Olympus E-PL1: la PEN di terza generazione

Olympus E-PL1: la PEN di terza generazione

di Roberto Colombo, pubblicata il

“Flash integrato a scomparsa, nuovi Art-Filter, nuovi colori e guida per i neofiti della fotografia: con la nuova E-PL1 Olympus spinge le sue PEN sempre più vicine al segmento delle compatte”

Olympus ha deciso di spingere la sua PEN ancora più vicina al confine con il segmento delle compatte, presentando la nuova E-PL1, ancora più piccola e dotata degli automatismi tipici delle fotocamere dedicate al pubblico dei neofiti. In un corpo dalle dimensioni ridotte rispetto alle sorelle E-P1 ed E-P2, la nuova PEN offre tutto il corredo delle strette parenti: sensore Live-MOS da 12,3 megapixel in formato Quattro Terzi, video a 720p, ISO 3200 e il vantaggio, rispetto alle compatte, di poter contare, oltre che su un sensore di dimensioni decisamente più importati, su ottiche intercambiabili.

Continuando sulla strada intrapresa da qualche modello a questa parte, Olympus ha ricorfermato e rinnovato la gamma degli Art-Filter, effetti visualizzabili direttamente in fase di ripresa sul display Live-View da 2,7" della fotocamera e affidati al nuovo processore TruePic V. La nuova E-PL1 si indirizza a una clientela spiccatamente consumer e offre 4 colorazioni, la funzione Live Guide, che guida all'uso della fotocamera con termini non tecnici e comprensibili al grande pubblico, automatismi per la scelta delle scene e, finalmente, aggiungerebbe qualcuno, flash integrato a scomparsa.

Come per la PEN 2 anche in questo modello troviamo il connettore sotto la slitta flash per gli acessori come il mirino elettronico e il microfono stereo. L'occasione del lancio della nuova PEN è propizia per Olympus per annunciare un ampliamento, anch'esso molto atteso, della gamma degli obiettivi dedicati alle Micro Quattro Terzi: si tratta dello zoom ultragrandangolare M. ZUIKO DIGITAL ED 9-18mm F4.0-5.6 (18-36mm equivalenti) e del superzoom M. ZUIKO DIGITAL ED 14-150mm F4.0-5.6 (28-300mm in formato 35mm). I nuovi obiettivi saranno disponibili rispettivamente verso la fine di Aprile e a fine Maggio.


Commenti (32)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: ndwolfwood pubblicato il 04 Febbraio 2010, 12:53
Non è che costerà meno, vero?
Commento # 2 di: mat738 pubblicato il 04 Febbraio 2010, 13:06
Mi sa che è l'unico campo in cui non c'è stato un miglioramento rispetto alla versione precedente
Commento # 3 di: sofficinifindus pubblicato il 04 Febbraio 2010, 13:07
ma le lenti sono tutte "buie" così? che lenti ci sono disponibili?
Commento # 4 di: jagemal pubblicato il 04 Febbraio 2010, 13:15
Originariamente inviato da: sofficinifindus
ma le lenti sono tutte "buie" così? che lenti ci sono disponibili?


olympus ha fatto un 17 2.8, panasonic ha il suo 20 1.7 .. si parlava di quello che poteva portare Leica, ma non so se lo abbiano fatto o meno ..

il punto è che siamo un pò lontanucci dalle famose promesse di estrema compattezza senza sacrificio di lenti molto luminose
Commento # 5 di: ^TiGeRShArK^ pubblicato il 04 Febbraio 2010, 13:21
Originariamente inviato da: jagemal
olympus ha fatto un 17 2.8, panasonic ha il suo 20 1.7 .. si parlava di quello che poteva portare Leica, ma non so se lo abbiano fatto o meno ..

il punto è che siamo un pò lontanucci dalle famose promesse di estrema compattezza senza sacrificio di lenti molto luminose



Perchè?
La mia GF1 con il 20 F1/7 sta comodamente nella tasca del giaccone...
Commento # 6 di: jagemal pubblicato il 04 Febbraio 2010, 13:34
perchè .. per te 1.7 è una lente "molto luminosa" ??

io credo che per un normale sia il minimo indispensabile ..
il problema in effetti non è tanto il 20 1.7 ... ma che ci sia solo quello
Commento # 7 di: marcuz99 pubblicato il 04 Febbraio 2010, 13:42
a proposito di apertura del diaframma, c'è una cosa che non capisco: sul micro quattro terzi, la lunghezza focale è equivalente al suo doppio nel formato quattro terzi, cioè il 20mm dell'oobiettivo panasonic, per esempio per queste macchine è equivalente al 40mm di un obiettivo SLR normale.

ma l'apertura del diaframma?meccanicamente è ovviamente identica, nel momento in cui un bevvhio obettivo con adattatore si applichi a un m43, ma la luminosità è la stessa? e se no, l'1.7 del 20mm panasonic è equivalente alla sua metà sulle SLR? sono confuso.

Commento # 8 di: GiulianoPhoto pubblicato il 04 Febbraio 2010, 13:45
Olympus deve puntare su questi prodotti se vuole rimanere a galla......

purtroppo il settore fotografico 4/3 è sempre meno considerato a causa della sua difficoltà nel manterene prestazioni al pari della concorrenza.

Queste fotocamere sono veramente un'ottima alternativa a chi desidera qualità su una compatta.
Commento # 9 di: citty75 pubblicato il 04 Febbraio 2010, 13:58
Originariamente inviato da: marcuz99
a proposito di apertura del diaframma, c'è una cosa che non capisco: sul micro quattro terzi, la lunghezza focale è equivalente al suo doppio nel formato quattro terzi, cioè il 20mm dell'oobiettivo panasonic, per esempio per queste macchine è equivalente al 40mm di un obiettivo SLR normale.

ma l'apertura del diaframma?meccanicamente è ovviamente identica, nel momento in cui un bevvhio obettivo con adattatore si applichi a un m43, ma la luminosità è la stessa? e se no, l'1.7 del 20mm panasonic è equivalente alla sua metà sulle SLR? sono confuso.


il diaframma è il rapporto tra l'apertura della lente e la lunghezza focale; quest'ultima NON cambia riducendo la dimensione del sensore, poichè quest ultimo è sempre posto sullo stesso piano (focale).
Quello che cambia è solo l'angolo di campo equivalente, non la lunghezza focale; tanto che anche se un 20mm produce un angolo di campo di un 40mm, la prospettiva (che dipende appunto dalla lunghezza focale e dalla posizione di ripresa) resta identica.
Quindi, la luminosità di un'ottica è indipendente da ciò che vai a porre sul piano focale per registrare l'immagine.
Commento # 10 di: marchigiano pubblicato il 04 Febbraio 2010, 14:10
Originariamente inviato da: marcuz99
a proposito di apertura del diaframma, c'è una cosa che non capisco: sul micro quattro terzi, la lunghezza focale è equivalente al suo doppio nel formato quattro terzi, cioè il 20mm dell'oobiettivo panasonic, per esempio per queste macchine è equivalente al 40mm di un obiettivo SLR normale.

ma l'apertura del diaframma?meccanicamente è ovviamente identica, nel momento in cui un bevvhio obettivo con adattatore si applichi a un m43, ma la luminosità è la stessa? e se no, l'1.7 del 20mm panasonic è equivalente alla sua metà sulle SLR? sono confuso.


se te fai una foto con una FF con una lente 2.8 e poi col pc croppi la parte centrale non è che ti cala di luminosità a f5.6

comunque bella sta olympus, certo potevano farla subito così, il primo modello non so proprio perchè l'hanno fatto così. anche con la pana non capisco la G1 con poco dopo la GH1...
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor