Addio a Lino Manfrotto: con lui i treppiedi italiani conquistarono il mondo

Addio a Lino Manfrotto: con lui i treppiedi italiani conquistarono il mondo

di Roberto Colombo, pubblicata il

“Manfrotto è uno di quei nomi italiani ben conosciuti nel mondo: il marchio creato da Lino Manfrotto a metà degli anni '70 ha conosciuto un successo planetario. Ora l'azienda piange la morte del fondatore, che ci ha lasciati all'età di 80 anni”

Manfrotto è uno di quei marchi nati dalla passione italiana e diventati noti nel mondo, tanto da essere per molti il sinonimo di 'treppiede'. Lino Manfrotto, scomparso ieri all'età di 80 anni, è uno degli esempi della buona imprenditoria italiana, che parte dalla passione, da un prodotto creato con artigianalità, ma è capace di arrivare a creare un'azienda di risonanza mondiale.

Lino Manfrotto ha creato il suo primo treppiede per esigenze professionali: era infatti un fotoreporter del Gazzettino e del Giornale di Vicenza. Il suo prodotto nasce dal bisogno di un'attrezzatura leggera e portatile, in un panorama che invece vedeva sul mercato solo i pesanti e ingombranti treppiedi figli di un'altra epoca. Sul finire degli anni '60 Manfrotto comincia a costruire i suoi treppiedi, dapprima per uso personale, poi per la sua cerchia di amici fotografi, che intuiscono subito l'utilità di un treppiede veramente portatile. Da quella cerchia i suoi treppiedi a bracci telescopici cominciano a farsi notare a livello più ampio, con le richieste che cominciano a superare la capacità produttiva del garage di Manfrotto.

Nel 1972 arriva la svolta con l'incontro con il tecnico metalmeccanico Gilberto Battocchio, con il lancio nel 1974 del primo prodotto che ebbe un successo planetario. L'innovazione è sempre stato il pallino di Manfrotto con ottime risposte da parte del mercato, tanto da portare l'azienda a moltiplicare le sue sedi per tenere il passo delle richieste di prodotti.

Come riporta la storia dell'azienda, nel 1989 l'intera partecipazione Lino Manfrotto venne ceduta al Vitec Group plc, quotato alla Borsa di Londra, a quel tempo operante nel settore broadcast con con americani, tedeschi, inglesi e filiali francesi, ma il cuore dell'innovazione del marchio è sempre rimasto in Veneto, tenendo alto il nome italiano dell'azienda. Tanto che nel 2010, Bogen Imaging (lanciato sei anni prima in Germania) cambia nome per diventare Manfrotto Distribution in Germania, Francia, Italia, Regno Unito, Giappone e Stati Uniti. Nello stesso anno vengono create due nuove società di distribuzione Manfrotto, con sede a Shanghai e Hong Kong.

Onore al merito dell'intuizione di un fotografo che si è scoperto un grande imprenditore.


Commenti (7)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: Klontz pubblicato il 06 Febbraio 2017, 14:59
manco a farlo a posta.. proprio oggi ho preso un monopiede + testa Manfrotto (ho gia due treppiedi)...

Grandi prodotti di elevata qualità.

Onore al merito.

RIP

Commento # 2 di: megthebest pubblicato il 06 Febbraio 2017, 15:08
Grazie Lino anche da parte mia..
felice possessore del 190xprob e testa 808rc4 da qualche anno....
Commento # 3 di: TigerTank pubblicato il 06 Febbraio 2017, 15:10
Idem, da 6 anni molto soddisfatto del mio Manfrotto + testa a sfera. Solido e di qualità...e quando è Made in Italy è ancora meglio.
Commento # 4 di: gd350turbo pubblicato il 06 Febbraio 2017, 15:28
Di solito, nei miei acquisti, il made in Italy, è l'ultima cosa che guardo..
Ma per quello che ho potuto verificare io di persona, questo direi che sia l'unico caso in cui il made in Italy, si nota e ci vuole.

Sempre se ora non arrivano i cinesi a comprare anche loro !
Commento # 5 di: turcone pubblicato il 06 Febbraio 2017, 15:53
ottima persona e a dato lavoro a tanta gente che conosco ( abitava a 200 metri da casa mia )
Commento # 6 di: Nautilu$ pubblicato il 07 Febbraio 2017, 17:45
Originariamente inviato da: turcone
ottima persona e a dato lavoro a tanta gente che conosco....

in quella zona purtroppo adesso mancano evidentemente le scuole elementari......
Commento # 7 di: turcone pubblicato il 07 Febbraio 2017, 18:01
Originariamente inviato da: Nautilu$
in quella zona purtroppo adesso mancano evidentemente le scuole elementari......


mah forse io posso aver sbagliato a scrivere però mi sa che dalle tue parti manca qualcosa di più importante
BenQ Monitor