Olympus E-5: un segnale ai professionisti che hanno investito nel sistema

Olympus E-5: un segnale ai professionisti che hanno investito nel sistema

di Roberto Colombo, pubblicata il

“Con Olympus E-5 il marchio nipponico vuole rassicurare tutti i professionisti che hanno investito nel sistema reflex Quattro Terzi”

A partire dal Photokina 2008 il marchio nipponico Olympus si è focalizzato molto sul settore mirrorless, mettendo in cima ai suoi piani di sviluppo le fotocamere Micro Quattro Terzi, decidendo di posizionarle al top della sua gamma. Il produttore giapponese ha però deciso di non deludere tutti quelli che avevano creduto nel sistema reflex Quattro Terzi, in particolare nelle fotocamere più in alto nella gamma: l'esempio più lampante sono quei professionisti che hanno puntato su Olympus E-1 prima e su Olympus E-3 in seguito. In particolare quest'ultima reflex è stata in grado di ritagliarsi una nicchia di pubblico importante, puntando su caratteristiche come la resistenza agli agenti atmosferici, solitamente appannaggio delle reflex di altissima gamma.

Con Olympus E-5, mostrata al grande pubblico italiano in occasione del Photoshow, il marchio nipponico ha voluto dare ad essi un segnale forte, risollevando soprattutto il morale di tutti quelli che hanno per anni atteso una degna erede di E-3. Le caratteristiche per non deludere ci sono tutte: corpo in lega di magnesio, resistente a polvere e spruzzi, doppia ghiera di regolazione, display orientabile, finalmente con una risoluzione degna della gamma (3"di diagonale e 921.000 punti), mirino al 100% di copertura.

Per quanto riguarda il sensore Olympus si è affidata a un elemento collaudato in formato Quattro Terzi: High Speed Live MOS da 12,1 megapixel. Nuovo invece il processore d'immagine TruePic V+, con tecnologia Fine-Detail Processing. Non manca la possibilità di registrare filmati in alta definizione a 720p e 30 frame al secondo; l'audio è ripreso dal microfono mono integrato, oppure può essere registrato tramite la presa stereo per microfoni esterni. Dotata di otturatore fino a 1/8000s fornisce una raffica di 5fps, contando sul veloce sistema autofocus a 11 punti a croce che già equipaggiava la E-3. Dal vivo Olympus E-5 offre le stesse buone sensazioni del modello che la ha preceduta, rende però evidente che si tratta di un modello di continuità per chi è già cliente Olympus più che di una macchina fotografica in grado di attirare appassionati da altri marchi. Qui sotto le nostre impressioni dal vivo al Photoshow:

[HWUVIDEO="883"]Olympus E-5: al Photoshow un segnale per i professionisti[/HWUVIDEO]

Commenti (37)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: paolo1957 pubblicato il 30 Marzo 2011, 16:02
E-5 :Una grande macchina

Dubbi prima di acquistarla circa il futuro del sistema 4/3
ma alla fine l'ho acquistata ed oggi ne sono più che soddisfatto. Un copro macchina che è come un carrarmato, solido ed allo stesso tempo maneggevole.
Accoppiato con zuiko 50 mm f/2 oppure 11/22 f/2.8-3.5 o al fatidico 12-60 mm f/2.8 -3.5 oltre al piacere di fotografare nasce anche la sorpresa e la meraviglia degli ottimi risultati. Mi sono quasi stupito come un bambino che riceve un ambito dono.
Foto scatatte con la E-5 al mio sito http://www.paolopizzimenti.com oppure http://www.flickr.com/photos/paolo57
Commento # 2 di: ArteTetra pubblicato il 30 Marzo 2011, 16:05
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
la resistenza agli agenti atmosferici, solitamente appannaggio delle reflex di altissima gamma.


Non esageriamo, una 7D ad esempio non è certo considerata di "altissima gamma".
Commento # 3 di: aoaces pubblicato il 30 Marzo 2011, 16:17
Originariamente inviato da: ArteTetra
Non esageriamo, una 7D ad esempio non è certo considerata di "altissima gamma".


Poco ci manca comunque in quanto ha molte delle caratteristiche di una high-level.
Commento # 4 di: Crisa... pubblicato il 30 Marzo 2011, 16:45
Originariamente inviato da: ArteTetra
Non esageriamo, una 7D ad esempio non è certo considerata di "altissima gamma".


e perchè non sarebbe di altissima gamma?

la 7d fa parte del settore professionale a tutti gli effetti
ad esempio per caccia fotografica e eventi sportivi è il miglior corpo macchina in assoluto in commercio
Commento # 5 di: (IH)Patriota pubblicato il 30 Marzo 2011, 16:47
Uao 12 mpixel su sensore 4/3 , ben 11 punti di messa a fuoco , 6400 ISO , corpo tropicalizzato , filmati in HD (e non full HD).

Meno male che il prezzo è sui 1.600€ perchè dubito che gliene darei di piu' , sembrano le caratteristiche di una macchina di un paio di anni fa.
Commento # 6 di: (IH)Patriota pubblicato il 30 Marzo 2011, 16:48
Originariamente inviato da: Crisa...
ad esempio per caccia fotografica e eventi sportivi è il miglior corpo macchina in assoluto in commercio


Prova una MKIV poi ne riparliamo.
Commento # 7 di: Crisa... pubblicato il 30 Marzo 2011, 16:54
Originariamente inviato da: (IH)Patriota
Prova una MKIV poi ne riparliamo.


la mkIV me l'ero dimenticata... comunque il discorso non cambia
Commento # 8 di: vetrofragile pubblicato il 30 Marzo 2011, 17:52
Sbaglio o è in commercio da mesi e mesi?
Commento # 9 di: AleLinuxBSD pubblicato il 30 Marzo 2011, 18:10
Si è in commercio da un bel pezzo.
Commento # 10 di: vetrofragile pubblicato il 30 Marzo 2011, 18:24
dall'articolo sembrava in commercio da ...domani
In effetti buttare giù un articolo del genere a pensare bene si è disinformati..
Senza offesa,è solo una piccola critica
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor