Zenit: lo storico marchio russo è pronto a resuscitare

Zenit: lo storico marchio russo è pronto a resuscitare

di Roberto Colombo, pubblicata il

“I tempi sembrano maturi per una rinascita in chiave digitale del marchio di Krasnogorsk, in particolare sfruttando uno dei trend più affermati del momento, quello delle fotocamere mirrorless. Lo riporta la pubblicazione russa RNS, che adduce pochi elementi, a parte il fatto che il nuovo prodotto richiamerà in modo molto evidente le linee e l'ergonomia delle storiche reflex del periodo sovietico”

Stiamo assistendo sempre di più alla rinascita di marchi storici in ambito fotografico: dopo la piazza pulita fatta dallo sbarco del digitale nella fotografia si sta continuamente affermando un bisogno di ritorno alle radici per i fotografi moderni.

Zenit nel secolo scorso è stato un nome mitico e vi basta fare un giro su eBay per vedere l'elevatissimo numero di prodotti del marchio sovietico disponibile nel mercato dell'usato.

Zenit (Зени́т) è uno di quelle aziende che ha fatto le spese della prima bolla del digitale, chiudendo i battenti nel 2005, dopo diversi tentativi per risollevarne le sorti.

I tempi però sembrano maturi per una rinascita in chiave digitale del marchio di Krasnogorsk, in particolare sfruttando uno dei trend più affermati del momento, quello delle fotocamere mirrorless. Lo riporta la pubblicazione russa RNS, che adduce pochi elementi, a parte il fatto che il nuovo prodotto richiamerà in modo molto evidente le linee e l'ergonomia delle storiche fotocamere del periodo sovietico.

Zenit 122

Il nuovo prodotto dovrebbe arrivare sul mercato nel 2018 a un prezzo che dovrebbe superare quello di un 'buono smartphone', questa la frase riportata da DPReview.

Voi che ne pensate? Qualcuno di voi ha ancora e magari utilizza una Zenit? Comprereste la versione moderna?

Commenti (5)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: demon77 pubblicato il 23 Agosto 2017, 16:47
Ricordo che mio padre aveva una Zenit tra le varie fotocamere.. ma non la ho mai usata.. devo andare a vedere se è ancora da qualche parte..

Comunque si parla di rinascita "del marchio".. non so oltre a quello quanto ci sia della vecchia Zenit.

Anche sul prezzo.. "UN BUONO SMARTPHONE".. grazie tante. Per me allora vuol dire 200 euro.
Commento # 2 di: demon77 pubblicato il 23 Agosto 2017, 17:35
Originariamente inviato da: Konigsee
Io da una cantina piena di roba in una casa al mare ho resuscitato questa....

E' una Leica m3 e, secondo molti, (e dopo averla presa in mano ed usata anche secondo me) la migliore macchina fotografica mai prodotta.
E un modello del 1957, interamente meccanica e costruita a mano.
Appena presa in mano mi è venuta una gran voglia di piantargli dentro un rullo da 36pose e di scattare con il suo fantastico summicron 50mm f2.
Incredibile che sia rimasta praticamente immacolata e ibernata in una cavolo di cantina per almeno gli ultimi 30 anni e che dopo tutto questo tempo funzionasse ancora.
In chiave digitale, possono resuscitare quello che vogliono ma la precisione meccanica e la costruzione di un tempo col cazzo che le resuscitano...


Punto uno: CHE CULO.
La macchina in sè oltre ad essere ottima ha anche il suo bel valore se tu la volessi vendere.

Sulla precisione meccanica "di un tempo" non concordo per nulla.
La precisione meccanica (anche abbinata all'elettronica) di oggi non ha nulla da invidiare, anzi. Siamo migliorati, non peggiorati.

E' come dire che un motore a carburatore è meglio di uno ad iniezione.
Commento # 3 di: Michael80 pubblicato il 23 Agosto 2017, 17:50
io uso ancora oggi una zenit 11 del 1992 che mi venne regalata da ragazzino. anzi adesso che ci penso devo sviluppare un paio di rullini di qualche mese fa....
Commento # 4 di: demon77 pubblicato il 23 Agosto 2017, 18:02
Originariamente inviato da: Konigsee
Si ho già visto su Ebay a quanto sono quotate.
Ma col cazzo che la vendo, non mi servono i soldi e certe macchine che hanno fatto la storia devono essere conservate e non vendute....Anzi mi incazzo perché il tipo che l'aveva (il marito della moglie di mia cugina che aveva un Parkinson e che è morto qualche anno fa), non me ne aveva mai parlato.
Altrimenti, lo avrei portato in giro sul lungomare a fargli sentire nuovamente la musica meccanica di questo gioiello.


di questo mi fai uno schemino..

Originariamente inviato da: Konigsee
Punti di vista.
Una macchina digitale odierna ha l'otturatore elettro/meccanico.
Voglio vedere se la metti in cantina oggi, come funziona bene tra 30 anni...
Senza contare che parliamo di una macchina che ha un totale di 60 anni..


Eh si, questo senza dubbio.
Commento # 5 di: Anderaz pubblicato il 23 Agosto 2017, 21:23
Originariamente inviato da: Konigsee
Molti sviluppano il rullino e poi scansionano il negativo



Sempre che sappiano farlo.

L'ultimo rullino che ho sviluppato mi è stato dato con queste parole "purtroppo non si è salvata nessuna foto".
Fortunatamente non avevo esigenze di stampa (e farò inorridire in molti): a casa ho collegato il mio EPSON Perfection e in mezz'ora avevo tutte le foto, perfette...
BenQ Monitor