Telescopio con fotocamera a 1.4 Gigapixel

Telescopio con fotocamera a 1.4 Gigapixel

di Roberto Colombo, pubblicata il

“1.400 Megapixel per un telescopio che darà la caccia agli asteroidi pericolosi per il nostro pianeta”

Ciclicamente nel comparto delle fotocamere digitale riparte la corsa al rialzo dei megapixel resi disponibili dai sensori. Oggi sulle compatte troviamo elementi sensibili capaci di registrare immagini da 12 milioni di punti e sulle reflex ci si spinge anche oltre. La meta per questo comparto è probabilmente la quota di 22-24 megapixel, 'risoluzione' stimata da alcuni dell'occhio umano.

Al momento in alcune nicchie di mercato troviamo già macchine fotografiche da quasi 40 megapixel e dorsi a scansione che sono capaci di generare immagini a quasi 120 megapixel.

Niente a confronto con il sensore montato sul telescopio PS1 a Maui nelle, Hawaii, apparecchio che fa parte del 'Panoramic Survey Telescope and Rapid Response System (Pan-STARRS)'. Questo sistema è studiato per dare la caccia agli asteroidi potenzialmente pericolosi per il nostro pianeta, ossia che potrebbero trovarsi in rotta di collisione con la terra o avere traiettorie che prevedano passaggi molto vicini all'orbita del nostro pianeta.

Come riporta New Scientist Space la 'fotocamera' è caratterizzata da un'area sensibile di ben 40 centimetri di lato, dotata di ben 60 chip, capace di registrare immagini a 1.4 Gigapixel (1.400 megapixel). Il progetto, quando sarà completo (si parla del 2010) dovrebbe riuscire ad individuare il 99% degli asteroidi grandi più di 300m pericolosi per il nostro pianeta.


Commenti (60)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: danyroma80 pubblicato il 11 Settembre 2007, 14:24
fra 10 anni lo troveremo sulle fotocamere da 99 euro al supermercato, ma ovviamente in formato 1/2,5" con nebbia incorporata
Commento # 2 di: Octane pubblicato il 11 Settembre 2007, 14:30
e se anche vedono questi asteroidi che cosa fanno?
che contromisure mettono in atto?
Commento # 3 di: sam_88 pubblicato il 11 Settembre 2007, 14:32
@ Octane
Una squadra petrolifera e una bomba atomica ti dicono niente?
Commento # 4 di: ChiHuaHua86 pubblicato il 11 Settembre 2007, 14:32
ovviamente lo scudo stellare di bush
Commento # 5 di: Pancho Villa pubblicato il 11 Settembre 2007, 14:34
Mi piacerebbe vedere un'immagine scattata da questo mostro (magari del nostro pianeta).
Commento # 6 di: Fl1nt pubblicato il 11 Settembre 2007, 14:36
Originariamente inviato da: sam_88
@ Octane
Una squadra petrolifera e una bomba atomica ti dicono niente?


Commento # 7 di: junkman1980 pubblicato il 11 Settembre 2007, 14:38
Originariamente inviato da: Octane
e se anche vedono questi asteroidi che cosa fanno?
che contromisure mettono in atto?


Link ad immagine (click per visualizzarla)

Commento # 8 di: ]Sim085[ pubblicato il 11 Settembre 2007, 14:40
Originariamente inviato da: sam_88
@ Octane
Una squadra petrolifera e una bomba atomica ti dicono niente?


SUBLIME
Commento # 9 di: dario2 pubblicato il 11 Settembre 2007, 14:40
Originariamente inviato da: Pancho Villa
Mi piacerebbe vedere un'immagine scattata da questo mostro (magari del nostro pianeta).


mi sa sarà un pò difficile visto il montaggio fisso sul nostro pianeta
Commento # 10 di: erupter pubblicato il 11 Settembre 2007, 14:41
Sarebbe il caso che HWUpgrade pubblicasse le notizie a tempo debito e in maniera più completa.
Questo telescopio è già completo, il completamento citato a fine articolo si riferisce all'intero progetto Rapid Response che si compone di numero 3 telescopi distinti.
E ognuno verrà dotato di un simile sensore.
Che tra l'altro non è un unico sensore da 1,4Gpixel ma in pratica la composizione di 64x64 sensori distinti e separati (ecco che anche la voce "60 chip" è errata).
Questo per ovviare ai problemi di rumore, densità e malfunzionamenti che un unico dispositivo avrebbe comportato.
In questo modo è possibile "semplicemente" sotituire uno dei ccd.

A volte voi della redazione non vi capisco.
Sta notizia è di giovedì scorso (mi pare), la riportate a distanza di 4 giorni, in maniera imprecisa e non citate nemmeno la fonte?
E sì che di notizie più interessanti, recenti e magar piùi inerenti all'indirizzo editoriale di questo sito ce ne sono in giro...
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor