Phase One annuncia Capture One 9 Pro

Phase One annuncia Capture One 9 Pro

di Alberto De Bernardi, pubblicata il

“Disponibile la nona versione del RAW converter Phase One, tradizionalmente considerato uno dei migliori motori di sviluppo RAW attualmente disponibili. Postazione extra e più strumenti di correzione locale. ”

Phase One annuncia la nuova versione del suo software di gestione e sviluppo RAW: Capture One 9 Pro. Già considerato da molti come il miglior RAW converter attualmente disponibile, grazie alla bontà del suo "motore" di conversione, a ogni nuova versione Capture One fa un passo avanti anche in termini di strumenti e usabilità.

Tra le novità della versione 9, una banale ma a nostro avviso molto interessante è la postazione di lavoro extra. Gli utenti sono cioè autorizzati a installare il software su 3 macchine diverse anziché 2 - oltre al desktop e all'immancabile portatile, rimane così un'installazione extra per ogni evenienza.

A livello funzionale, le maggiori novità sono in direzione delle correzioni locali. Dal Color Editor potenziato, che consente ora una mascheratura in base al colore, alla possibilità di applicare curve di contrasto anche alle selezioni locali. Tra l'altro, ora sono disponibili localmente anche le sole curve di luminanza, che agiscono cioè puramente sul contrasto senza influenzare la saturazione.

 

Aggiunte infine nuove funzioni di mascheratura classica: Straight Line Brushing e Flow & Airbrush Masking; con quest'ultima, Capture One recupera uno svantaggio finora esistente con il concorrente Adobe.

A proposito di Adobe, disponibile ora la nuova funzione Capture One Colors for DNG. Con una certa supponenza, ed evidentemente convinti della superiorità del loro prodotto, i tecnici di Phase One si sono inventati questa funzione che, in presenza di un file DNG, ripristina la foto al RAW originale per applicare poi la "cura" Capture One. La guerra a Lightroom è ufficialmente dichiarata.

Rivisto il Rescaling Engine, che dovrebbe assicurare maggiore qualità in caso di downsampling per il web, così come il Contrast Engine - l'incarnato non è mai apparso così bello, parola di Phase One.     

Aggiunte infine nuove opzioni di tagging, l'indicazione della carica della fotocamera per chi è solito lavorare in tethering (pratica in effetti molto comune nel lavoro in studio con le medio formato Phase One) e nuove opzioni di esportazione RAW.

Capture One non è il più economico dei RAW converter: la singola licenza costa 279 Euro, che possono ridursi a "soli" 99 Euro per quanti sono già in possesso della versione 7 oppure della 8. Chi fosse interessato può scaricare una demo a questo indirizzo.   


Commenti (10)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: demon77 pubblicato il 03 Dicembre 2015, 11:10
"Capture One non è il più economico dei RAW converter: la singola licenza costa 279 Euro, che possono ridursi a "soli" 99 Euro per quanti sono già in possesso della versione 7 oppure della 8."

Ritengo che per un professionista del settore, che certamente ha diverse migliaia di euro in ottiche e corpi macchina, un licenza di soli 280 euro per un software abbastanza importante siano una cosa più che accettabile.
Commento # 2 di: AleLinuxBSD pubblicato il 03 Dicembre 2015, 12:44
In precedenza esisteva pure un'edizione Express, chissà che non la reintroducano nuovamente.

Di certo un'alternativa ad Adobe che non costringe al Cloud resta positiva.
Commento # 3 di: oatmeal pubblicato il 03 Dicembre 2015, 13:14
Ho usato la versione di prova del 8. È più ostica rispetto a Lightroom ma ha una resa eccezionale, anche se per me ci vuole poco ad essere più performante di LR...ma è un parere assolutamente personale. Comunque la scelsi perché tratta i file .raf della mia xt1 in maniera corretta al contrario di LR, ma poi optai per Iridient Developer sia per il costo inferiore mantenendo un'ottima resa e sia perché della catalogazione non me ne faccio nulla. Questa versione 9 pare avere ottime chicche, un'altro mesetto di prova glielo posso concedere. Chissà poi
Commento # 4 di: AlexSwitch pubblicato il 03 Dicembre 2015, 13:17
La versione " Express " esiste ancora ma è riservata, gratuitamente, a chi utilizza macchine Sony. L'upgrade alla versione pro costa invece 61 Euro IVA inclusa.

Capture One, rispetto a Lightroom, come resa di elaborazione è un gradino superiore... Più preciso nella gestione dei colori, nella struttura ( che Lightroom non ha ) e nel contrasto.
Il controllo della nitidezza può essere scelto e regolato su tre profili in modo da rispettare il tipo di ripresa effettuata ( per esempio un ritratto ).
Altro strumento molto importante, che Lightroom non ha, è la gestione dei livelli.
Ho provato la versione 9 ( stasera farò l'acquisto per la licenza pro ): ora con il supporto OpenCL il motore di rendering è molto veloce, così come la preview degli scatti nella libreria. Anche l'esportazione nei formati compressi ( Jpeg e TIFF ) è diventata più spedita.

Uniche pecche il mancato supporto nativo a plugin, una gestione delle librerie ancora macchinosa, una minor supporto della profilatura delle lenti.

Finalmente ho trovato il degno sostituto di Aperture!!
Commento # 5 di: Nenco pubblicato il 03 Dicembre 2015, 13:38
Originariamente inviato da: demon77
"Capture One non è il più economico dei RAW converter: la singola licenza costa 279 Euro, che possono ridursi a "soli" 99 Euro per quanti sono già in possesso della versione 7 oppure della 8."

Ritengo che per un professionista del settore, che certamente ha diverse migliaia di euro in ottiche e corpi macchina, un licenza di soli 280 euro per un software abbastanza importante siano una cosa più che accettabile.


Cosa c'entra? Mica tutti sono professionisti
Commento # 6 di: AlexSwitch pubblicato il 03 Dicembre 2015, 13:45
Ma per quello che offre in più rispetto a Lightroom non costa nemmeno uno sproposito....
Commento # 7 di: roccia1234 pubblicato il 03 Dicembre 2015, 14:16
Devo decidermi a provarlo...
Se riuscisse ad importare le librerie di lightroom sarebbe eccezionale.
Commento # 8 di: demon77 pubblicato il 03 Dicembre 2015, 14:23
Originariamente inviato da: Nenco
Cosa c'entra? Mica tutti sono professionisti


Ma si ok, se non sei professionista puoi pure fare a meno di un software come questo e puntare a qualcosa di più low level.
Se poi sei proprio appassionato e come tale hai speso parecchio in un corredo fotografico di buon livello non sono certo 280 euro a madarti sul lastrico.

e poi... detto male.. se non sei professionista e fai foto per divertimento.. te lo scarichi a sgamo e nessuno ti dice niente. Non sei certo tu la fote di guadagno di un software simile ma ovviamente i professionisti.
Commento # 9 di: thegiox pubblicato il 03 Dicembre 2015, 15:44
Lo uso dalla versione 6, da due anni con licenza "a noleggio" da 9 euro al mese.
Fantastico, una volta che lo provi non torni più indietro.
Qualità eccezionale, tethering perfettamente usabile e velocissimo, correzioni millimetriche di ogni parametro.

Il miglior raw converter sulla piazza.
Commento # 10 di: AlexSwitch pubblicato il 03 Dicembre 2015, 18:12
Originariamente inviato da: roccia1234
Devo decidermi a provarlo...
Se riuscisse ad importare le librerie di lightroom sarebbe eccezionale.


Si da questa versione è possibile importare i cataloghi di Lightroom
BenQ Monitor