Omnivision: in arrivo sensori per cellulari da 13 megapixel Stacked per la massima sensibilità

Omnivision: in arrivo sensori per cellulari da 13 megapixel Stacked per la massima sensibilità

di Roberto Colombo, pubblicata il

“rapelano dalla Cina le ultime informazioni sui sensori di prossima generazione. Il nuovo sensore Omnivision OV13880 sarà un sensore in formato 1/2,4" con 'soli' 13 megapixel di risoluzione e adotterà la struttura Stacked PureCel-S”

A ondate alterne la battaglia tra gli smartphone top di gamma (e non solo) si gioca anche sul comparto fotografico. C'è stato un momento in cui, come avveniva anche sulle fotocamere, la risoluzione era il primo termine di paragone, seguito poi dalla focale grandangolare e dall'apertura poi. Le prestazioni in condizioni di bassa illuminazione sono il cavallo di battaglia di alcune fotocamere e pare che il trend stia contagiando anche il mondo dei cellulari (arrivati a sfoderare anche sensibilità di 12.800 ISO). Omnivision è uno dei player più importanti del settore quando si parla di produttori di sensori, in aperta battaglia con Sony (leader indiscusso del mercato l'anno scorso) e nomi come Toshiba.

Trapelano dalla Cina le ultime informazioni sui sensori di prossima generazione che sembrano intenzionati a sfidare Sony sul terreno della sensibilità, utilizzando lo stesso design scelto dal produttore nipponico per i suoi sensori Exmor RS. Il nuovo sensore Omnivision OV13880 sarà un sensore in formato 1/2,4" con 'soli' 13 megapixel di risoluzione (alcune proposte di pari formato arrivano ormai a 21 milioni di pixel) e adotterà la struttura Stacked PureCel-S, l'evoluzione del design BSI retroilluminato che, oltre a mettere in primo piano i fotodiodi, gli fa guadagnare area sensibile spostando 'al piano di sotto' la circuiteria. Questo significa quindi pixel più grandi e con maggiore area sensibile, a tutto vantaggio della fotografia in scarsa illuminazione. La struttura è condivisa anche dal fratello minore OV5880, sensore da 5 megapixel in formato 1/4".

Due le tecnologie di autofocus presenti su entrambi i sensori: a rilevazione di fase e a rilevazione di contrasto. Tra le caratteristiche ulteriori del sensore indirizzate alla massima sensibilità troviamo la tecnologia OmniVision Clear Pixel 2.0, che utilizza una disposizione Red-Clear-Blue-Clear Color Filter Array, in pratica sostituendo i pixel verdi con pixel completamente trasparenti. Per quanto riguarda i dati di targa si parla di capacità video 4K 60fps o Full HD 1080p 240fps per il sensore da 13 megapixel e 2K/Quad HD 60fps e 1080p 120fps per quello da 5 megapixel, probabilmente dedicato alle fotocamere frontali. Secondo la fonte i sensori dovrebbero essere presentati prima della fine dell'anno e quindi potrebbero diventare "l'occhio" degli smartphone presentati a partire dai primi mesi del 2016.


Commenti (2)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: djfix13 pubblicato il 20 Agosto 2015, 10:29
immagino che Apple provvederà a montarli dato che non gradisce molto Sony in questo periodo e tende a fare da sola ma con risultati mediocri.
Sperando che anche Samsung proponga questo tipo di prestazioni sul note 5 magari...
Commento # 2 di: Opteranium pubblicato il 20 Agosto 2015, 17:11
stacked, come quelli che equipaggiano rx100 mark4 e rx10 mark2. Ma si è visto benefici apprezzabili o no? Ancora non ho trovato test di confronto delle suddette fotocamere..
BenQ Monitor