Olympus presenta la nuova reflex E-600

Olympus presenta la nuova reflex E-600

di Matteo Cervo, pubblicata il

“Non ancora ufficializzato sul sito italiano del produttore, il lancio della E-600 è oramai imminente”

Dopo il modello DSLR E-620, Olympus presenta al mercato la E-600: una reflex digitale caratterizzata dalla gestione filtri creativi Olympus, un sensore in formato quattro terzi da 12,3 Mp ed un autofocus a 7 punti a croce, di cui 5 punti con rilevazione sia sul piano orizzontale che verticale.

Ci si aspettano buone performance da una fotocamera che adotta il processore True Pic III+ e che esce sul mercato dopo la qualità offerta dalla sorella senza specchio EP-1. La dotazione interna è soddisfacente e propone un ampio display da 2.7" decentrabile con qualsiasi orientamento; la copertura antiriflesso permette una chiara visione fino a 270° in modo da sfruttare appieno le potenzialità offerte dalla ripresa Live View.

Il corpo macchina stesso adotta un sistema di stabilizzazione immagine regolabile su tre livelli che permette di essere utilizzato con qualsiasi ottica quattro terzi, il guadagno offerto si attesta a quattro stop. Associato al sistema di stabilizzazione in macchina troviamo anche quello dedicato alla riduzione della polvere che effettua sia lo scuotimento del filtro anteposto al sensore che la mappatura digitale dei pixel sensore.

A livello di algoritmi avanzati di gestione immagine Olympus sta puntando molte carte sull'implementazione di filtri creativi da usare come preset. Tra questi trovano posto il filtro soft focus, pin hole e pop art. L'utilizzo di un display completamente orientabile non può prescindere da un sistema autofocus che sfrutti la rilevazione dei volti: Olympus E-600 permette di riconoscere fino a 8 volti contemporaneamente e focheggiare in maniera opportuna.

Vengono supportate schede di memoria Compact Flash, XD e Microdrive. Il prezzo indicativo per il mercato americano è di 749,99 dollari, aspettiamo di conoscere disponibilità e prezzi per il mercato europeo.


Commenti (12)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: error 404 pubblicato il 09 Novembre 2009, 13:26
Quando si decideranno a rinnovare l'ammiraglia?

E-400, 500, 600 sono più o meno tutte simili, ogni volta cambia poco. Sarebbe il caso di sfornare una nuova FF e magari qualche obiettivo.
Commento # 2 di: demon77 pubblicato il 09 Novembre 2009, 13:31
Se ricordo bene il sensore olympus NON è in formato APS-C ma ha una superficie minore.

Come emerge da diversi test il livello di rumore ad iso elevati (dopo gli 800) sale in maniera molto maggiore rispetto ad una pari livello di casa NIKON o CANON.
Direi che su una macchina del genere è una cosa piuttosto grave.
Commento # 3 di: Manuel333 pubblicato il 09 Novembre 2009, 13:52
se non sbaglio hanno fattore di crop 2x
utile per alcune cose ma molto scomoda per altre
Commento # 4 di: zaltiboy pubblicato il 09 Novembre 2009, 14:10
Olympus adotta il formato 4/3.

Questa e-600 non è altro che una versione "castrata" della e-620 (che è un'ottima macchina) per renderla più economica. Hanno solo rimosso alcune features minori, ma rimane una macchina davvero interessante, soprattutto se venduta ad un prezzo aggressivo. Tuttavia manca ancora la modalità video.
Commento # 5 di: frankie pubblicato il 09 Novembre 2009, 14:12
ed infatti è un sensore 4/3!
Assolutamente inadeguato, tutti vogliono un 3/2, oltre all'aggiungere filtri creativi e tralasciare la sostanza vera.
Potevano anche tralasciare le xD a favore delle SD. Ok per le CF.
Commento # 6 di: GiulianoPhoto pubblicato il 09 Novembre 2009, 14:30
Una nuova ammiraglia (E-4) è in fase di progettazione ma deve fare i conti con un sensore "ostile" alle feaures che invece altre case mettono già a disposizione (rumore contenuto, gamma dinamica, filtri ecc)

Rimango quindi dell'idea che il sensore 4/3 è una porcata....però....

....il micro 4/3 è stata una ottima idea e il progetto davvero innovativo e spero che Olympus si concentri di più su quello piuttosto che sfonare ste macchinucce che sicuramente non sono malvagie come entry level ma continuano a rimarcare sempre le stesse caratteristiche delle precedenti...
Commento # 7 di: (IH)Patriota pubblicato il 09 Novembre 2009, 15:19
Originariamente inviato da: error 404
Sarebbe il caso di sfornare una nuova FF e magari qualche obiettivo.


Vorrebbe solo dire buttare nel cesso il 4/3 FOV 2.0X e tutte le nuove lenti sfornate negli ultimi 5 anni.

In parole povere un suicidio commerciale.

I filtri creativi sono una porcata cosi' come il face detection da 8 volti , non siamo sulle bridge con PDC abnorme ma si cominciano ad avere PDC piu' selettive il che rende totalmente inutili i vari face detection e boiate varie.

Non mi pare poi tutta questa grande innovazione...
Commento # 8 di: alessandroscaccia pubblicato il 09 Novembre 2009, 20:37
Io posseggo una E-520, ho avuto modo di lavorare anche con Canon e tutta questa differenza nel rumore non l'ho trovata. Il 4/3 rende più godibile l'immagine e se abbinato ad un grandangolo.. bè vedete le foto per credere. Un saluto
Commento # 9 di: minatoreweb pubblicato il 09 Novembre 2009, 20:39
Che schifo

Non ha senso ste 4/3 stanno alla fotografia come i go kart stanno alla formula 1
Commento # 10 di: error 404 pubblicato il 09 Novembre 2009, 23:12
Originariamente inviato da: frankie
ed infatti è un sensore 4/3!
Assolutamente inadeguato, tutti vogliono un 3/2,


Originariamente inviato da: minatoreweb
Non ha senso ste 4/3 stanno alla fotografia come i go kart stanno alla formula 1


No comment davanti a tanta ottusità. Ma almeno l'avete mai provate?
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor