Leica M Monochrom Typ 246, bianconero atto secondo

Leica M Monochrom Typ 246, bianconero atto secondo

di Alberto De Bernardi , pubblicato il

“Leica rinnova la sua Monochrom, aggiornando la precedente versione basata sul sensore CCD della M9 all'attuale sensore CMOS delle M e M-P Typ 240. ”

Introduzione

Nel 2012, Leica lanciò uno dei suoi modelli più radicali: la Monochrom. Una M9-P che, rinunciando al filtro RGB, rinunciava in toto al colore, ottenendo in cambio maggiore sensibilità e nitidezza.

Nonostante il mondo Leica sia tradizionalmente affine al bianco/nero, nessuno si aspettava il successo clamoroso che quel modello in effetti ebbe. A tre anni di distanza, ecco allora secondo modello che spera di ricalcarne le orme.

La formula è esattamente la stessa. Come la Monochrom originale derivava dalla M9-P, la nuova Monochrom Typ 246 deriva dalle attuali M e M-P Typ 240, che nel frattempo hanno abbandonato il sensore CCD da 18 MPixel in favore di un nuovo sensore CMOS da 24 Mpixel, come sempre un 35mm privo di filtro ottico passa-basso. A livello tecnico, è questa la principale novità della nuova Monochrom - una novità non da poco, per inciso.

Anche elettronica interna e corpo macchina sono stati aggiornati ispirandosi alle Typ 240, il che favorirà una coerente esperienza d'uso per i fortunati possessori di Typ 240 e Monochrom  Typ 246. Il prezzo ufficiale del corpo macchina è pari a 7.380 Euro.

La fotocamera è stata testata con gli obiettivi Summicron-M 1:2/35 ASPH (2.710 Euro) e Summicron-M 1:2/50 (2.040 Euro).

BenQ Monitor