Sony NEX-7: 24,3 megapixel alla prova

Sony NEX-7: 24,3 megapixel alla prova

di Roberto Colombo , pubblicato il

“Sony NEX-/ è con il suo sensore CMOS da 24,3 megapixel la regina del segmento mirrorless sotto il profilo della risoluzione: l'abbiamo messa alla prova e a confronto con i modelli più importanti del mercato, ecco la nostra recensione completa”

Prova sul campo: quando la luce cala



 
ISO 1600 - Particolari al 100% del JPEG prodotto dalla fotocamere e di quello ottenuto sviluppando il RAW in Adobe Camera RAW

Facendo il salto a 1600 ISO la quantità della grana e il relativo intervento del filtro di contenimento del rumore fanno disperare sul proseguo alle alte sensibilità. Dal JPEG prodotto dalla fotocamera sembra che, soprattutto sui toni più scuri, grana e falsi cromatismi abbiano il sopravvento; lo sviluppo in camera chiara del RAW è capace di restituire risultati decisamente migliori. In ogni caso, anche soffermandosi solo sui file JPEG prodotti dalla fotocamera, il calo di qualità è molto contenuto fino alla sensibilità di 6400 ISO.

ISO 800

ISO 1600
ISO 3200
ISO 6400
ISO 12800
ISO 16000

Elevando la sensibilità si nota come il degrado delle immagini sia abbastanza contenuto e lineare fino al valore di 6400 ISO, a nostro avviso quello più elevato utilizzabile senza troppi problemi. La qualità dell'immagine fino a questo valore è molto buona a livello macroscopico (contrasto, saturazione, pulizia dell'immagine) e permette di ottenere ottimi scatti per utilizzi in cui sia prevista la stampa su formato non enorme o il ridimensionamento, restando comunque abbastanza buona anche a livello dei dettagli.

I valori successivi rappresentano delle ancore di salvezza nelle situazioni in cui la luce è davvero poca: non solo la qualità dell'immagine vede un degrado più netto a livello del dettaglio, ma anche al livello di macrocontrasto, saturazione, fedeltà dei colori e pulizia dell'immagine i compromessi a cui bisogna scendere sono evidenti. Restando in ambito APS-C è comunque necessario dire che anche la concorrenza non brilla a tali valori di ISO e Sony NEX-7 resta una fotocamera pienamente utilizzabile a 6400 ISO.




La modalità Handheld Night Shot all'opera in una grotta

In più nelle condizioni più complicate Sony NEX-7 si inserisce nel solco tracciato dagli ultimi modelli del produttore giapponese e offre modalità di scatto avanzate. come ad esempio quella Handheld Night Shot, pensata per scatti notturni a mano libera. Combinando una serie di immagini scattate a raffica a sensibilità e tempi di scatto contenuti, la fotocamera restituisce ottimi risultati. A livello del dettaglio le immagini risultano leggermente più morbide, ma questa modalità può essere un'ancora di salvezza decisamente interessante per le situazioni difficili.

BenQ Monitor