Nikon D500: recensione e prova sul campo

Nikon D500: recensione e prova sul campo

di Michele Tarantini , pubblicato il

“Abbiamo avuto per le mani la nuova Nikon D500 per una rapida prova sul campo: ecco come si comporta la nuova reflex APS-C professionale di casa Nikon, caratterizzata da 20,9 megapixel di risoluzione, ISO 100-51.200, 153 punti autofocus, filmati 4K UHD e raffica a 10 fotogrammi al secondo”

Test ISO/qualità dell’immagine

Le immagini registrate da Nikon D500 si presentano come ci si aspetta da una moderna APS-C di fascia alta. Le immagini che vedete sono state scattate tutte in jpeg ad alta risoluzione con Picture Style standard, D-Lighting attivo e Noise Reduction sugli alti ISO impostata sul livello basso. In questo modo i jpeg che escono on camera sono molto ben contrastati e dai colori leggermente vivaci: in sostanza significa che alla bisogna con un paio di personalizzazioni tra i menù a seconda delle necessità è possibile utilizzare i jpeg senza grandi interventi. Il livello di dettaglio è sempre molto buono e l’immagine restituita può vantare una buona incisione. L’obiettivo con il quale abbiamo effettuato il test – il pur ottimo 16-80mm F2.8-4 – si è dimostrato un eccellente compagno per la D500, tuttavia anche in questo caso l’impressione è che la nuova Nikon, pensata come una macchina full frame, moltiplicherebbe le soddisfazioni se abbinata con un’ottica di fascia realmente alta.

Per quanto riguarda la tenuta degli ISO dei file in jpeg il rumore è sostanzialmente inesistente sino ad ISO 800, ad ISO 1600 il rumore inizia ad essere evidente ma non elemento di disturbo, dai 3200 ISO a salire ovviamente il discorso cambia. Osservando lo scatto a 12.800 ISO si nota il buon lavoro effettuato dall’opzione di riduzione rumore: l’immagine è infatti ancora relativamente godibile ed il dettaglio è – per quanto possibile a queste sensibilità – preservato. Oltre questo limite Il dettaglio si perde ma scattare in questa zona in formato jpeg non ha quasi senso.

ISO 100
ISO 200
ISO 400
ISO 800
ISO 1600
ISO 3200
ISO 6400
ISO 12800
ISO 25600
ISO 40000
ISO 512000

Qui sopra ritagli al 100% di 600 pixel di lato lungo, nella gallery qui sotto trovate particolari al 100% in formato più grande (1600 pixel)

Guardando la resa dei file grezzi troviamo in questo caso un rumore evidente ma facile da gestire e naturale nella sua granulosità tra i 1600 ed i 6400 ISO. A 12.800 ISO il livello di dettaglio è ancora molto buono mentre salendo ancora man mano si iniziano a perdere sempre più informazioni ed anche la resa dei colori diventa sempre meno naturale.

BenQ Monitor