Sony annuncia videocamera con sensore Exmor APS-C

Sony annuncia videocamera con sensore Exmor APS-C

di Fabio Boneschi, pubblicata il

“Dopo le due fotocamere EVIL NEX-5 e NEX-3, Sony utilizzerà il sensore Exmor APS-C anche su una videocamera, che sarà compatibile con le ottiche intercambiabili del neonato sistema E-mount e con quelle del parco ottiche reflex Alpha ”

Il settore delle fotocamere ibride, denominate anche EVIL, sta rivoluzionando il mondo della fotografia e non solo: anche il mondo del video digitale si prepara a un forte scossone. Panasonic ha preannunciato una videocamera con sensore e ottiche del formato Micro Quattro Terzi e ora anche Sony, dopo l'annuncio delle sue nuove NEX-3 e NEX-5, capostipiti di una nuova serie, ha annunciato che si prepara ad essere pronta per l'autunno con una videocamera basata su sensore Exmor APS HD CMOS.



Come le due fotocamere CSC (Compact Sistem Camera, questo il nome che Sony ha deciso per questa categoria di fotocamere a lenti intercambiabili ma prive di specchio) la videocamera utilizzerà le ottiche del neonato sistema E-mount e tramite adattatore tutto il parco ottiche Sony Alpha, che comprende anche gli obiettivi Minolta AF, da cui il sistema reflex Sony discende.

Un sensore APS-C è decisamente interessante per l'ambito video, abituato ad operare con sensori sensibilmente più piccoli, e apre il campo anche nell'uso amatoriale all'utilizzo di ottiche di qualità fotografica, con focali grandangolari o supertele e soprattutto con una profondità di campo davvero interessante. Staremo a vedere quali saranno gli sviluppi del progetto, soprattutto in ambito autofocus, settore dove attualmente le fotocamere EVIL non tengono ancora il passo con le videocamere.

Commenti (16)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: tuzzolo pubblicato il 13 Maggio 2010, 09:14
interessante... anche perchè l'uso dei vecchi obbiettivi minolta (nel video si usano praticamente solo i controlli manuali, o almeno l'uso in manuale non è così penalizzante come in fotografia)a prezzi stracciati potrebbe renderla davvero favolosa.
Commento # 2 di: the_joe pubblicato il 13 Maggio 2010, 09:16
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Link alla notizia: http://www.hwupgrade.it/news/fotogr...ps-c_32562.html

Dopo le due fotocamere EVIL NEX-5 e NEX-3, Sony utilizzerà il sensore Exmor APS-C anche su una videocamera, che sarà compatibile con le ottiche intercambiabili del neonato sistema E-mount e con quelle del parco ottiche reflex Alpha


Click sul link per visualizzare la notizia.


Convergenza............

E la naturale evoluzione del settore foto/video con l'avvento delle EVIL e delle reflex che fanno video era logico che le tecnologie si riversassero sulle videocamere e credo che un giorno il settore sarà dominato da macchine che faranno bene entrambi relegando quelle che fanno solo una delle 2 cose al settore professionale.
Commento # 3 di: R.Raskolnikov pubblicato il 13 Maggio 2010, 09:35
Originariamente inviato da: tuzzolo
l'uso in manuale non è così penalizzante come in fotografia

Ma che dici? L'uso manuale è la salvezza della fotografia, è l'unica cosa che ti permette di fare delle belle fotografie...non è per niente penalizzante, anzi è il contrario. Porta solo vantaggi....perchè metterci più tempo non è un punto a sfavore, ma decisamente a favore della qualità finale! Il maggior tempo aiuta.
Commento # 4 di: Bisont pubblicato il 13 Maggio 2010, 09:41
Dipende sai, se devi fotografare in un autodromo o in uno stadio ti ci voglio vedere con la messa a fuoco manuale.....

Per una fotografia riflessiva, studiata, significante, può essere utile il manual focus e/o l'esposizione manuale, però ecco in una macchina autofocus puoi spegnere il tutto e andare a mano, in una manual focus cosa accendi, un cero?
Commento # 5 di: the_joe pubblicato il 13 Maggio 2010, 09:49
Originariamente inviato da: Bisont
Dipende sai, se devi fotografare in un autodromo o in uno stadio ti ci voglio vedere con la messa a fuoco manuale.....

Per una fotografia riflessiva, studiata, significante, può essere utile il manual focus e/o l'esposizione manuale, però ecco in una macchina autofocus puoi spegnere il tutto e andare a mano, in una manual focus cosa accendi, un cero?


C'è anche da dire che le macchine e le ottiche odierne sono fatte per essere usate in automatico o in semi automatico, mentre un tempo ad esempio le ghiere delle ottiche erano molto più precise e davano un feedback tattile molto diverso dalle attuali che pur usate in manuale sembrano girare a vuoto, la ghiera dei diaframmi era sull'ottica per cui con la mano sx mettevi a fuoco e cambiavi il diaframma di lavoro e con la dx sceglievi i tempi e scattavi la foto, i vetrini di messa a fuoco avevano gli ausili come i microprismi e l'immagine spezzata al centro ecc. ecc. Oggi usare una macchina in completo automatismo è più difficile (a causa della diversa ergonomia) di un tempo, per cui è anche inutile dire che un tempo allo stadio le fotografie si facevano anche senza automatismi, erano diverse le macchine ed erano diversi i tempi di lavorazione, oggi si vuole tanto materiale e tutto subito....

Se poi uno fa la foto ad un panorama può anche starci una giornata a scegliere l'inquadratura, aspettare le condizioni di luce giuste ecc. ecc.
Commento # 6 di: Bisont pubblicato il 13 Maggio 2010, 10:35
the_joe i tuoi problemi non sussistono:
- anche macchine non professionali come la 40/50D usano i vetrini intercambiabili
- se si usano in manuale montandoci obiettivi non autofocus, la ghiera de diaframmi c'è così come la messa a fuoco con il feeling di cui parlavi, e con apposito chip sul raccordo dell'obiettivo guadagni anche la conferma del focus.

Penso che tutti gli strumenti siano utili, dalla Holga alla M9 alla Dirkon di carta. La bravura sta anche nel saper scegliere lo strumento e la tecnica giusta relazionata al risultato a cui si tende.

Con questa visione delle cose, è apprezzabile una Olympus PEN quanto una 1DMkIV, purchè se ne comprenda le logiche progettuali.
Commento # 7 di: the_joe pubblicato il 13 Maggio 2010, 10:41
Originariamente inviato da: Bisont
the_joe i tuoi problemi non sussistono:
- anche macchine non professionali come la 40/50D usano i vetrini intercambiabili
- se si usano in manuale montandoci obiettivi non autofocus, la ghiera de diaframmi c'è così come la messa a fuoco con il feeling di cui parlavi, e con apposito chip sul raccordo dell'obiettivo guadagni anche la conferma del focus.

Penso che tutti gli strumenti siano utili, dalla Holga alla M9 alla Dirkon di carta. La bravura sta anche nel saper scegliere lo strumento e la tecnica giusta relazionata al risultato a cui si tende.

Con questa visione delle cose, è apprezzabile una Olympus PEN quanto una 1DMkIV, purchè se ne comprenda le logiche progettuali.


A parte l'imprecisione riguardo a Canon sulle quali non è possibile usare le ottiche FD se non con pesanti limitazioni appunto riguardo la chiusura del diaframma e il fatto di dover comprare adattatori con lente perchè il tiraggio del sistema FD era minore di quello EF, per il resto hai ragione ogni strumento ha la sua ragione di essere e non sono certo stato io a dire il contrario.
Commento # 8 di: nko107 pubblicato il 13 Maggio 2010, 12:21
Originariamente inviato da: the_joe
A parte l'imprecisione riguardo a Canon sulle quali non è possibile usare le ottiche FD se non con pesanti limitazioni appunto riguardo la chiusura del diaframma e il fatto di dover comprare adattatori con lente perchè il tiraggio del sistema FD era minore di quello EF, per il resto hai ragione ogni strumento ha la sua ragione di essere e non sono certo stato io a dire il contrario.


A parte il fatto che non ha detto ottiche Canon FD... Si possono usare infinite ottiche con un tiraggio maggiore rispetto a quello del sistema Canon EF senza limitazioni di sorta... Come il mio Leica-R 50 Summilux.
Commento # 9 di: the_joe pubblicato il 13 Maggio 2010, 12:24
Originariamente inviato da: nko107
A parte il fatto che non ha detto ottiche Canon FD... Si possono usare infinite ottiche con un tiraggio maggiore rispetto a quello del sistema Canon EF senza limitazioni di sorta... Come il mio Leica-R 50 Summilux.


Non sapevo che con il Leica-R 50 su canon EOS si chiudesse il diaframma automaticamente, credevo che si dovesse usare in stop down, grazie della info.
Commento # 10 di: nko107 pubblicato il 13 Maggio 2010, 12:30
Originariamente inviato da: Bisont
se si usano in manuale montandoci obiettivi non autofocus, la ghiera de diaframmi c'è così come la messa a fuoco con il feeling di cui parlavi, e con apposito chip sul raccordo dell'obiettivo guadagni anche la conferma del focus.


No, stop-down. E la profondità di campo ringrazia
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor