Xiaomi entra a gamba tesa anche nel mercato dei droni: ecco Mi Drone 4K a meno di 500$

Xiaomi entra a gamba tesa anche nel mercato dei droni: ecco Mi Drone 4K a meno di 500$

di Roberto Colombo, pubblicata il

“ Il primo modello utilizza un sensore Sony Exmor R retroilluminato da 12 megapixel in formato 1/2,3" e permette di registrare filmati fino alla risoluzione 4K 3840x2160 a 30 fotogrammi al secondo, con bitrate da 65Mbps. Il modello più economico si ferma alla risoluzione Full HD 1080p”

Xiaomi è un'azienda decisamente eclettica: se vede qualche categoria di prodotto che può essere interessante si butta nel mercato, sempre dando ad esso un bello scossone. Il nome è certamente associato in primis agli smartphone, ma il mondo delle action camera è un esempio di come Xiaomi sia entrata in un mercato a gamba tesa sul fronte dei prezzi. Ricordiamo poi che l'azienda commercializza anche pedane motorizzate tipo segway.

Ora il tackle di Xiaomi è indirizzato il mercato dei droni, dove l'azienda cinese entra con due proposte sotto i 500$, praticamente la metà di quelli della concorrenza. Si parla infatti di prezzi di 2,999 yuan ( $457) per la versione 4K e 2,499 yuan ($380) per il modello che si ferma alla risoluzione Full HD 1080p. Il primo modello utilizza un sensore Sony Exmor R retroilluminato da 12 megapixel in formato 1/2,3" e permette di registrare filmati fino alla risoluzione 4K 3840x2160 a 30 fotogrammi al secondo, con bitrate da 65Mbps. L'ottica f/2.8 da 20mm inquadra un angolo di campo di 94° e, per quanto riguarda le fotografie, è possibile scattare sia in RAW sia in JPEG. Il modello più economico si ferma alla risoluzione Full HD 1080p a 60 fps, offre ottica f/2.6 con angolo di campo di 104°, con video a 20Mbps di bitrate e immagini solo in JPEG.

I droni sono dotati di testa con movimento cardanico su tre assi, che oltre a permettere l'orientamento della fotocamera, offre anche funzionalità di stabilizzazione dell'immagine. Il sistema è modulare e gimbal e modulo videocamera sono rimovibili. Xiaomi dichiara 27 minuti di autonomia con la batteria rimovibile da 5100mAh. Il drone è comandabile tramite controller remoto, con la possibilità di vedere le immagini riprese dalla fotocamera sullo smartphone. Il drone offre anche la possibilità di abilitare anche la navigazione automatica tramite waypoint, atterraggio e decollo automatici e ritorno automatico al punto di partenza, anche grazie al supporto ai sistemi di posizionamento GPS e GLONASS.

1080p Mi Drone è in crowdfunding su mi.com, mentre per la versione 4K si parla dell'inizio dei beta test alla fine di luglio.


Commenti (10)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: Marok pubblicato il 26 Maggio 2016, 10:16
Sulla carta estremamente completo e ad un prezzo strepitoso...
Speriamo che gli altri produttori tornino con i piedi per terra (è il caso di dirlo) e si scenda a prezzi decenti.
Commento # 2 di: nickfede pubblicato il 26 Maggio 2016, 10:57
Questi Cinesi stanno finalmente sfornando prodotti di qualità, la vedo mooolto dura per i produttori soprattutto Americani che sino ad oggi hanno venduto con margini spaventosi....e gli sta bene direi.....

Voglio vedere il Nasdaq dove sarà tra 3 anni
Commento # 3 di: Portocala pubblicato il 26 Maggio 2016, 11:44
Come le Phantom, secondo me quello sarà il prezzo della versione base. Appena vuoi il controller, antenne più serie e sensori in più, andrà ad avvicinarsi ai prezzi delle altre.

Sembra un'articolo sulla fotocamera non sul drone.
Commento # 4 di: gd350turbo pubblicato il 26 Maggio 2016, 13:54
Bellino e come abitudine proposto ad un ottimo prezzo, è solo un peccato che non saprei cosa farmene !
Commento # 5 di: MiKeLezZ pubblicato il 26 Maggio 2016, 23:32
Diamine che bomba, finalmente un attrezzo serio e non i giocattoli della concorrenza (DJi a parte, che vende a 3 volte un prezzo adeguato)
Commento # 6 di: Hofkeller pubblicato il 27 Maggio 2016, 15:24
Originariamente inviato da: Portocala
Come le Phantom, secondo me quello sarà il prezzo della versione base. Appena vuoi il controller, antenne più serie e sensori in più, andrà ad avvicinarsi ai prezzi delle altre.

Sembra un'articolo sulla fotocamera non sul drone.


Non sono solo antenne e sensori vari che fanno lievitare il prezzo.
Phantom ha dietro uno store con pezzi di ricambio oltre a una certa fama essendo tra i maggiori produttori.
Personalmente, prima di affidarmi al primo che capita con offerte strepitose, ci penserei due volte.
Comunque c'è da tenere d'occhio una startup molto ma molto interessante.

http://xcraft.io/phone-drone/

Io sono dell'idea che gran parte dell'elettronica che equipaggia un drone sia sprecata.
Accelleratori, giroscopi, gps e tutto quello che serve è già compreso in un comunque smartphone.
Piazzi quello in un guscio, e lo fai volare.
Commento # 7 di: djfix13 pubblicato il 27 Maggio 2016, 22:59
già prenotato!
Commento # 8 di: Zenida pubblicato il 29 Maggio 2016, 12:22
Originariamente inviato da: Hofkeller
Non sono solo antenne e sensori vari che fanno lievitare il prezzo.
Phantom ha dietro uno store con pezzi di ricambio oltre a una certa fama essendo tra i maggiori produttori.
Personalmente, prima di affidarmi al primo che capita con offerte strepitose, ci penserei due volte.
Comunque c'è da tenere d'occhio una startup molto ma molto interessante.

http://xcraft.io/phone-drone/

Io sono dell'idea che gran parte dell'elettronica che equipaggia un drone sia sprecata.
Accelleratori, giroscopi, gps e tutto quello che serve è già compreso in un comunque smartphone.
Piazzi quello in un guscio, e lo fai volare.


La sostanza è la stessa... ma un cellulare sarebbe limitante, perchè il GPS magari è più efficiente se viene collocato strategicamente nel drone, così come tutti gli altri sensori, quindi si capisce, come sia necessario disporli in maniera differente. Inoltre che te ne fai di uno smartphone a bordo? ecco, quello è un vero spreco di elettronica.

Tanto il prezzo mica cambia per questo. Il costo di un drone è nella meccanica ed elettronica di volo, il resto sono bazzecole. Un buon drone deve avere motori potenti, stabili, duraturi, silenziosi, una telaio robusto e ultraleggero, software intelligente che gli permette di rispondere a determinate anomalie impreviste, come ostacoli sul percorso che il pilota non vede, batteria in esaurimento che attiva la modalità di atterraggio automatica su un luogo sicuro.

Insomma i prezzi sono alti perchè questi apparecchi volano da poco a livello commerciale e le tecnologie di volo sono solo agli albori.

In poche parole non è l'elettronica da smartphone a fare il prezzo elevato.
Commento # 9 di: microcip pubblicato il 29 Maggio 2016, 15:18
Xiaomi MI Drone Off..." Questo video non è più disponibile a causa di un reclamo di violazione del copyright da parte di Loretta Alkalay.


Ai cinesi la parola copyright proprio non gli entra in testa.
Commento # 10 di: Hofkeller pubblicato il 30 Maggio 2016, 08:16
Originariamente inviato da: Zenida
La sostanza è la stessa... ma un cellulare sarebbe limitante, perchè il GPS magari è più efficiente se viene collocato strategicamente nel drone, così come tutti gli altri sensori, quindi si capisce, come sia necessario disporli in maniera differente. Inoltre che te ne fai di uno smartphone a bordo? ecco, quello è un vero spreco di elettronica.


Peso e ingombri.
Che me ne faccio invece di un drone che non posso portare ovunque?
Il phone drone lo piego e lo ripongo nello zaino che uso per andare in montagna.
Link ad immagine (click per visualizzarla)


Tanto il prezzo mica cambia per questo. Il costo di un drone è nella meccanica ed elettronica di volo, il resto sono bazzecole. Un buon drone deve avere motori potenti, stabili, duraturi, silenziosi, una telaio robusto e ultraleggero, software intelligente che gli permette di rispondere a determinate anomalie impreviste, come ostacoli sul percorso che il pilota non vede, batteria in esaurimento che attiva la modalità di atterraggio automatica su un luogo sicuro.


A parte gli ostacoli, che sono la novità degli ultimi droni che non costano certo 500€, tutto il resto lo fai tranquillamente anche con il phone drone che ha esattamente tutte le caratteristiche che hai elencato sopra.

Insomma i prezzi sono alti perchè questi apparecchi volano da poco a livello commerciale e le tecnologie di volo sono solo agli albori.
In poche parole non è l'elettronica da smartphone a fare il prezzo elevato.


E' anche quella.
Infatti, sempre nel phone drone in questione, il prezzo viene abbattuto proprio perché la gestione del drone avviene con lo smartphone stesso.
Puoi addirittura usare Apple watch come esca e farti seguire.
Gusti ed opinioni diverse. Personalmente il progetto phone drone lo trovo molti più interessante oltre che versatile.
BenQ Monitor