Instagram da adesso può vendere le foto degli utenti

Instagram da adesso può vendere le foto degli utenti

di Rosario Grasso, pubblicata il

“Col primo grande cambiamento nei termini d'uso da quando è stata acquisita da Facebook, Instagram rivendica il diritto di vendere le foto degli utenti senza inoltrare alcuna notifica a questi ultimi. ”

Instagram ha fatto sapere che da oggi ha il diritto di vendere le fotografie caricate dagli utenti senza alcun pagamento a questi ultimi e senza in alcun modo avvisarli dell'avvenuta vendita. Si tratta di un sostanziale cambiamento dei termini d'uso che ha rapidamente scatenato una protesta pubblica.

La nuova politica di Instagram, che entrerà in vigore dal 16 gennaio, arriva tre mesi dopo che Facebook ha completato l'acquisizione del popolare servizio di condivisione di foto. A meno che gli utenti di Instagram non cancellino i loro account prima di quella data, non hanno nessun altro strumento per evitare che la nuova politica venga applicata anche alle loro foto.

Nella sostanza, Facebook rivendica il diritto di concedere in licenza tutte le foto di Instagram a imprese di terze parti o a qualsiasi altra organizzazione, anche a fini pubblicitari. La nuova politica di Facebook e di Instagram potrebbe così trasformare internet in un immenso album di fotografie.

"È come chiedere alla gente di acconsentire a un uso commerciale non specificato delle loro foto", dice Kurt Opsahl, uno degli avvocati della Electronic Frontier Foundation. "Questo rende difficile a chiunque dare una qualsiasi forma di assenso".

La nuova politica potrebbe consentire, ad esempio, ai gestori di un albergo di richiedere a Facebook delle foto scattate all'interno della struttura, il tutto senza che l'utente di Instagram tragga in alcun modo beneficio dalla transazione. Ma chiaramente tutto questo potrebbe andare contro le leggi sulla privacy di alcuni Stati.

Facebook acquisisce il diritto di vendere le foto degli utenti di Instagram per via della modifica di due condizioni all'interno dei termini d'uso. È stata rimossa l'attuale dicitura "licenza limitata" e sono state aggiunte le espressioni "trasferibile" e "sub-licenza". Il risultato è che Facebook può adesso disporre di come vuole delle foto degli utenti, con la possibilità di trasferirle liberamente sotto licenza a qualsiasi altra organizzazione.

La seconda condizione permette a Facebook di marginare sulla vendita delle foto. "Una società commerciale o altre entità possono pagarci in cambio delle tue foto, senza che sia previsto alcun compenso per te". Sono le testuali parole dei nuovi termini d'uso, chiaramente assenti nelle precedenti condizioni.

La politica di Google, al contrario, è molto più rigida, e non consente di vendere le foto caricate attraverso Picasa o Google+. In questo caso le foto, infatti, possono essere usate solo allo scopo di "migliorare e promuovere i nostri servizi". Una politica simile viene adottata anche da Yahoo per Flickr.


Commenti (39)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: Altair[ITA] pubblicato il 18 Dicembre 2012, 11:35
la capacità di Facebook nell'affossare quello che era uno sfizioso servizio è impressionante.
Commento # 2 di: songohan pubblicato il 18 Dicembre 2012, 11:37
Una domanda: ma visto che spesso gli utenti caricano foto che, tecnicamente parlando, fanno pena e sono in formato compresso jpeg in che modo qualche professionista potrebbe trarne beneficio?

Una considerazione: ma davvero pensate sia tutto gratis? Ci fanno entrare nel pollaio per spennarci quando e come vogliono.

Amen.
Commento # 3 di: songohan pubblicato il 18 Dicembre 2012, 11:37
Originariamente inviato da: Altair[ITA]
la capacità di Facebook nell'affossare quello che era uno sfizioso servizio è impressionante.


Spero che faccialibro sparisca dalla faccia della terra il prima possibile.
Commento # 4 di: checo pubblicato il 18 Dicembre 2012, 11:42
che è comunque quello che già succede con le foto coricate su facebook.
diventno di proprietà di facebook che ne può far quel che vuole.
Commento # 5 di: khelidan1980 pubblicato il 18 Dicembre 2012, 11:42
Originariamente inviato da: songohan
Una considerazione: ma davvero pensate sia tutto gratis? Ci fanno entrare nel pollaio per spennarci quando e come vogliono.

Amen.


Bhe c'è anche un limite a tutto dai, posso accettare che loro guadagnino indirettamente dai dati e dai file che noi gli carichiamo, ma questi quì sono proprio senza vergogna
Commento # 6 di: piererentolo pubblicato il 18 Dicembre 2012, 11:44
Ma non ho capito,
può vendere quelle che carico da oggi in avanti o anche quelle che ho caricato in precedenza?
Commento # 7 di: ilratman pubblicato il 18 Dicembre 2012, 11:46
motivo in più perchè io su faccialibro e altri non ci sono....
Commento # 8 di: gd350turbo pubblicato il 18 Dicembre 2012, 12:02
Originariamente inviato da: ilratman
motivo in più perchè io su faccialibro e altri non ci sono....


Motivo per cui io non si sono mai stato e mai ci sarò !

Le mie foto vanno solo su siti privati, con tanto di watermark...


Originariamente inviato da: songohan
Spero che faccialibro sparisca dalla faccia della terra il prima possibile.


Sarebbe una cosa buona e giusta, ma purtroppo ci sono persone che sono facebook dipendenti, sarebbero disposte a rinunciare all'acqua, alla luce, al cibo, ma non a facebook!
Commento # 9 di: cignox1 pubblicato il 18 Dicembre 2012, 12:11
Ma... è legale? Ok che ci sono nazioni in cui questo potrebbe non essere permesso, ma mi stupisce che ce ne siano altri in cui è possibile fare una cosa del genere. Se io avessi le foto delle mie figlie, questo significa che potrei trovarle da qualsiasi parte, senza che io possa giudicare quale loro uso è accettabile e quale no!

Agghiacciante.
Commento # 10 di: mihos pubblicato il 18 Dicembre 2012, 12:17
Originariamente inviato da: cignox1
Ma... è legale? Ok che ci sono nazioni in cui questo potrebbe non essere permesso, ma mi stupisce che ce ne siano altri in cui è possibile fare una cosa del genere. Se io avessi le foto delle mie figlie, questo significa che potrei trovarle da qualsiasi parte, senza che io possa giudicare quale loro uso è accettabile e quale no!

Agghiacciante.


Non so quanto sia legale, e penso che chi lo usa debba rivolgersi alle associazioni dei consumatori. Che schifo
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor