Annunciata ufficialmente la mirrorless medio formato: ecco Hasselblad X1D

Annunciata ufficialmente la mirrorless medio formato: ecco Hasselblad X1D

di Roberto Colombo, pubblicata il

“La nuova Hasselblad X1D porta un sensore medio formato nel corpo di una fotocamera che pesa 725 grammi e che si impugna facilmente con una sola mano e che punta ad allargare molto le possibilità di utilizzo di questo segmento di fotocamere”

Una medio formato che si tiene con una mano: è questo forse il primo aspetto che si evince dalla presentazione del CEO di Hasselblad Perry Oosting (ex-Vertu). La nuova Hasselblad X1D porta un sensore medio formato nel corpo di una fotocamera che pesa 725 grammi e che si impugna facilmente con una sola mano e che punta ad allargare molto le possibilità di utilizzo di questo segmento di fotocamere. Dalle immagini del live streaming questo fatto è ancora più evidente di quanto non lo fosse nelle immagini stampa stand-alone.

Il menu ricalca quello delle fotocamere professionali come H6D ed è accessibile tramite l'ampio touchscreen da 3" e 920k pixel, ma la macchina offre anche una ampia gamma di tasti per chi preferisse questo approccio.. Il mirino elettronico è forse la più grossa novità per una medio formato. Utilizza una pannello XGA da 2,36 milioni di pixel, quello più utilizzato dalla maggior parte delle mirrorless.

I sensore CMOS da 50 megapixel (43,8×32,9mm) arriva alla sensibilità massima di 25.600 ISO e promette 14 stop di gamma dinamica. La macchina ha doppio slot SD per la registrazione delle immagini, salva sia file JPG sia RAW .3FR, registra video Full HD a 25fps e offre connessione USB 3.0. Troviamo inoltre GPS integrato e connettività Wi-Fi.

Per ora sono due ottiche che compongono il sistema, con la promessa di un'espansione nel futuro prossimo. Abbiamo un'ottica più grandangolare Hasselblad XCD 45mm f/3.5 e una dalla focale più lunga Hasselblad XCD 90mm f/3.2. Entrambe sono ottiche autofocus (sistema a rilevazione di contrasto) e offrono sincro flash pari a 1/2000 di secondo con lo strsso sistema a otturatore centrale delle ottiche H. La macchina arriverà sul mercato alla fine di agosto (demo a partire da fine luglio) al prezzo di listino di 7.900€ (IVA esclusa). La macchina è costruita in Svezia, mentre per le ottiche non è stata rinnovata la partnership con Fujinon (che costruisce le ottiche del sistema H), ma la produzione delle lenti è stata affidata alla giapponese Nitto.


Commenti (17)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: demon77 pubblicato il 22 Giugno 2016, 15:11
Premesso ovviamente che è una macchina della madonna con un sensore di una potenza impressionante.. ma non so bene fino a che punto possa avere senso un motore così potente dentro ad una macchinetta portatile come questa.

Dubbio già espresso da altri nella precedente discussione.
Il timore è che risulti piuttosto difficile sfruttare la piena potenza di un simile sensore senza tutti gli annessi e connessi di un corpo macchina da medio formato che abitualemente ospita questi sensori.

In sintesi.. mi da molto l'idea della 500 con montato il motore della Porsche.. potente si ma non la tieni in strada..
Commento # 2 di: AleLinuxBSD pubblicato il 22 Giugno 2016, 15:21
Si potrebbe avere maggiori informazioni sul sistema AF?
La funzionalità di tethering è stata mantenuta?

Dall'immagine "temo" (1) che l'autonomia della batteria risulterà scarsa ... sarebbe un peccato.

1) Per una questione di fisica direi che sarà una certezza ... il solito vizio di ridurre in modo esasperato le mirrorless, sacrificando aspetti importanti.
Commento # 3 di: StePunk81 pubblicato il 22 Giugno 2016, 15:37
Fará la gioia di cinesi e coreani, le cui Leica sono ormai troppo mainstream per fotografare i mimi su corso Vittorio Emanuele
Commento # 4 di: Roberto Colombo pubblicato il 22 Giugno 2016, 16:00
La batteria è da 3200 mAh, non viene però dichiarato il dato di autonomia nella scheda tecnica.

Per quanto riguarda il tethering l'USB type-C e la compatibilità con il software Phocus sembrerebbero suggerire che sia supportato, viene citato però esplicitamente solo il controllo remoto tramite Phocus Mobile su iOS.

L'AF viene semplicemente definito "Autofocus metering via contrast detection; Instant manual focus override"

Per quanto riguarda la reale possibilità di sfruttare un sensore così grosso in un corpo così piccolo: in realtà le medio formato ultimamente si sono rese molto più facilmente utilizzabili anche a mano libera rispetto a una volta. Qui avendo eliminato lo specchio (che ad esempio su una delle prime MF pensate da usare fuori studio, la prima Leica S, dava un contraccolpo non indifferente, con micro mosso sempre dietro l'angolo) con un po' di attenzione non vedo grossi problemi all'orizzonte. Certamente non è una macchina punta&scatta
Commento # 5 di: zyrquel pubblicato il 22 Giugno 2016, 16:00
Originariamente inviato da: demon77
In sintesi.. mi da molto l'idea della 500 con montato il motore della Porsche.. potente si ma non la tieni in strada..

per fortuna con le fotocamere non c'è il rischio d andare fuori strada e mettere sotto qualche pedone, che potrebbe succedere di male??
Originariamente inviato da: StePunk81
Fará la gioia di

chi se la può permettere
Commento # 6 di: demon77 pubblicato il 22 Giugno 2016, 16:12
Originariamente inviato da: zyrquel
per fortuna con le fotocamere non c'è il rischio d andare fuori strada e mettere sotto qualche pedone, che potrebbe succedere di male??


Di male in senso stretto nulla, salvo il fatto di non riuscire a sfruttare il reale potenziale del sensore.
Per me il medio formato è sprecato dentro una macchinetta simile.
Commento # 7 di: zyrquel pubblicato il 22 Giugno 2016, 16:23
...ma che significa "sprecato"??
la macchina fa fare al sensore le stesse cose che faceva prima a metà prezzo, peso e dimensioni...a me pare un guadagno sotto ogni punto di vista ( autonomia batteria a parte forse )

...se poi mi son perso qualche grave mancanza metteteci una freccia luminosa accanto
Commento # 8 di: AleLinuxBSD pubblicato il 22 Giugno 2016, 17:00
3200 mAh ... mmm ... può darsi che sia discreta.

Considerando che le Nikon EN-EL15 sono da 1900 mAh è sulla Nikon D750 sono dichiarate avere un'autonomia di 1230 scatti, pur considerando un certo maggiore consumo della medio formato, può darsi che 3200 mAh risulti qualcosa di sufficientemente discreto.

Meno probabile però che risulti sufficiente per tethering, se fosse disponibile, a meno che non sia possibile alimentare la fotocamera direttamente dalla presa di corrente anziché dalla batteria, una soluzione più scomoda (un cavo in più tra i piedi), ma che aggirerebbe continui cambi di batterie in studio.
Commento # 9 di: AleLinuxBSD pubblicato il 22 Giugno 2016, 18:30
Commento # 10 di: Opteranium pubblicato il 22 Giugno 2016, 21:32
Originariamente inviato da: Roberto Colombo
Certamente non è una macchina punta&scatta

e invece io la comprerò e la userò proprio in quel modo, con l'automatico un click e via
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor