Canon EOS 77D e 800D, reflex entry per tutti i gusti

Canon EOS 77D e 800D, reflex entry per tutti i gusti

di Alberto De Bernardi, pubblicata il

“EOS 77D e 800D, ovvero: EOS 80D e le sue sorelle. Canon declina il suo sensore dual pixel CMOS da 24 Mpixel in altre due varianti reflex, accompagnandolo questa volta con il processore DIGIC 7. ”

Non solo mirrorless, ovviamente. Contestualmente alla M6, Canon ha presentato anche 2 nuove reflex APS-C entry-level: EOS 77D e 800D. La lineup è ora la seguente: si parte della base costituita dalla 1300D, per proseguire con la 750D e quindi con le nuove 800D e 77D; un gradino più in alto, la già nota 80D.

La precedente 760D verrà abbandonata - il suo posto verrà di fatto occupato dalla 77D. Ragionevole poi ipotizzare che anche la 750D, pur rimanendo ufficialmente disponibile, verrà presto messa in ombra dalla nuova 800D.

Il parallelismo tra le precedenti 750D e 760D da un lato, e le nuove 800D e 77D dall'altro, è evidente anche per il fatto che le due nuove reflex, nonostante il nome meno affine, sono di fatto la stessa fotocamera.

Non solo sensore Dual Pixel da 24Mpixel e processore DIGIC 7: le due reflex adottano lo stesso mirino (purtroppo un pentamirror con ingrandimento 0,82x), lo stesso sistema AF a 45 punti mutuato dalla 80D, lo stesso esposimetro RGB-IR da 7560 pixel, lo stesso schermo posteriore touch orientabile da 3" e 1.04M di punti. Identica ovviamente la gamma ISO, tra 100 e 25.600 (51.200 ISO in estensione), la cadenza di scatto di 6 fps mantenuta per 25-27 RAW… persino le dimensioni sono identiche al millimetro, segno che anche lo chassis è fondamentalmente lo stesso (131 x 99,9 x 76,2 mm), mentre il peso è leggermente diverso: 540g la 77D, 8g in meno la 800D.

Qual è dunque la differenza tra i due modelli? Come per la coppia 750/760D, la differenza principale è data dalla presenza, sulla 77D del display secondario superiore. Inoltre, la 800D ricalca fedelmente le orme delle precedenti EOS a 3 cifre, offrendo sul dorso il solo PAD direzionale, mentre la 77D integra una ghiera secondaria di aspetto simile a quelle viste anche sulle compatte di fascia alta.

Una differenza che per qualcuno potrà essere importante è la funzione time-lapse automatica della 800D, mentre la 77D offre il classico intervallometro. Infine, per la 800D è stato studiato un'apposita guida grafica alle funzioni sulla scia di quanto fatto anche da Nikon per la sua serie 3xxx.  

Entrambi i modelli, considerati singolarmente, sono oggettivamente molto interessanti. Entrambi offrono infatti tecnologia all'avanguardia per il segmento entry, prestazioni elevate, compattezza e completa connettività Wi-Fi e Bluetooth. Certo, qualcuno potrà lamentare l'assenza del video 4K, ma si tratta a nostro avviso di una mancanza più formale che sostanziale in un prodotto di questa fascia.

Qualche dubbio nasce, come avevamo già espresso per la generazione precedente, dalla vastità stessa dell'offerta. Considerato che il prezzo di listino dei due corpi macchina è pari, rispettivamente, a €879,99 (EOS 800D) e €929,99 (EOS 77D), ci chiediamo se abbia davvero senso mantenere in gamma un prodotto come la 800D. Anche perché, aggiungendo alla lista la nuova mirrorless M6 (€829,99), si arriva a quota 3 corpi macchina di diverso aspetto ma dalla stessa elettronica…     

Discriminare tra questi modelli è in effetti piuttosto difficile anche per gli addetti ai lavori. Per cercare di fare chiarezza, possiamo riassumere come segue: passando dalla mirrorless alle reflex entry si guadagna un mirino ottico (seppur pentamirror), un otturatore da 1/8000s anziché da 1/4000s, una maggiore durata della batteria (600 scatti contro meno di 300) e compatibilità nativa con il parco ottiche EF.

Passando dalle nuove EOS 77D e 800D alla 80D si guadagna ulteriormente (e sensibilmente) in mirino, che diventa un pentaprisma con copertura prossima al 100%, in cadenza di scatto, che nonostante il DIGIC 6 è leggermente superiore (7 fps contro 6, per un'analoga durata di 25 RAW), e ancora in durata della batteria (960 scatti).

Con l'occasione, Canon ha introdotto anche un nuovo EF-S 18-55 mm f/4-5,6 IS STM, la cui principale attrattiva è l'estrema compattezza (66,5 x 61,8mm), e un inedito telecomando Bluetooth (BR-1 FSL).  

Per concludere, i prezzi di listino dei kit: EOS 800D + EF-S 18-55mm, € 929,99; EOS 800D + EF-S 18-200mm, € 1329,99; EOS 77D + EF-S 18-55mm, € 1019,99; EOS 800D + EF-S 18-135mm, € 1329,99.


Commenti (9)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: emanuele83 pubblicato il 16 Febbraio 2017, 13:23
Finalmente un altra macchina inutile! Ocn un nuovo nome accattivante!
Che segmenta il mercato!
Ci voleva.
Commento # 2 di: demon77 pubblicato il 16 Febbraio 2017, 13:29
Originariamente inviato da: emanuele83
Finalmente un altra macchina inutile! Ocn un nuovo nome accattivante!
Che segmenta il mercato!
Ci voleva.


In effetti presentare due modelli che sono praticamente la stessa cosa la trovo una cosa piuttosto controproducente.
Commento # 3 di: emanuele83 pubblicato il 16 Febbraio 2017, 13:35
Originariamente inviato da: demon77
In effetti presentare due modelli che sono praticamente la stessa cosa la trovo una cosa piuttosto controproducente.


mal lo hanno già fatto l'anno scorso con la 750 760. ormai è chiaro che fanno come samsung. piuttosto che puntare su pochi prodotti dalle più che buone caratteeristiche segmentano il mercato con l'obiettivo di vendere di più.
Commento # 4 di: demon77 pubblicato il 16 Febbraio 2017, 14:40
Originariamente inviato da: emanuele83
mal lo hanno già fatto l'anno scorso con la 750 760. ormai è chiaro che fanno come samsung. piuttosto che puntare su pochi prodotti dalle più che buone caratteeristiche segmentano il mercato con l'obiettivo di vendere di più.


A questo punto penso tu abbia ragione.
Devo dire che per un marchio di livello come Canon una politica del genere è una caduta di stile.
Commento # 5 di: HSH pubblicato il 16 Febbraio 2017, 15:05
spero che il tutto contribuisca a far scendere di prezzo la 70D che è una macchina fantastica
Commento # 6 di: cristt pubblicato il 16 Febbraio 2017, 15:12
e la 100d?

mille euro, alla faccia dell'entry level.
cmq io (e molti altri) attendevo il successore della EOS 100D che è dal 2013 che non viene aggiornata...
Commento # 7 di: frankie pubblicato il 16 Febbraio 2017, 15:37
prendere una macchina della serie XXXD e metterla nella serie XXD, ma in cui non c'entra per nulla. Difatti la 70D è avanti rispetto alla 77D.
Oltertutto la 100D non è aggiornata. Si vede che non vendeva.

Io aspetto che esca la 90D per prendere l'80D usata (ho una 40D che va benissimo).
Solo che poi non potranno fare la 100D dopo la 90D...
Commento # 8 di: cristt pubblicato il 16 Febbraio 2017, 15:45
Originariamente inviato da: frankie
prendere una macchina della serie XXXD e metterla nella serie XXD, ma in cui non c'entra per nulla. Difatti la 70D è avanti rispetto alla 77D...

mah veramente la 70D ha il digic 5+ e la 77D il 7. 19 punti AF contro 45... la 70D copre di più col mirino ottico, quello sì.
Commento # 9 di: emanuele83 pubblicato il 17 Febbraio 2017, 08:44
Originariamente inviato da: frankie
prendere una macchina della serie XXXD e metterla nella serie XXD, ma in cui non c'entra per nulla. Difatti la 70D è avanti rispetto alla 77D.
Oltertutto la 100D non è aggiornata. Si vede che non vendeva.

Io aspetto che esca la 90D per prendere l'80D usata (ho una 40D che va benissimo).
Solo che poi non potranno fare la 100D dopo la 90D...


degna succeditrice della 40D è solo la 50D e poi via 7D e 7DMK2. Anche io ho una 40D e a parte i soli 10megapixel che per ritagliare non sono il massimo, mi limita troppo il rumore ad alti ISO e una iso max a 3200. Mi piacerebbe avere qualcosa che tiri almeno 6400 ISO (e magari un ISO50). Reputo poi il Joystick la cosa più comoda in assoluto su una macchina fotografica insieme al doppio display (per fare fotografie, dalla 60D in poi sono macchine destinate a chi vuole fare video più che foto)

Per macchine come la 100D 1XXXD e 500D-800D io le trovo scomode perchè sono troppo piccole, non riesco ad impugnarle (e non ho le mani giganti di macignu), e l'ergonomia per me ha un ruolo importante. Preferisco portarmi dietro qualche grammo in più ma avere tutto ben in mano
BenQ Monitor