Addio a Holga, la medio formato cinese tutta in plastica, ottica compresa

Addio a Holga, la medio formato cinese tutta in plastica, ottica compresa

di Roberto Colombo, pubblicata il

“ Il passaggio al digitale, che per altro ha visto molti filtri creativi ispirarsi proprio alle immagini delle Holga, ha rappresentato un momento di declino per la medio formato cinese, tanto da arrivare alla chiusura totale della fabbrica”

La storia di Holga è uno di quei casi particolari nel mondo della fotografia: tutto ha origine in Cina (Hong Kong per la precisione) nel 1981, periodo in cui la fotografia si stava diffondendo in modo pervasivo all'interno del paese. In particolare era il formato 120 a riscuotere il maggiore successo e Holga si presentò come la 'medio formato economica' basandosi sull'accoppiata di corpo e ottica completamente in plastica. Di lì a poco però l'ingresso del formato 35mm nel paese vide spostarsi verso il formato 135 l'interesse di pubblico e produttori, con un notevole impatto sul giro d'affari di Holga. Si diffuse però in occidente la voce della medio formato super economica totalmente in plastica e Holga ebbe un inaspettato rinnovato successo, arrivando a vendere più di 250.000 pezzi.

Holga si presentò come la 'medio formato economica' basandosi sull'accoppiata di corpo e ottica completamente in plastica

Il tratto distintivo che attirò i fotografi era rappresentato dalla scarsa qualità delle immagini, soggette a sfocature e aberrazioni, con in più una buona dose di strani effetti dovuti alla non perfetta tenuta alla luce esterna del corpo. Inoltre il cerchio di copertura dell'ottica è a malapena sufficiente a coprire tutta la pellicola, dando vita così a una vignettatura molto forte ed evidente. Il passaggio al digitale, che per altro ha visto molti filtri creativi ispirarsi proprio alle immagini delle Holga, ha però rappresentato un momento di declino per la medio formato cinese, tanto da arrivare alla chiusura totale della fabbrica, le cui attrezzature (stando alle parole del portavoce riportate da MirrorlessRumors) "sono già state buttate via". Una fine abbastanza triste per un fenomeno del panorama fotografico a cui molti erano affezionati.


Commenti (13)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: AlexSwitch pubblicato il 03 Dicembre 2015, 13:49
Passata la moda, finita Holga!! Una fotocamera che nacque in un contesto storico ( quello cinese ) completamente differente da quello attuale... Doveva essere la macchina del popolo, super economica... Poi gli occidentali hanno trovato che i difetti di esposizione della pellicola dovuta ad una costruzione molto relativa, erano " artistici " e l'hanno mantenuta in vita fino ad oggi.
Commento # 2 di: roccia1234 pubblicato il 03 Dicembre 2015, 14:14
Sinceramente, NON ne sentirò la mancanza.

Che poi, almeno questa è la mia opinione, scattare medio formato con una lente di plastica... è uno spreco.
Commento # 3 di: demon77 pubblicato il 03 Dicembre 2015, 14:16
Originariamente inviato da: roccia1234
Sinceramente, NON ne sentirò la mancanza.

Che poi, almeno questa è la mia opinione, scattare medio formato con una lente di plastica... è uno spreco.


Ma infatti è una di quelle ridicolaggini da hipster..
Il suo "bello" er proprio la devastante bassa qualità e i difetti evidentissimi che venivano interpretati come "artistici".
In parole povere ciò che fanno adesso con Instagram e le foto pacco dei cellulari.
Commento # 4 di: roccia1234 pubblicato il 03 Dicembre 2015, 15:16
Originariamente inviato da: demon77
Ma infatti è una di quelle ridicolaggini da hipster..
Il suo "bello" er proprio la devastante bassa qualità e i difetti evidentissimi che venivano interpretati come "artistici".
In parole povere ciò che fanno adesso con Instagram e le foto pacco dei cellulari.


Già, c'è uno strano concetto di "artistico".
I difetti e la bassa qualità a mio modo di vedere non hanno nulla di artistico. Dove sta l'arte in "quello che viene viene, mi affido ai difetti del mezzo e al caso"?
Commento # 5 di: demon77 pubblicato il 03 Dicembre 2015, 15:23
Originariamente inviato da: roccia1234
Già, c'è uno strano concetto di "artistico".
I difetti e la bassa qualità a mio modo di vedere non hanno nulla di artistico. Dove sta l'arte in "quello che viene viene, mi affido ai difetti del mezzo e al caso"?


Perfettamente d'accordo.
Il problema è che oggi come oggi la parola "artistico" viene usata a profusione e in modo del tutto inappropriato.
Commento # 6 di: AleLinuxBSD pubblicato il 03 Dicembre 2015, 16:07
Originariamente inviato da: roccia1234
Sinceramente, NON ne sentirò la mancanza.

Che poi, almeno questa è la mia opinione, scattare medio formato con una lente di plastica... è uno spreco.

Quotone!

Speriamo però che questa uscita non venga strumentalizzata dai mezzi di comunicazione di massa come indice di scarso interesse per una medio formato moderna, valida, a pellicola, perché così non è assolutamente.
Chiaramente però a prezzi decenti.
Commento # 7 di: roccia1234 pubblicato il 03 Dicembre 2015, 16:32
Originariamente inviato da: AleLinuxBSD
Quotone!

Speriamo però che questa uscita non venga strumentalizzata dai mezzi di comunicazione di massa come indice di scarso interesse per una medio formato moderna, valida, a pellicola, perché così non è assolutamente.
Chiaramente però a prezzi decenti.


Dubito che accadrà mai...
Alcuni dei moderni sistemi medio formato non hanno nemmeno la possibilità di montare un dorso pellicola... figurarsi fare un corredo MF solo pellicola a prezzi decenti.

Per questo c'è il mercato dell'usato... dove al prezzo di una aps entry level più ottica kit porti a casa una medio formato di ottima qualità.
Commento # 8 di: benderchetioffender pubblicato il 03 Dicembre 2015, 18:16
Originariamente inviato da: roccia1234
Già, c'è uno strano concetto di "artistico".
I difetti e la bassa qualità a mio modo di vedere non hanno nulla di artistico. Dove sta l'arte in "quello che viene viene, mi affido ai difetti del mezzo e al caso"?


Pollock d'altronde era un pirla... non che pollock disegnasse a caso, me nemmeno chi usa Holga punta l'obiettivo a casaccio....

dopo, che l'arte e il concetto di artistico abbiano ormai perso i confini grazie al relativismo culturale imperante, si su questo hai ragione, ma credo che Holga fosse un mezzo, e come tale puo essere usato anche per fare buone opere, o cialtronate... ovvio che il 90% ricadono nella seconda ipotesi e molto materiale si butta anche con Holga....
Commento # 9 di: roccia1234 pubblicato il 03 Dicembre 2015, 18:24
Originariamente inviato da: benderchetioffender
Pollock d'altronde era un pirla... non che pollock disegnasse a caso, me nemmeno chi usa Holga punta l'obiettivo a casaccio....


Vedo che hai capito alla perfezione il discorso .
Commento # 10 di: AlexSwitch pubblicato il 04 Dicembre 2015, 00:22
Originariamente inviato da: benderchetioffender
Pollock d'altronde era un pirla... non che pollock disegnasse a caso, me nemmeno chi usa Holga punta l'obiettivo a casaccio....

dopo, che l'arte e il concetto di artistico abbiano ormai perso i confini grazie al relativismo culturale imperante, si su questo hai ragione, ma credo che Holga fosse un mezzo, e come tale puo essere usato anche per fare buone opere, o cialtronate... ovvio che il 90% ricadono nella seconda ipotesi e molto materiale si butta anche con Holga....


Bhè direi di no.... Holga, come le altre macchinette " plastic fantastic " russe, è stat presa in considerazione ed utilizzata proprio per quei difetti... Le sovrimpressioni per esempio sono dovute al fatto che il meccanismo di scorrimento della pellicola è talmente rudimentale e approssimativo da non riuscire a trascinare e stendere per bene i frame... Idem per le infiltrazioni di luce e le aberrazioni dovute alla lente di plastica.
Se le Holga fossero state delle fotocamere con meno difetti forse non avrebbero goduto di tutta questa attenzione artistica e creativa.
Attenzione che si è rivelata essere una moda, cioè qualcosa di passeggero... Ovvero appena il " pischello " creativo si è stufato di armeggiare con lampade, bacinelle e acidi per lo sviluppo, oppure di spendere soldi per le pellicole e lo sviluppo e stampa da parte di terzi.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor