Sigma, nuovi obiettivi full frame: 85mm f/1.4 e 70-200mm f/2.8

Sigma, nuovi obiettivi full frame: 85mm f/1.4 e 70-200mm f/2.8

di Roberto Colombo, pubblicata il

“Sigma presenta nuove lenti DG, dedicate al formato pieno: 85mm f/1.4 e 70-200mm f/2.8 , oltre al rinnovato 50-500mm”

Accanto agli obiettivi per formato ridotto APS-C, che abbiamo visto ieri, Sigma continua lo sviluppo di vetri dedicati al formato pieno con tre obiettivi dotati di motore di messa a fuoco HSM (Hyper Sonic Motor), che vanno ad arricchire la già affollata gamma del produttore statunitense, come riporta DPReview.

In ordine di focale troviamo il Sigma 85mm F1.4 EX DG HSM, mediotele a grande apertura da ritratto e per condizioni di luce difficili, costruito con 11 lenti in 8 gruppi, con un elemento SLD (Special Low Dispersion) a bassa dispersione per contenere le aberrazioni, scopo al quale concorre anche l'utilizzo di un sistema di messa a fuoco interna posteriore.

Offre trattamento antiriflesso Super Multi-Layer Coating, mentre le nove lamelle del diaframma circolare, unite alla grande apertura, dovrebbero garantire uno sfocato morbido e degno di nota. La distanza minima di messa a fuoco si attesta a 85cm; l'obiettivo sarà commercializzato con attacchi Sigma, Sony, Nikon, Pentax, Canon.

Rientra invece nella categoria dei telezoom "veloci" il nuovo Sigma APO 70-200 F2.8 EX DG OS HSM, dotato di stabilizzatore ottico integrato e di motore di messa a fuoco ipersonico. Composto da 22 lenti in 17 gruppi porta in dote due elementi FLD (“F” Low Dispersion) che vengono equiparati da Sigma alle prestazioni delle lenti alla fluorite e tre elementi SLD.

Anche in questo caso l'ampia apertura e il diaframma circolare a nove lamelle dovrebbero rendere questo obiettivo ottimo per i ritratti, grazie a un sfocato morbido; la distanza minima di messa a fuoco si attesta a 140cm su tutta l'estensione focale. Sarà reso disponibilie per baionette Sigma, Sony, Nikon, Pentax, Canon.

Focale superzoom invece per il nuovo SIGMA APO 50-500mm F4.5-6.3 DG OS HSM, evoluzione del precedente modello che aggiunge alla dotazione di serie il tanto agognato stabilizzatore ottico Optical Stabiliser. Obiettivo costruito con 22 lenti in 16 gruppi utilizza uno strato antiriflesso Super Multi-Layer Coating e 4 lenti SLD e offre un rapporto massimo di ingrandimento pari a 1:3.1 alla focale di 200mm. L'obiettivo pesa quasi 2Kg e offre anch'esso un diaframma circolare a 9 lamelle.


Commenti (17)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: Paganetor pubblicato il 23 Febbraio 2010, 14:51
chissà che sfocati con l'85 mm a tutta apertura su full frame!!!
Commento # 2 di: marchigiano pubblicato il 23 Febbraio 2010, 15:19
il bigma stabilizzato!!!!!!!!! speriamo nella qualità ottica piuttosto... le ultime uscite non sono granchè
Commento # 3 di: Paganetor pubblicato il 23 Febbraio 2010, 15:32
eh be', 500 mm su APS-C sono pur sempre 800 mm equivalenti (e il bigma non è certo una lente luminosa...) e se non c'è sufficiente luce hai voglia ad alzare gli iso...

Commento # 4 di: Takuya pubblicato il 23 Febbraio 2010, 15:59
f/6.3
e come fa la povera fotocamera a mettere a fuoco? se non sbaglio le nikon oltre i f/5.6 non mettono più a fuoco automaticamente...
PS:
L'obiettivo persa quasi 2Kg

cioè è dimagrito di 2 Kg o pesa 2 Kg?
Commento # 5 di: Mirkolo pubblicato il 23 Febbraio 2010, 16:09
Originariamente inviato da: Takuya
f/6.3
e come fa la povera fotocamera a mettere a fuoco? se non sbaglio le nikon oltre i f/5.6 non mettono più a fuoco automaticamente...


Si "finge" 5.6 così il corpo non disabilita la messa a fuoco. Essendo però effettivamente un 6.3 la luce che arriva al modulo AF è inferiore e quindi le prestazioni degradano.

Interessante l'85mm se non avessi già l'1.8 Canon che è superbo. C'è da dire che l'AF sui Sigma è un terno al lotto, mentre il Canon è un cecchino. Ma se l'hanno fatto avranno qualche asso nella manica.. così come successo con il 50/1.4.
Il 50-500 interessante. La vecchia versione non stabilizzata se la cavava bene come qualità d'immagine, nonostante l'escursione 10x. Se con l'OS non è peggiorato potrei farci un pensierino.
Commento # 6 di: hackaro75 pubblicato il 23 Febbraio 2010, 16:23
l'AF dei Sigma non è che proprio sia il massimo, specialmente quello non HSM, ma anche quello HSM non brilla in termini di performance.

Ora puoi avere il miglior obiettivo del mondo, ma se non sei a fuoco è una foto da buttare ... ergo se non lavorate in studio forse conviene prendere lenti veloci (scusate la locuzione dei termini!) !
Commento # 7 di: sofficinifindus pubblicato il 23 Febbraio 2010, 16:28
scusate ma i sigma da che sigla si capisce se sono per DX o FX ? grazie
Commento # 8 di: Paganetor pubblicato il 23 Febbraio 2010, 16:34
oddio, io uso con soddisfazione un 100-300 f4 (anche moltiplicato) ed è una scheggia... sono d'accordo però sul fatto che con il controllo qualità di igma si vada un po' "a culo" se ti capita la lente a posto hai fatto l'affare, ma se ha qualche difettuccio sono martellate sulla palle...
Commento # 9 di: sofficinifindus pubblicato il 23 Febbraio 2010, 16:55
@paganetor, da quanto ho capito certi sigma soffrono di back/front focus, quindi i problemi possono esserci sulle entry level... poi non so se siano voci fondate o meno
Commento # 10 di: Mirkolo pubblicato il 23 Febbraio 2010, 17:26
Risolvibile anche sulle entry, "basta" mandarla in assistenza Sigma assieme alla lente e la tarano. Ma comunque è una rottura, specialmente perchè la probabilità di b/f è piuttosto alta. Quando ho ordinato il 30/1.4 non ho dormito la notte Poi per fortuna non mi ha dato problemi.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor