di raccogliere, leggere e ordinare i segnali in arrivo da un elevato numero di fotodiodi , ricreando un'immagine, il tutto in un breve lasso di tempo. La tecnologia CCD è una delle più utilizzate in ambito fotografico, dove ha trovato un concorrente nella tecnologia CMOS, e rappresenta l'occhio digitale di fotocamere, videocamere e rilevatori.

I 10 milioni di Corone Svedesi (circa 1 milione di euro) sono stati divisi a metà per ciascun progetto: Charles K. Kao ne riceverà metà, l'altra metà sarà divisa equamente tra Willard S. Boyle e George E. Smith. Per chi volesse è disponibile un breve approfondimento sul backgorud tecnologico dei lavori premiati a questo indirizzo.


Commenti (21)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: lagunaloires pubblicato il 07 Ottobre 2009, 15:04
A proposito di Nobel, quando, Hwupgrade, ci farà conoscere anche chi ha preso lo Ignobel per la fisica?
Commento # 2 di: Severnaya pubblicato il 07 Ottobre 2009, 15:16
io ricordo ancora quello che ha studiato per quanto tempo un biscotto doveva rimanere nel latte per essere inzuppato nel modo giusto! XD


era 3 sec Link ad immagine (click per visualizzarla)
Commento # 3 di: paulgazza pubblicato il 07 Ottobre 2009, 15:18
quello dipendeva dal tipo di biscotto, dalla temperatura del latte o the e altri milllemila parametri
Commento # 4 di: grendinger pubblicato il 07 Ottobre 2009, 15:22
Originariamente inviato da: lagunaloires
A proposito di Nobel, quando, Hwupgrade, ci farà conoscere anche chi ha preso lo Ignobel per la fisica?


PREMIO IG NOBEL PER LA FISICA: Katherine K. Whitcome dell’Università di Cincinnati, Daniel E. Lieberman dell’Università di Harvard e Liza J. Shapiro dell’Università del Texas per aver determinato analiticamente come fanno le donne incinte a non ribaltarsi.

mica pizza e fichi...
Commento # 5 di: Severnaya pubblicato il 07 Ottobre 2009, 15:23
era un tempo medio considerato corretto per nn ricevere l'umiliazione di veder il biscotto rompersi e cadere nel latte
Commento # 6 di: travis90 pubblicato il 07 Ottobre 2009, 15:28
e quello dello spaghetto che si spezza sempre in 3 parti??? XD
Commento # 7 di: Human_Sorrow pubblicato il 07 Ottobre 2009, 15:30
Complimenti a tutti e tre e sopratutto grazie per averci permesso di arrivare dove siamo oggi.

Il prossimo anno però tocca a me!
Commento # 8 di: jägerfan pubblicato il 07 Ottobre 2009, 15:33
Originariamente inviato da: grendinger
PREMIO IG NOBEL PER LA FISICA: Katherine K. Whitcome dell’Università di Cincinnati, Daniel E. Lieberman dell’Università di Harvard e Liza J. Shapiro dell’Università del Texas per aver determinato analiticamente come fanno le donne incinte a non ribaltarsi.

mica pizza e fichi...


XDDDD
Commento # 9 di: Obelix-it pubblicato il 07 Ottobre 2009, 15:34
MeCojons (c). Con appena 40 anni di ritardo sull'invenzione, eh...
Commento # 10 di: II ARROWS pubblicato il 07 Ottobre 2009, 15:40
Infatti Obelix, è quello che ho pensato pure io...
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor