Smartphone e tablet cannibalizzano anche il mercato delle reflex?

Smartphone e tablet cannibalizzano anche il mercato delle reflex?

di Roberto Colombo, pubblicata il

“Brusca frenata del mercato delle ottiche intercambiabili in questo 2013: smartphone e tablet potrebbero essere i responsabili, dopo aver cannibalizzato da tempo il mercato delle fotocamere compatte”

È risaputo che gli smartphone stanno cannibalizzando le vendite delle fotocamere compatte: i numeri delle macchine fotografiche di fascia entry level sono in picchiata e i produttori stanno cercando di innalzare il livello di qualità dei prodotti in gamma per differenziarli in modo più netto dai cellulari, prodotti che ormai possono sostituire degnamente una compatta in più di un'occasione.

Stando all'opinione di Christoper Chute, un analista di IDC, questa strategia potrebbe comunque rivelarsi infruttuosa, dato che smartphone e tablet stanno insidiando le vendite anche di prodotti di alta gamma come le reflex. L'opinione nasce dal dato relativo alle fotocamere a ottiche intercambiambili, che secondo le stime IDC in questo anno dovrebbero fa segnare un calo del 9,1%, scendendo da 19,1 milioni dell'anno scorso ai 17,4 milioni di quello in corso. Pare che i consumatori siano più propensi a spendere i propri soldi per l'acquisto di smartphone e tablet, piuttosto che per dotarsi di una nuova fotocamera dalle funzionalità avanzate.

Con gli smartphone sempre più avanzati dal punto di vista fotografico e dotati di un maggiore appeal (lo smartphone all'ultimo grido è un prodotto che riscuote più consenso quando sfoggiato con gli amici rispetto a una fotocamera anche più costosa) e la situazione economica che richiede di selezionare con cura i propri acquisti quando le cifre si misurano in centinaia di euro/dollari, il mercato delle fotocamere di alta gamma dà segni di sofferenza. D'altra parte a livello puramente fotografico quella fetta di pubblico che in passato ha acquistato una reflex per poi utilizzarla solo in modalità P, o addirittura Auto, iAuto, Auto+, probabilmente non ha nemmeno le competenze per apprezzare la differenza di qualità tra le immagini scattate da una fotocamera e un cellulare e preferisce investire i propri soldi in quest'ultimo.

Uno dei siti che in rete riprende la notizia cita sul tema l'opinione Takafumi Hongo di Canon: "Taking photos with smartphones and editing them with apps is like cooking with cheap ingredients and a lot of artificial flavoring. Using interchangeable cameras is like slow food cooked with natural, genuine ingredients.''

Voi cosa ne pensate? Avete in questi ultimi mesi preferito spendere i vostri soldi per stare al passo coi tempi sul fronte smartphone rimandando l'acquisto di una nuova fotocamera di qualità? Ci sono situazioni in cui lo smartphone ormai rende superflua la presenza di una reflex/mirrorless/compatta premium? La possibilità di modificare con programmi avanzati direttamente sullo smartpohne le immagini e di condividerle in modo istantaneo sui social network può essere addirittura un punto a favore di questi ultimi anche in campo fotografico?


Commenti (36)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: Ginopilot pubblicato il 11 Novembre 2013, 09:12
rotfl
Commento # 2 di: said1 pubblicato il 11 Novembre 2013, 09:17
Originariamente inviato da: Ginopilot
rotfl


Quoto!
Commento # 3 di: nickmot pubblicato il 11 Novembre 2013, 09:23
Ma che cannibalizzano!
Al massimo distolgono dall'acquisto di una reflex coloro che mai l'avrebbero usata veramente lasciando il 18-55 standard e scattando sempre in auto.
Commento # 4 di: roccia1234 pubblicato il 11 Novembre 2013, 09:30
Mah, secondo me potrebbe non essere così fuori dal mondo questa affermazione.

Moltissimi (vuoi per mancanza di cultura o per altri motivi) non riescono a valutare una fotografia, almeno per quanto riguarda i parametri basilari:
scatti completamente fuori fuoco, storti, con mosso evidente, soggetti tagliati... sono ritenuti belli.
Va da se che queste persone molto difficilmente riusciranno a distinguere lo scatto di una reflex entry con vetro kit da quella di un telefono di ultima generazione.... quindi chi gli fa fare di acquistare e portarsi dietro quell'accrocco? Ecco che si accontentano del telefonino di turno e la dslr, acquistata durante il periodo in cui chiunque ne acquistava una, rimane li a prendere polvere in un cassetto e quelle nuove rimangono in negozio.
Commento # 5 di: bonzoxxx pubblicato il 11 Novembre 2013, 09:33
se vabbè, cannibalizzano le vendite... al massimo la gente che non sa cosa comperare dice "vabbè, mi prendo il tablet che oltre a fare le foto ci vado pure fu fessbucc"... sai quanti ne vedo che vanno in giro a fare le foto con quelle tavolette, e poi magari ti si avvicinano e dicono "guarda che bella l'app per fare il panorama" e un brivido ti corre lungo la schiena..

chi si compra una reflex IMHO lo fa perchè gli piace la fotografia, il resto è fuffa per facebook.

il tutto secondo me, ovvio
Commento # 6 di: Phoenix Fire pubblicato il 11 Novembre 2013, 09:44
secondo me è vero, spesso sento di molti che comprano una reflex perchè fa fico e non perchè la sanno usare, questi penso che una volta preso un top di gamma che fa anche belle foto (ovviamente rispetto a una compatta) sono apposto così, aggiungendo inoltre la possibilità di feisbuccare all'istante hanno trovato il paradiso.
Commento # 7 di: Pier2204 pubblicato il 11 Novembre 2013, 09:53
Potrebbe erodere quella percentuale di mercato cosi detto prosumer, composto per lo più di gente disposta a spendere parecchi soldi per una reflex ma che ne sfrutta un 10% del vero potenziale, per chi ama la foto veramente non ci pensa minimamente di usare uno smartphone, anzi, mentre scatta le foto spegne lo smartphone..

Un po di verità secondo me c'è, ma solo perché il mercato delle reflex negli ultimi ha travalicato i limiti di chi la usa veramente, imho
Commento # 8 di: Phoenix Fire pubblicato il 11 Novembre 2013, 09:58
Originariamente inviato da: Pier2204
Potrebbe erodere quella percentuale di mercato cosi detto prosumer, composto per lo più di gente disposta a spendere parecchi soldi per una reflex ma che ne sfrutta un 10% del vero potenziale, per chi ama la foto veramente non ci pensa minimamente di usare uno smartphone, anzi, mentre scatta le foto spegne lo smartphone..

Un po di verità secondo me c'è, ma solo perché il mercato delle reflex negli ultimi ha travalicato i limiti di chi la usa veramente, imho


appunto, non è che gli smartphone sostituiscono le reflex per i fotografi, semplicemente i non fotografi reflexdotati (che non sono pochi) ora scelgono un altro giocattolino da non sfruttare, grazie all'aggiunta delle app di modifica e di condivisione immediata
Commento # 9 di: Raghnar-The coWolf- pubblicato il 11 Novembre 2013, 09:59
Il mercato del fashion sicuramente.
Commento # 10 di: bonzoxxx pubblicato il 11 Novembre 2013, 10:04
Originariamente inviato da: Phoenix Fire
appunto, non è che gli smartphone sostituiscono le reflex per i fotografi, semplicemente i non fotografi reflexdotati (che non sono pochi) ora scelgono un altro giocattolino da non sfruttare, grazie all'aggiunta delle app di modifica e di condivisione immediata


come non quotarti..
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor