Sigma SD1: il sensore Foveon X3 rinnova la sua sfida

Sigma SD1: il sensore Foveon X3 rinnova la sua sfida

di Roberto Colombo, pubblicata il

“Sigma rinnova la sfida nel campo reflex con SD1, con il rinnovato sensore Foveon X3, accreditato ora di 46 megapixel”

Dopo le sue SD14 e SD15, Sigma al Photokina, che si è appena chiuso a Colonia ha rinnovato la sfida al mercato delle reflex, continuando a puntare sull'interessante soluzione del sensore CMOS Foveon X3, ora nella versione aggiornata che equipaggia laneonata Sigma SD1.

Il sensore Foveon si differenzia dalla gran parte di quelli utilizzati in altre reflex per la mancanza del filtro colore di tipo Bayer: il sensore è costruito su più strati, ognuno sensibile a una certa componente della radiazione luminosa. In pratica se nei sensori normali ogni pixel è sensibile a un solo colore, a causa del filtro posto innanzi ad esso, e la ricostruzione delle altre due componenti avviene in base alle informazioni dei pixel vicini con l'algoritmo di demosaicing, nella soluzione adottata da Sigma ogni pixel è sensibile alle tre componenti principali della luce.

Nelle sue prime uscite il sensore Foveon, in formato APS-C, forniva 14.45 megapixel di risoluzione, ricostruiti sui dati in arrivo dai tre strati a circa 4,81 megapixel ciascuno: ora la risoluzione di ogni strato è passata a circa 15 megapixel (4800x3200 pixel) e il file in uscita è dato per 46 megapixel. Come nei modelli precedenti il bocchettone (innesto Sigma SA) è stato sigillato da un vetro, in modo da evitare l'entrata di polvere nel vano che ospita specchio e sensore.

A Colonia era esposto un prototipo non funzionante, per cui non possiamo esprimere un parere diretto se non sull'ergonomia, che si mantiene in linea con il buon livello delle uscite precedenti. Dotata di flash integrato GN 11 la nuova Sigma SD1 offre mirino con copertura 98% e ingrandimento 0,95x, sistema autofocus a 11 punti con doppi sensori a croce, display posteriore LCD da 3" e 460.000 punti. Lo storage delle immagini avviene su scheda Compact Flash. Al momento l'azienda non ha rilasciato ulteriori dettagli soprattutto in merito a prezzi e commercializzazione.


Commenti (31)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: demon77 pubblicato il 28 Settembre 2010, 09:02
Sarei davvero curioso di vedere una recensione comparativa di questo sensore con uno "standard" per vedere vantaggi e svantaggi..
Le premesse sembrano ottime, da dire che mi sembra un corpo macchina dedicato ad una utenza professionale e poco adatto al semplice appassionato..
Commento # 2 di: leddlazarus pubblicato il 28 Settembre 2010, 09:13
e tenere un 15 Mp effettivi a 24 bit per pixel?

in modo da avere un "vero" 15 Mpix a 24 bit e non i soliti sensori a filtro bayer con la risoluzione "normalmente" interpolata.
Commento # 3 di: awvqa pubblicato il 28 Settembre 2010, 09:53
prove precedenti....

anche comparative hanno evidenziano i grossi limiti del sensore: aloni colorati ui zone bianche in particolare oltre che dettagli non particolarmenti definiti
Commento # 4 di: blueambro pubblicato il 28 Settembre 2010, 09:58
Questo sensore è un 15 Mpx effettivi, privo di filtro bayer, nella SD 15 la profondità colore era di 12 bit nei raw, per cui 36 bit per pixel, l'avranno mantenuta o portata a 14 bit per colore, quindi 42 bit per pixel come in quasi tutte le reflex recenti . Molto promettente, sono curioso di vedere la resa nel dettaglio che dovrebbe essere nettamente superiore ai sensori con filtro bayer.
Commento # 5 di: Mizar74 pubblicato il 28 Settembre 2010, 10:16
Vetrino antipolvere

Mi son sempre domandato come mai non si sia adottata una soluzione simile anche sulle altre reflex per sigillare specchio e sensore dalla polvere, magari con un filtro UV...
Commento # 6 di: awvqa pubblicato il 28 Settembre 2010, 10:44
prove precedenti....

anche comparative hanno evidenziano i grossi limiti del sensore: aloni colorati ui zone bianche in particolare oltre che dettagli non particolarmenti definiti
Commento # 7 di: demon77 pubblicato il 28 Settembre 2010, 12:17
Originariamente inviato da: awvqa
anche comparative hanno evidenziano i grossi limiti del sensore: aloni colorati ui zone bianche in particolare oltre che dettagli non particolarmenti definiti


Ah..
peccato perchè sulla carta sembrava una buona tecnologia!
Commento # 8 di: tuttodigitale pubblicato il 28 Settembre 2010, 12:42
bayer vs foveon x3

http://reflex.myblog.it/archive/201...er-pattern.html
Emanuele Costanzo in Fotocult scrisse che la SIGMA SD14 offriva la stessa risoluzione della Nikon d200 ma regalava una maggior sensazione di nitidezza.

in questo articolo l'autore afferma che la risoluzione della SD1 sarà superiore a quella di una Nikon d3x
http://reflex.myblog.it/archive/201...-megapixel.html . Molto interessante il confronto tra la la Leica M8 e il Foveon X3 da 4 MP nel test di risoluzione: con le righe blu/rosse umilia letteralmente la fotocamera più blasonata.


PS per la redazione. La sd1 dà in uscita un file da soli 15MP, i 46 MP sono interpolati così come i 14 MP della sd14.
Commento # 9 di: tuzzolo pubblicato il 28 Settembre 2010, 13:20
la vecchia con il foveon era abbastanza scarsa ad alti iso, speriamo l'abbiano migliorata, certo rimane una fotocamera affascinante, ma con diversi contro, primo tra tutti il parco ottiche, di certo limitato o del tutto assente per quanto riguarda l'usato.
Commento # 10 di: marchigiano pubblicato il 28 Settembre 2010, 15:17
sigma danne una da provare a dpreview e/o imaging resource ti prego...
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor