Sony Alpha 700: la reflex top di gamma alla prova

Sony Alpha 700: la reflex top di gamma alla prova

di Roberto Colombo , pubblicato il

“Ecco il nostro incontro ravvicinato con la Sony Alpha 700, dopo il primo contatto avuto in occasione della sua presentazione europea a Baveno nel mese di settembre. In attesa dell'ammiraglia, prevista per fine anno, ecco la reflex dedicata agli amatori più esigenti, in cerca di qualcosa di più performante della Alpha 100”

Conclusioni

Nel segmento prosumer (o 'high amateur' come ama definirlo Sony) la lotta tra i diversi produttori è aperta e i consumatori hanno molte proposte tra le quali scegliere. Visto che i corpi macchina sono in grado di offrire buone prestazioni, spesso la differenza si gioca su lato degli obiettivi e un fotografo solitamente sceglie una data marca per la disponibilità a prezzi congeniali di obiettivi indicati al suo stile fotografico o per la compatibilità con il parco ottiche di cui è già in possesso.

Tutti i fotografi ancora legati al marchio Minolta attendevano con ansia l'arrivo sul mercato di una fotocamera reflex in grado di offrire prestazioni superiori alla Alpha 100, ottima macchina fotografica ma con una spiccata vocazione per i neofiti della fotografia reflex. La Alpha 700 risponde a questa esigenza andando a colpire, a nostro modo di vedere, nel segno. Si colloca per prezzo e prestazioni nella fascia media, dove le caratteristiche tecniche devono accompagnarsi a un prezzo non esorbitante, adatto a chi fa della fotografia una passione e non una professione.

Navigando nella sezione prezzi di Hardware Upgrade la Sony Alpha 700 viene proposta a prezzi che oscillano tra i €1200 e €1700, a seconda del kit selezionato. La differenza con i prezzi di arrivo sul mercato della Alpha 100 non è eccessiva e probabilmente in molti hanno deciso di aggiornare  il proprio corpo macchina optando per il modello 700. Attualmente rappresenta il top di gamma Sony, ma ben presto la posizione di ammiraglia verrà presa dalla reflex che il colosso giapponese presenterà a fine anno.

Tenendo conto della sua vocazione non professionale si possono perdonare alla Alpha 700 alcuni peccati, tra cui la scomoda gestione delle due schede di memoria, da effettuare sempre da menu, e l'impossibilità di associare al file RAW immagini JPEG di diverse compressioni e dirottarle verso un supporto di memorizzazione diverso.

L'obiettivo in dotazione a questo kit ci pare una buona base di partenza, ma pensiamo che per sfruttare al meglio le capacità della Alpha 700 i suoi possessori si indirizzeranno verso ottiche di fascia superiore. La funzione Quick-Navi rende l'uso della fotocamera molto semplice e quasi tutte le operazioni di uso comune non richiedono l'accesso al menu. L'ergonomia è ottima e molto buona è la distribuzione dei pesi. Scattare con la Sony Alpha 700 non stanca e permette impugnature naturali, anche quando si scatta premendo i pulsati di blocco del fuoco e dell'esposizione.

La gamma di reflex Sony ad oggi è molto ampia e prevede diversi prodotti entry-level dotati della funzionalità Live-View. Anche se il sensore CMOS l'avrebbe permesso Sony, al contrario di alcuni concorrenti, ha preferito non implementare questa funzione sulla Alpha 700, considerandola poco adatta al pubblico di questa reflex. Come sempre sarà il mercato a premiare o meno la scelta del produttore, in ogni caso, con o senza Live-View, la Sony Alpha 700 costituisce un'ottima alternativa per chi è alla ricerca di una reflex evoluta.

Articoli correlati

Canon EOS 40D: la specie prosumer si evolve

Canon EOS 40D: la specie prosumer si evolve

Canon continua la linea evolutiva della sua serie di reflex digitali dedicate alla fascia prosumer con la EOS 40D. Non solo una serie di aggiornamenti, ma modifiche sostanziali che la distanziano dalla EOS 30D, che l'ha preceduta sul mercato. Tra le novità maggiormente sottolineate il Live-View, che permette la visione diretta delle immagini riprese dal sensore
Sony Alpha 700: la gamma va completandosi

Sony Alpha 700: la gamma va completandosi

La presentazione alla stampa della Sony Alpha 700 ci ha permesso di toccare con mano l'agguerrita concorrente, che va a movimentare il mercato nel segmento high-amateur. Sensore CMOS da 12.24 megapixel e sistema di riduzione del rumore molto efficiente sono i suoi biglietti da visita, anche se non mancano altre novità interessanti
Sony Alpha 100, una reflex alla prova dei fatti

Sony Alpha 100, una reflex alla prova dei fatti

A qualche mese dall'arrivo sul mercato e in attesa di conoscere quali reflex digitali la seguiranno in casa Sony, abbiamo analizzato la Alpha 100, prima DSLR del produttore giapponese. La fotocamera nasce dopo il matrimonio con Minolta e in pratica prende il testimone della serie Dynax D, sperando di fare breccia fra gli appassionati, di solito piuttosto esigenti


Commenti (146)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: ^free^ pubblicato il 06 Marzo 2008, 15:04
Bellissima

appena possibile sarà mia
Commento # 2 di: caffenero pubblicato il 06 Marzo 2008, 15:33
Boh, non so.

Non mi pare aggiunga nulla rispetto, ad esempio, a una Canon 40D e non si avvicini neanche a una Nikon 300D, pur discostandosi poco a livello di prezzo da queste (in + o in -).

La Sony dovrebbe forse rendersi conto che la (meritata) fama e il parco obiettivi/accessori di Canon/Nikon sono ossi molto duri, e per morderli forse ci vogliono proposte più ...incisive

Mah. Tenete conto che una 40D garanzia italiana solo corpo si trova a 960 euri , che con il cashback canon diventano 810.... Io non ci penserei 2 volte...
Commento # 3 di: max@nikon pubblicato il 06 Marzo 2008, 15:38
Il mio nick mi tradirà ma non voglio fare un commento di parte.

Secondo me l'idea di attacare Nikon e Canon nel mondo professionistico è attualmente pura utopia.

Sono case che vantano decenni di presenza ai massimi livelli assoluti ed offrono ai professionisti garanzia di qualità, prestazioni, supporto tecnico e corredo senza rivali.
Commento # 4 di: max@nikon pubblicato il 06 Marzo 2008, 15:42
Da considerare anche il fatto che i professionisti cambiano corpo macchina anche abbastanza spesso ma tengono le ottiche per anni.

Di conseguenza pochissimi possono essere intenzionati a modificare tutto il corredo.
Commento # 5 di: Bara82 pubblicato il 06 Marzo 2008, 16:08
Parco Ottiche Minolta

Nel parco ottiche minolta si possono trovare OTTIME lenti. Provare per Credere.
Commento # 6 di: (IH)Patriota pubblicato il 06 Marzo 2008, 16:53
Originariamente inviato da: Bara82
Nel parco ottiche minolta si possono trovare OTTIME lenti. Provare per Credere.


Le ottiche "buone" le hanno tutte le case , Nikon e Canon al momento hanno indubbiamente i sistemi piu' completi.

Dal corpo entry-level al professionale , dall' APS-C al Full Frame (passando per l' aps-h) , dagli zoommetti da 4 soldi in kit fino ai tele fissi da 5.000/7.000€ ecc..

Anni di supremazia di queste due case , vogliono anche dire centri di assistenza rivolto ai professionisti (in camera service se sei un pro la riparazione è spesso in giornata) e maggiore tenuta dell' usato , cosa che finchè si parla di corpi da 800/1300€ non ti cambia la vita ma quando si parla di dover cambiare un 500/4 o un 400/2.8 cominciano a diventare piu' importanti.

Di fatto Sony pur facendo ottimi prodotti non ha certo scoperto l' uovo di Colombo , per convincere i fotografi a buttare 20/30.000€ di attrezzature ci vuole decisamente qualcosa di piu'

Ciauz
Pat
Commento # 7 di: Aleksej pubblicato il 06 Marzo 2008, 16:54
Secondo me Sony, al momento, è ben poco interessata al mondo professionale; a che pro cercare di strappare qualche professionista a Canon/Nikon quando ci sono interi mercati "vergini" (chi ha detto Cina e India??) da colonizzare?? Non è un caso, secondo me, che recentemente Sony abbia presentato ben tre macchine di fascia medio-bassa (a200/300/350).
Io la A700 ce l'ho e mi trovo davvero bene!
Commento # 8 di: caffenero pubblicato il 06 Marzo 2008, 17:10
Originariamente inviato da: (IH)Patriota
Le ottiche "buone" le hanno tutte le case , Nikon e Canon al momento hanno indubbiamente i sistemi piu' completi.

Dal corpo entry-level al professionale , dall' APS-C al Full Frame (passando per l' aps-h) , dagli zoommetti da 4 soldi in kit fino ai tele fissi da 5.000/7.000€ ecc..

Anni di supremazia di queste due case , vogliono anche dire centri di assistenza rivolto ai professionisti (in camera service se sei un pro la riparazione è spesso in giornata) e maggiore tenuta dell' usato , cosa che finchè si parla di corpi da 800/1300€ non ti cambia la vita ma quando si parla di dover cambiare un 500/4 o un 400/2.8 cominciano a diventare piu' importanti.

Di fatto Sony pur facendo ottimi prodotti non ha certo scoperto l' uovo di Colombo , per convincere i fotografi a buttare 20/30.000€ di attrezzature ci vuole decisamente qualcosa di piu'

Ciauz
Pat


Quoto.

Inoltre, ad esempio, io che dopo 15 anni ho voluto riavvicinarmi a questo mondo (da pischello fotografavo con la Pentax Super-A del mi'babbo ), ho scelto un corpo economico (Canon 400D) ma validissimo e un obiettivo tele "semipro" (70-200 f/4 USM L) che terrò anche passando in futuro a corpi più professionali. In ogni caso ho la garanzia che il mio usato varrà sempre tanto (a parte il corpo, ovviamente, che si svaluta comunque meno di quelli di marche "alternative" )

PS: belle foto, bell'attrezzatura (INVIDIA )
Commento # 9 di: ^free^ pubblicato il 06 Marzo 2008, 17:32
Originariamente inviato da: caffenero
Boh, non so.

Non mi pare aggiunga nulla rispetto, ad esempio, a una Canon 40D e non si avvicini neanche a una Nikon 300D, pur discostandosi poco a livello di prezzo da queste (in + o in -).


Tanto per parlare in soldoni tutte le Sony sono stabilizzate di conseguenza tutte le ottiche utilizzate sulle sony sono stabilizzate
quanto costa un'ottica stabilizzata nikon/canon? e poi, sono tutte stabilizzate?



Sony sta facendo i suoi passi per entrare piano piano nel mondo di due colossi come Canon e Nikon e stai pur certo che tecnicamente ha tutte le carte in regola per entrarci di prepotenza se solo lo volesse, gli manca ancora il blasone.
Ti sei mai chiesto chi è che produce quei bellissimi sensori che montano le Nikon?
Commento # 10 di: street pubblicato il 06 Marzo 2008, 17:50
Originariamente inviato da: ^free^
Tanto per parlare in soldoni tutte le Sony sono stabilizzate di conseguenza tutte le ottiche utilizzate sulle sony sono stabilizzate
quanto costa un'ottica stabilizzata nikon/canon? e poi, sono tutte stabilizzate?



Sony sta facendo i suoi passi per entrare piano piano nel mondo di due colossi come Canon e Nikon e stai pur certo che tecnicamente ha tutte le carte in regola per entrarci di prepotenza se solo lo volesse, gli manca ancora il blasone.
Ti sei mai chiesto chi è che produce quei bellissimi sensori che montano le Nikon?


anche i sensori c-mos o solo i ccd?
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor