Nuova fotocamera Caplio GX100 da Ricoh

Nuova fotocamera Caplio GX100 da Ricoh

di Roberto Colombo, pubblicata il

“Ricoh presenta una nuova fotocamera digitale con sensore da oltre 10 Mpixel e mirino elettronico staccabile”

Ricoh

Ricoh ha presentato una fotocamera compatta destinata ad un pubblico esigente, la Caplio GX100. Erede della GX8 è la prima fotocamera compatta a poter prevedere l'uso di un mirino elettronico staccabile, da applicare sulla slitta del flash. Sono molte le caratteristiche per cui si fa notare, a partire dal sensore, capace di registrare immagini fino a 10.1 megapixel, un CCD in formato 1/1.75", che quindi va in controtendenza con l'attuale corsa a sensori sempre più piccoli e con tanti megapixel. Interessante anche l'ottica, che a fronte di un non estesissimo zoom 3x offre una focale minima equivalente di 24mm, un ottimo grandangolo per una compatta, accompagnato da una luminosità più che sufficiente, con un'apertura di diaframma di f2.5 a questa focale.

Da notare anche lo stabilizzatore, che muove il sensore per controbilanciare l'eventuale mosso dovuto alla mano del fotografo. La fotocamera dispone inoltre di un LCD da 2,5 pollici da circa 230.000 pixel. É una compatta pensata per chi non si accontenta della modalità point&shoot, ma vuole avere il pieno controllo manuale delle condizioni di ripresa, tra cui anche la messa a fuoco. La gamma delle sensibilità si estende da 80 a 1600 ISO, mentre i tempi di esposizione vanno da 1/2000 a 180 secondi. Per quanto riguarda la memorizzazione delle immagini, che avviene su schede di memoria SD/SDHC, è supportato anche il formato RAW. Tutto questo in uno spessore di soli 25 millimetri. Al momento la fotocamera è disponibile in Giappone, ma non si hanno notizie sulla data di arrivo in Europa e sul prezzo.

Fonte: DPReview


Commenti (11)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: Paganetor pubblicato il 30 Marzo 2007, 10:56
scusate, non ho apito il discorso del mirino elettronico staccabile: in pratica i contatti sulla slitta flash possono inviare anche il segnale per riprodurre nel mirino l'immagine?

che roba strana...
Commento # 2 di: R0b1 pubblicato il 30 Marzo 2007, 11:42
Bella, mi piace davvero tanto. Questi marchi sono da noi 1 po' più "di nicchia" rispetto a canon e nikon...credo che in terra giapponese siano invece molto quotati.
Una cosa apprezzo molto dei giapponesi: nonostante cellulari con fotocamere stratosferiche, non perdono assolutamente passione per le macchine fotografiche fatte bene. Qui in Italia ci massacriamo per vedere quale cellulare fa meglio le foto e se l'autofocus su un cell serve o no...
Commento # 3 di: gigi88 pubblicato il 30 Marzo 2007, 12:19
Il design è molto ben curato..è davvero carina! e poi 10.1 megapixel....
Commento # 4 di: Gerardo Emanuele Giorgio pubblicato il 30 Marzo 2007, 12:58
sembra una di quelle vecchie telemetro tipo leica, anche a me piace.
Positivo soprattutto l'aspetto in controtendenza della dimensione del sensore.
Sarà anche vero che i sensori piccoli costano meno ma pagare 50 anche 100 euro in piu per un sensore piu grande (magari equivalente al 35mm) non sarebbe una bestialità. Anche se fosse "solo" 6 o 8 mpixel si avrebbero dei vantaggi.
Commento # 5 di: +Benito+ pubblicato il 30 Marzo 2007, 13:31
un sensore equivalente ai 35 mm vuol dire un sensore di 35 mm che costa un fottio e non si trova in questa facia di macchina e nemmeno nelle prosumer
Per il resto sembra una macchina versatile e pensata con intelletto, se potesse montare un flash decente per fare fotorilievi di interni potrebbe interessarmi.....
Commento # 6 di: rinoko pubblicato il 30 Marzo 2007, 17:03
1/1.75", che quindi va in controtendenza con l'attuale...... ????
monta gli stessi sensori delle altre compattine anzi le nuove compattine sony et general E. montano 1/6.
quindi se non sbaglio la cosa che fa la differenza e' 24mm del grandangolo impossibile da trovare nelle altre compatte......bisognera vedere il prezzo sicuramente superione alle reflex diditali entry level.(quindi un gadget per pochi,comunque molto bella e di sostanza)
Commento # 7 di: Roberto Colombo pubblicato il 30 Marzo 2007, 17:51
Ho controllato per scrupolo, sia Sony che GE sulle compatte montano sensori da 1/2,5". Non è che per 1/6 intendi in cm? in quel caso 2,5" sono circa 6,3 cm.

http://www.sony.it/product/CompareP...models=DSC-W200

http://www.general-imaging.com/cameras/a/a730-specs.pdf

Ciao!
Commento # 8 di: krokus pubblicato il 30 Marzo 2007, 19:16
Bel prodotto secondo me. In pratica è la versione digitale della vecchia R1 a pellicola (che le assomiglia molto), nota tra gli appassionati proprio per il suo obiettivo da 24 mm
Commento # 9 di: Willy_Pinguino pubblicato il 30 Marzo 2007, 22:12
bho...

sarò stonato ma per me o una macchina è reflex o è un giocattolo...

non è una questione di risoluzione o di dimensioni...

è che ho bisogno di sentire in mano l'obbiettivo (mai voluto usare l'autofocus... sulle autofocus la prima cosa che faccio è escluderlo....), devo avere la sensibilità del movimento del gruppo ottico... ho bisogno di vedere quello che inquadro esattamente come arriverà sul sensore (stavo per scrivere pellicola...) senza le deformazioni degli schermi lcd con le loro risoluzioni inutili e i loro colori inqualificabili... e senza gli obbiettivi galileiani che ancora qualcuno mette sulle compattine da 2 cent...

la fotografia non la fanno i pixel e non la fanno le macchinette che fanno tutto da sole...
la fotografia la fa chi ha la macchina in mano... e una vecchia FX3 2000 può fare le stesse cose di una EOS 1D markII ... l'inquadratura non la fa la macchina, ma la reflex ti da un'impostazione molto diversa, ti richiede più impegno (e la pellicola ti insegnava anche a studiare meglio il quadro, aveno un numero di "colpi" limitato...)

ma io sono uno vecchio
Commento # 10 di: sinadex pubblicato il 31 Marzo 2007, 00:00
Originariamente inviato da: rinoko
1/1.75", che quindi va in controtendenza con l'attuale...... ????
monta gli stessi sensori delle altre compattine anzi le nuove compattine sony et general E. montano 1/6.
quindi se non sbaglio la cosa che fa la differenza e' 24mm del grandangolo impossibile da trovare nelle altre compatte......bisognera vedere il prezzo sicuramente superione alle reflex diditali entry level.(quindi un gadget per pochi,comunque molto bella e di sostanza)

un sensore da 1/1,75" ha una diagonale di circa 14mm, mentre uno da 1/6" ha una diagonale di circa 4,2mm, che equivalgono a 10mm di lato per il primo sensore e 3mm per il secondo...

Originariamente inviato da: Willy_Pinguino
bho...

sarò stonato ma per me o una macchina è reflex o è un giocattolo...

non è una questione di risoluzione o di dimensioni...

è che ho bisogno di sentire in mano l'obbiettivo (mai voluto usare l'autofocus... sulle autofocus la prima cosa che faccio è escluderlo....), devo avere la sensibilità del movimento del gruppo ottico... ho bisogno di vedere quello che inquadro esattamente come arriverà sul sensore (stavo per scrivere pellicola...) senza le deformazioni degli schermi lcd con le loro risoluzioni inutili e i loro colori inqualificabili... e senza gli obbiettivi galileiani che ancora qualcuno mette sulle compattine da 2 cent...

la fotografia non la fanno i pixel e non la fanno le macchinette che fanno tutto da sole...
la fotografia la fa chi ha la macchina in mano... e una vecchia FX3 2000 può fare le stesse cose di una EOS 1D markII ... l'inquadratura non la fa la macchina, ma la reflex ti da un'impostazione molto diversa, ti richiede più impegno (e la pellicola ti insegnava anche a studiare meglio il quadro, aveno un numero di "colpi" limitato...)

ma io sono uno vecchio
vecchio non so, di certo professionista (o appasionato evoluto), quindi questa macchina non fa per te.
per quello che mi riguarda: esteticamente non mi ispira poi tanto, ma tecnicamente, al meno sulla carta, si.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor