Stabilizzazione con accelerometri e giroscopi per tutte le videocamere: SteadXP

Stabilizzazione con accelerometri e giroscopi per tutte le videocamere: SteadXP

di Roberto Colombo, pubblicata il

“SteadXP uno 'scatolotto' che integra accelerometri e giroscopi in grado di tracciare in modo preciso i movimenti della videocamera: i dati vengono poi utilizzati per stabilizzare i video prodotti in post produzione su computer”

I sistemi di stabilizzazione digitale 'agganciano' un fotogramma e cercano poi, sfruttando i pixel in eccesso attorno all'immagine, di compensare i movimenti e tremolii della videocamera. Non sempre i risultati sono quelli sperati e proprio questo fatto ha spinto un team di tecnici e ingegneri francesi a studiare una soluzione che potesse fornire una stabilizzazione più efficace. Il prodotto che ne è nato è SteadXP, uno scatolotto che integra accelerometri e giroscopi in grado di tracciare in modo preciso i movimenti della videocamera, utilizzando poi il tracciato per stabilizzare i video prodotti.

In pratica si registrano i filmati con lo scatolotto agganciato al mezzo di ripresa (ne esistono due versioni una per le slitte flash, l'altra espressamente dedicata a GoPro) e poi alla fine delle riprese si utilizzano i dati raccolti per stabilizzare le immagini tramite computer con l'apposito software che accompagna il dispositivo. I risultati messi in mostra sulla pagina Kickstarter che lancia il progetto (già abbondantemente finanziato) hanno quasi dell'incredibile e sembrano davvero presagire un futuro senza più pesanti dispositivi di compensazione del movimento e di riprese stabili anche a mano libera.

Al momento SteadXP è compatibile con le GoPro a partire da Hero2 e con ogni videocamera che soddisfi contemporaneamente questi tre requisiti: registrazione interna (su scheda o memoria interna) dei filmati, registrazione di un segnale audio stereo esterno, connettore AV-OUT o HDMI OUT. Quindi teoricamente ogni videocamera che può registrare video con audio da microfono esterno e simultaneamente offrire un segnale video sull'uscita AV-Out o HDMI dovrebbe risultare compatibile. Il secondo requisito è molto raccomandato, ma i tecnici hanno studiato un sistema per sfruttare l'apparecchio anche con videocamere e fotocamere prive dell'entrata microfono.

Per utilizzare il sistema è necessario disabilitare quello interno alla videocamera, sia esso digitale, basato su spostamento del sensore o ottico all'interno dell'obiettivo. Il team raccomanda poi, in caso di utilizzo di ottiche zoom, di usarle a uno dei due estremi. I requisiti invece per installare il sofware sul computer sono i seguenti: Win32, Win64 o Mac OS X, con almeno 2GB di RAM e 10GB di spazio libero su disco. Il software stabilizza le immagini tenendo conto dei movimenti registrati dai sensori dell'apparecchio e cerca di preservare al massimo la risoluzione utilizzando tecniche di ricostruzione dell'immagine laddove l'operazione dovesse portare il fotogramma a uscire dai pixel registrati, basandosi sui fotogrammi precedenti e successivi. Sulla pagina Kickstarter diversi video mostrano in dettaglio il funzionamento della tecnologia: naturalmente poi saranno da valutare gli effetti sulla qualità finale dell'immagine.

Il sistema promette poi di eliminare anche l'effetto rolling shutter e permette di raddrizzare automaticamente l'orizzonte, correggendo così anche quei video girati 'storti'. Al momento sono disponibili ancora un buon numero di 'Pledge' a partire da 200€ per la versione per GoPro e da 230€ per la versione universale per le fotocamere con slitta.


Commenti (1)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, cos da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: +Benito+ pubblicato il 17 Settembre 2015, 17:27
un gimbal tre assi tiene ferma l'inquadratura, questo semplicemente registra le vibrazioni ma l'inquadratura si muove lo stesso...e non ha la utile funzione di inseguimento morbido
BenQ Monitor