Sony Cyber-shot HX5 e TX5 dal vivo dal Photoshow

Sony Cyber-shot HX5 e TX5 dal vivo dal Photoshow

di Roberto Colombo, pubblicata il

“Al Photoshow abbiamo incontrato le nuove fotocamere Sony dotate di sensore CMOS back-illuminated Exmor R ”

Sony ha investito molto nel Photoshow di quest'anno, presentandosi alla fiera capitolina con uno stand di 400 metri quadri che raccoglie tutte le soluzioni Digital Imaging, sia consumer sia dedicate al settore professionali. Dopo l'annuncio di gennaio, anche i consumatori italiani hanno potuto mettere le mani sulle nuove fotocamere dotate del sensore Exmor R, basato su tecnologia CMOS back-illuminated, che ribalta la circuiteria mettendo la parte sensibile a diretto contatto con la luce.

Questo tipo di sensore è pensato per garantire migliori prestazioni soprattutto nelle condizioni di scarsa illuminazione è integrato sia in soluzioni dedicate ai fotografi, sia in apparecchi indirizzati ai videoamatori. Sony DSC-HX5 è uno dei nuovi modelli di punta della serie Cyber-shot e offre in un corpo compatto un'ottica 10x con focale minima 25mm equivalenti marchiata "G" (sigla che contraddistingue gli obiettivi di qualità del produttore nipponico) e un sensore Exmor R da 10,2 megapixel di risoluzione.


Sony Cyber-shot DSC-HX5

Quest'ultimo in accoppiata al processore Bionz mette a disposizione la funzione Intelligent Sweep Panorama, che ci aveva colpito alla sua presentazione all'edizione 2009 del PMA, oltre ad altre funzioni mutuate dalla HX1, tra cui lo stacking fino a 6 foto per aumentare la gamma dinamica o ridurre il mosso e il rumore e la possibilità di girare filmati in Full-HD. La Sony Cyber-shot HX5 si conferma una fotocamera dedicata ai viaggi, anche grazie all'integrazione di GPS e bussola, utili per geolocalizzare i propri scatti una volta tornati a casa.

[HWUVIDEO="614"]Sony HX5 e funzione panorama dal vivo[/HWUVIDEO]

Grande attenzione anche per l'altra proposta dotata di sensore CMOS Exmor R e processore Bionz, la Sony Cyber-shot TX5, la prima rugged di casa Sony. Raccolta in 17,7 millimetri di spessore offre zoom 4x con ottica non sporgente, 10,2 megapixel di risoluzione, filmati HD a 720p e possibilità di utilizzo sott'acqua fino a tre metri di profondità e in condizioni difficili di polvere, urti e gelo.


Commenti (8)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: giofal pubblicato il 27 Marzo 2010, 16:28
A cosa serve tanta tecnologia e "innovazione" se poi viene montato un obiettivo buissimo (per una compatta) 3,5-5,5 ??

L'adesivo "outstanding low light performance" stride un po' con l'obiettivo in questione e sembra quasi una presa in giro.

La mia compattina ha un onesto 2,0-2,5 eppure è appena sufficiente considerando gli iso che si debbono usare su queste macchinette, figuriamoci un 3,5-5,5...
Commento # 2 di: Manuel333 pubblicato il 27 Marzo 2010, 19:37
è uno zoom 10x.......
Commento # 3 di: giofal pubblicato il 27 Marzo 2010, 22:30
Proprio quello che ci vuole in condizioni di low-light...

soprattutto considerando che a 5.5 su una compatta siamo già in piena "area" diffrazione...

Utilissimo direi
Commento # 4 di: Thoruno pubblicato il 28 Marzo 2010, 14:45
E' il nuovo sensore Exmor R che da più sensibiltà agli iso alti.
Guadagno quindi sulla gamma scuri.
Commento # 5 di: D-Reeper pubblicato il 28 Marzo 2010, 17:04
anche io tendo ad essere piu' perplesso che entusiasta per l'obiettivo, proprio come dice giofag. Su questo genere di compatte troppo spesso si millantano prestazioni e qualita' stratosferiche che poi all'atto pratico sono capaci di mantenere solo in sporadici casi.
Su una fotocamera (sia essa reflex che compatta da 50 euro) conta solo l'ottica. Quando c'era la pellicola si facevano foto altrettanto straordinarie e la tecnologia elettronica era direttamente assente. Questa e' una cosa che andrebbe capita per dare valore ai propri soldi anche se si compra solo una compatta, al di la dell'essere appassionati per la fotografia o volerla solo per fare la foto al compleanno dei bimbi.
Un ricordo scattato uno schifo e' vero che rimane un ricordo... ma e' altrettanto vero che fara' sempre schifo anche fra vent'anni.
Commento # 6 di: Thoruno pubblicato il 28 Marzo 2010, 17:34
Non mi sembra che questa abbia un'ottica ridicola e rispetto ad altre compatte con ottica 10x e con focale minima 25mm e che costano di più non hanno le stesse prestazioni.
E non capisco perchè bisogna sempre fare paragoni con le reflex a una compatta, sono 2 cose diverse.
Qui adesso si parla esclusivamente di una compatta.
Commento # 7 di: avvelenato pubblicato il 28 Marzo 2010, 23:19
Originariamente inviato da: D-Reeper
anche io tendo ad essere piu' perplesso che entusiasta per l'obiettivo, proprio come dice giofag. Su questo genere di compatte troppo spesso si millantano prestazioni e qualita' stratosferiche che poi all'atto pratico sono capaci di mantenere solo in sporadici casi.
Su una fotocamera (sia essa reflex che compatta da 50 euro) conta solo l'ottica. Quando c'era la pellicola si facevano foto altrettanto straordinarie e la tecnologia elettronica era direttamente assente. Questa e' una cosa che andrebbe capita per dare valore ai propri soldi anche se si compra solo una compatta, al di la dell'essere appassionati per la fotografia o volerla solo per fare la foto al compleanno dei bimbi.
Un ricordo scattato uno schifo e' vero che rimane un ricordo... ma e' altrettanto vero che fara' sempre schifo anche fra vent'anni.


non è chei io sia l'esperto in materia fotografica, ma l'asserzione che in una macchina fotografica conti solo l'ottica fa stridere il mio motore inferenziale.

infatti, parlo solo a logica e magari mi sfugge qualche dettaglio o parametro tecnico, ma se un obiettivo è pù buio rispetto a un altro (di pari segmento, non confrontiamo compatte con reflex!), e il sensore è più sensibile di un altro, la qualità non dovrebbe rimanere costante?

Ora, se poi questo comporta un vantaggio a livello di design (ottica non sporgente, può essere correlata alla "scarsità" dell'obbiettivo?) mantenendo la lancetta della qualità agli stessi livelli a cui eravamo abituati con altri sensori, può piacere o può non piacere, può essere utile per alcuni e inutile ad altri, ma si tratta di una scelta in più, e quindi in ultima analisi di un vantaggio per i potenziali acquirenti.

O no?

Poi, anch'io spero tanto in un'ultra compatta gradangolare con grosso zoom che riesca a fare foto sia ai concerti, sia ai panorami, sia alle serate nei locali specialmente con le belle ragazze, sia ai fuochi d'artificio, ad un paesaggio notturno, e tanti altri contesti dove attualmente non conosco compatte che possano produrre qualcosa di utilizzabile (ho una Fuji f100fd). Chissà.
Però intanto che la ricerca prosegua sui sensori e non sull'ottica (che comunque ne ha meno bisogno e vi sono anche meno margini di innovazione, dappoiché di ottiche buone ce ne è a josa, prezzo e dimensioni a parte!), io non la vedo mica male. Poi può anche essere che non ho capito una fava, perciò scusate...
Commento # 8 di: Davidexpo pubblicato il 30 Marzo 2010, 02:48
comodo l'hdr automatico, no? e poi i 6 scatti per ridurre il rumore.........(ho il dubbio che il rumore si moltiplichi x 6)
BenQ Monitor